A Como computer animation

e realtà virtuale

Como - Si terrà venerdì 8 luglio dalle 14 al Polo Regionale di Como del Politecnico di Milano (Aula Conferenze, via Castelnuovo 8 a Como) un incontro sull'impatto e le possibili applicazioni delle tecnologie digitali nel campo del Design Industriale.

L'incontro, organizzato dal Polo Regionale in collaborazione con Whirlpool Virtual Lab, è pensato per studiare il livello raggiunto dalle nuove tecnologie nell'ambito della visualizzazione digitale, con particolare riferimento alla "computer animation" e alla realtà virtuale.

"Software sempre più avanzati - si legge in una nota - hanno aperto le porte a nuove aree di ricerca per la visualizzazione di progetto che consentono di manipolare modelli e progetti in modo sempre più accurato e preciso nell'ambito del Disegno Industriale, andando incontro alla crescente domanda di comunicazione interattiva, customizzabile e accessibile in rete".
Molti i progetti, gli esempi e gli studi che saranno presentati nel corso dell'incontro, al quale tra gli altri parteciperanno Nicolò Ceccarelli del Polo di Como e Gianfranco Frontini del Whirlpool Virtual Lab.
TAG: 
7 Commenti alla Notizia A Como computer animation
Ordina
  • ... tecnologie, design, computer animation, tecnologie digitali nel campo del design industriale, software sempre più avanzati... tutti paroloni, sapete quale è la verità ? che al politecnico di como c'è una quantità enorme di studenti di disegno industriale indirizzi moda-arredamento e una piccola percentuale di studenti di ing. informatica, per non parlare di scienze... siamo ridotti al lumicino, corsi con 5-7 studenti... e a Milano non stanno certo meglio fatte le debite proporzioni.
    La verità è che a farsi il famoso "mazzo così" in materie scientifiche non ci sta più nessuno (o quasi), meglio progettare una affettatrice o un cesso che fare corsi di matematica o fisica davvero difficili. Se potessi vi farei vedere i testi dei temi d'esame di matematica A o B di disegno industriale. Uno schifo, anche una capra saprebbe farli ! A disegno industriale c'è gente (come le 2 che ho qui dietro in alua info) che dice :"oooo , guarda mi dice che il disco d è pieno! che faccio che faccio ? mariooooo, tu che te ne intendi, come facciamo ?", arrima Mario (l'esperto) "disco pieno ? ma te sei fuori, hai incasinato il computer"
    :|Deluso

    Dopo stiamo a lamentarci che in italia siamo indietro a livello scientifico-tecnologico... puah !

    non+autenticato
  • tu che studi ? tanto per sapere... visto che sembri il padrone del mondo ?
    non+autenticato
  • sono un chimico.
    non+autenticato
  • Hai tristemente ragione...

    Tutti a farsi ste laurette del cavolo tipo dams, psicologie e stronzate varie, pronti in futuro a sedersi in scrivania e sfogliare carte.

    Quì ci vuole gente per PRODURRE, altro che mentalità impiegatizia...

    Tristezza...
    non+autenticato
  • amico mio, non fare di tutta l'erba un fascio...capisco che il dams non goda di buona fama, in particolare a bologna, ma chiamarla lauretta del cavolo mi sembra eccessivo. E' un'ottima laurea umanistica e cos'ha a che vedere con la mentalità impiegatizia, devi spiegarmelo...

    alter ego
    non+autenticato
  • tanto in Italia Ing.,Avv. o terza media non cambia...fai sempre la segretaria!!!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ... tecnologie, design, computer animation,
    > tecnologie digitali nel campo del design
    > industriale, software sempre più avanzati...
    > tutti paroloni, sapete quale è la verità ? che al
    > politecnico di como c'è una quantità enorme di
    > studenti di disegno industriale indirizzi
    > moda-arredamento e una piccola percentuale di
    > studenti di ing. informatica, per non parlare di
    > scienze... siamo ridotti al lumicino, corsi con
    > 5-7 studenti... e a Milano non stanno certo
    > meglio fatte le debite proporzioni.

    Veramenti uno dei problemi principali in campo della Realtà Virtuale in italia (ma in generale)è proprio quello di trovare un ottimo grafico e te lo dice un programmatore del campo.......Il vero problema è che, finchè parli di studenti di architettura/disegno industriale, sono aperti alle nuove tecnologie, ma il problema è che non sanno fare modellazione "Content creation" (quella dove ci vuole un po' il tocco grafico per capirci) ma sanno fare solo modellazione tecnica con un sacco di poligoni. Chi invece sa fare i modelli 3d è ha anche un buon tocco grafico e che potrebbero fare anche modellazione per il tempo reale sono quelli dell'accademia, il problema è che vagli a far capire che hanno a disposizione uno strumento (il computer) con cui possono fare miracoli.... in tutta risposta avrai: "Chi io? quel coso? ma non ci penso nemmeno, a me la tecnologia non piace...." ....gia'.... e intantanto vanno a disegnare santini davanti al duomo.....MAH!!

    Chi li capisce è bravo!