I micro HD sfidano le memory stick

Imation sta per lanciare una prima generazione di piccolissimi hard disk esterni basati su micro drive da 1 pollice e dotati di interfaccia USB. Andranno a rivaleggiare con i drive USB basati su memoria flash

New York (USA) - Anche Imation, noto marchio del settore storage, ha deciso di lanciarsi nel promettente mercato dei micro hard disk. A differenza dei rivali, che producono soprattutto modelli embedded destinati a salire a bordo di player MP3, cellulari e altri dispositivi mobili, Imation utilizzerà i propri "microcosi" all'interno di una nuova linea di drive esterni con interfaccia USB e capacità fino a 4 GB.

Chiamato USB Micro Hard Drive, il nuovo disco ha all'incirca la lunghezza di due pile AAA e una forma che ricorda da vicino quella di un lucchetto: nella parte superiore del dispositivo, infatti, si trova un cavetto USB in gomma flessibile che, quando non utilizzato, può essere richiuso in modo simile all'arco di un lucchetto e utilizzato come supporto di aggancio. Il drive si alimenta direttamente dalla porta USB.

Imation USB Micro Hard DriveImation non ha specificato la dimensione del disco contenuto all'interno dei suoi micro drive ma, a giudicare dalla foto pubblicata sotto, che mostra il mini-disco vicino ad un quarto di dollaro, dovrebbe avere un diametro intorno al pollice. Le dimensioni complessive del drive USB sono invece di circa 4 x 1,7 x 8,4 cm.
Uno dei punti deboli degli hard disk, se comparati alle memorie flash, è dato dall'affidabilità: essendo infatti basati su componenti meccanici, i dischi magnetici sono più sensibili a urti, condizioni ambientali e usura. Per risolvere almeno parzialmente questi svantaggi, Imation ha dotato i suoi micro drive di una robusta tecnologia per la correzione degli errori e di una struttura metallica capace di resistere a shock fino a 100 G.

Sul fronte della sicurezza, invece, i minuscoli drive esterni supportano la cifratura dei dati a 128 bit: ciò significa che le informazioni possono essere lette solo da chi possiede la password di accesso.

Imation Micro Hard Drive"L'USB Micro Hard Drive offre un basso costo per megabyte se confrontato ad altre soluzioni di archiviazione portatili, inoltre il fatto di essere compatibile sia con Windows che con Mac OS consente di trasferire facilmente i dati tra una piattaforma e l'altra", ha affermato Imation, che nelle prime specifiche del suo prodotto non ha tuttavia mancato di citare anche la parziale compatibilità con Linux: parziale perché il software di backup e gestione delle funzioni di sicurezza non è compatibile con tale piattaforma.

Per quanto riguarda le performance del drive, il produttore dichiara 5 MB/s in lettura e 3 MB/s al secondo in scrittura: velocità tutt'altro che stratosferiche se comparate a quelle - oltre i 20 MB/s - fornite delle più recenti memory card.

Imation conta di rilasciare maggiori dettagli sui propri micro drive verso la fine della prossima settimana. Il modello da 2 GB verrà commercializzato intorno alla metà di luglio ad un prezzo di 159 dollari, mentre il modello da 4 GB debutterà verso la fine dell'anno al prezzo di 189 dollari.
TAG: storage
17 Commenti alla Notizia I micro HD sfidano le memory stick
Ordina
  • non avevano le ore contate?

    http://punto-informatico.it/p.asp?i=53702

    Comunque, credo che per un bel po' avremo un doppio mercato: HD per i dispositivi interni, molto più capienti ed economici, e i dispositivi esterni, più costosi ma praticissimi e più sicuri.

    E magari una "piccola" flash interna da un Giga, integrata nella MotherBoard: ci si mette su Sistema Operativo e programmi più utilizzati, per accellerare il boot e l'avvio delle applicazioni più importanti.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > E magari una "piccola" flash interna da un Giga,
    > integrata nella MotherBoard: ci si mette su
    > Sistema Operativo e programmi più utilizzati, per
    > accellerare il boot e l'avvio delle applicazioni
    > più importanti.

    sei un genio
    non+autenticato
  • 1 giga se non si tratta di wincozz =\ pero diamine la velocita' del sistema in generale dipende in gran parte dal disco =| se non deframmentato in win (o lento come rpm) il sistema non rende.
    Una memoria ha una velcoita' di trasferimento dati molte volte superiore, le performance generale del sistema operativo ne gioverebbero (pensiamo anche a uno swap su flash, invece di un file che ravana sul nostro HDDeluso )
    non vedo l'ora del futuro, anche se un po mi dispiace per gli hd ;D
    non+autenticato
  • 150 $ per 1 Gb sono una oscenità, tutti possono trovare memorie da 1 Gb (su USB o altro) a costi inferiori, 80 - 90 Euro circa (e non si creda che 150 $ siano uguali a 110 - 120 ?, perchè questi costi sono sempre al netto di iva import dogane ecc...).
    Sono più delicati, più lenti e probabilmente più ingombranti, con la diffusione poi dei maserizzatori / lettori DVD, prendere un DVD riscrivible (magari da 9 cm di diametro) assicura tanta memoria a prezzi irrisori.
    Vorrei proprio sapere l'Imation che redditività ha sui prodotti che riesce a vendere per coprire i buchi nel bilancio scavati da simili flop annunciati!

    P.S. un consiglio non acquistate azioni Imation sento odore di Parmalat e Envron !
    non+autenticato
  • "nel promettente mercato dei micro hard disk"

    Ma quale promettente? Stanno buttando una valanga di dollari in un buco nero.....
    100 G? 100G non sono niente, tiri l'hd contro un muro (anche piano) e i 100g sono abbondantemente superati!
    La chavetta flash ti può cadere da un grattacielo....

    Sinceramente io penso che hanno impiegato 5-10 anni per arrivare a questi micro hd e per giustificare tutto questo denaro speso in ricerca tentano di recuperarne un po' (finché possono) gettando queste ciofeche sul mercato (qualche fesso che lo compra c'è sempre) prima di sparire definitivamente. E' inutile: è chiaro a tutti che le memorie flash sono superiori praticamente sotto tutti i punti di vista, ma è una cosa che ai tempi dell'inizio della ricerca sugli HD non avevano previsto...

    Mi ricorda un po' le superoffertone dell'ISDN quando ha iniziato ad uscire l'ADSL.
    E qualcuno c'è pure cascato.....
    Occhiolino
    non+autenticato
  • ihihihih a me una chiavetta è pure finita in lavatrice assieme ai pantaloni....funziona ancora perfettamente... niente che dire questi dischi sono interessanti, ma le memorie usb sono decisamente molto + portatili
  • Bah, in linea di principio un ottimo prodotto... peccato che Imation non sia in grado di promuovere i propri prodotti: vedi i floppy da 120 Mb (LS-120), proposti proprio quando i cd-rom erano la regola, oppure il mini cd-rom ad alta capacità, proposto quando i DVD erano la regola. Ora questo Hdd, proposto ora che i prezzi delle memorie solide sono in caduta libera...
    non+autenticato
  • A quel prezzo, e con quelle capienze, non sono granché.
    Sarebbe diverso se arrivassero almeno a 10-20 GB, ma il limite dei 4 su una chiavetta USB è prossimo ad essere raggiunto, forse anche a prezzi più bassi.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)