Motorola verso un nuovo Linux-phone

Il produttore americano ha ormai chiarito le proprie intenzioni: il Pinguino nel cellulare è un'idea che funziona

Roma - Motorola sembra soddisfatta del proprio percorso Linux, parallelo ed alternativo a Symbian e Windows Mobile, nonché pronta a lanciare sul mercato un nuovo smartphone linux-based.

Si tratta del modello E895, un terminale Triband GSM/GPRS/EDGE che, almeno sulla carta, avrebbe un'autonomia dichiarata di 200 ore in stanby o 200/250 minuti in conversazione; questo fa supporre che sul fronte della gestione energetica l'impiego di Linux abbia raggiunto un ottimo livello, probabilmente grazie alla collaborazione con MontaVista e alla sua distribuzione del sistema operativo Mobilinux, già disponibile da poco tempo nella versione 4.0, che è dichiarata ideale per ottimizzare prestazioni e consumo energetico degli apparecchi che la utilizzano.

Il nuovo MotorolaL'involucro dell'E895 somiglia ai modelli della serie "A" Motorola e ha due display: l'interno è un TFT QVGA 320x240 pixel a 262mila colori e misura 2.2 pollici, l'esterno è da 1,3 pollici, 128x108 pixel, sempre a 262mila colori.
Le rimanenti caratteristiche non sono ancora tutte ufficialmente dichiarate, ma piaceranno certamente ai fanatici della multimedialità tascabile: sono presenti: una fotocamera digitale da 1,3 Megapixel, che permette anche la registrazione di videoclip; il software per fotoritocco e presentazioni in slideshow; un "media player" che integra più codec, per il supporto a file di svariati formati; la connettività con tecnologie USB e Bluetooth; un avanzato sistema di riconoscimento vocale, indipendente dalla voce dell'utente e che non richiede parametrizzazioni.

Il Motorola E895 è atteso sul mercato orientale dal prossimo autunno; non è dato conoscere la disponibilità per i mercati occidentali.

DB
TAG: linux