Visual Studio.NET più ambizioso che mai

Re dei Web service, re di quella nuova filosofia di sviluppo che trasformerà il software come lo si conosce oggi in un servizio in Web-affitto. Tutto questo a partire da oggi, data del debutto di Visual Studio.NET

Visual Studio.NET più ambizioso che maiRedmond (USA) - Dopo quattro lunghi anni di sviluppo, Microsoft presenta oggi uno degli elementi chiave della sua nuova visione nello sviluppo del software: Visual Studio.NET.

E' questo il primo ambiente di sviluppo del colosso di Redmond specificamente orientato alla creazione di Web service ed è questo il primo strumento che mette finalmente in moto la colossale macchina di MS.NET.

Se Internet fa già parte integrante della precedente versione di Visual Studio, questa edizione va ad incastrarsi in quel grande puzzle che è la piattaforma MS.NET portando il "Web development" al centro di tutto l'ambiente.
Con Visual Studio.NET, Microsoft punta chiaramente alla conquista di un mercato, quello dei Web service, che le consentirà di mantenere il proprio dominio anche in quella nuova era in cui il concetto di software muterà in quello di servizio noleggiabile via Web.

A tentare di metterle il bastone fra le ruote vi saranno alcune rivali di sempre come Sun, IBM, Oracle e BEA, tutte armate di piattaforme "anti-NET" basate sulla tecnologia Java. Sarà una battaglia epica che vedrà scontrarsi i due ambienti di sviluppo leader sul mercato: Java, che secondo Sun conta 3 milioni di utenti, e Visual Studio, che secondo Microsoft conta invece 5 milioni di utenti.

In Visual Studio.NET sono compresi strumenti e funzionalità dedicate allo sviluppo di applicazioni per Internet e tecnologie chiave come XML e SOAP. Queste ultime rappresentano architetture aperte che, almeno sulla carta, dovrebbero consentire l'interoperabilità fra servizi e applicazioni di piattaforme differenti.

La suite integra anche un ambiente Rapid Application Development (RAD) per i server attraverso cui è possibile avvalersi di tutte le funzionalità e le facilitazioni messe a disposizione da Windows DNA 2000, una piattaforma per lo sviluppo rapido di soluzioni Web e di e-commerce comprendente fra gli altri Microsoft SQL e COM+.
TAG: microsoft
136 Commenti alla Notizia Visual Studio.NET più ambizioso che mai
Ordina
  • Qualcuni mi potrebbe dire perchè un programmatore che produce applicazioni non per internet dovrebbe usare .NET visto che è più lento? Inoltre non capisco perchè uno che usa JSP o altro dovrebbe passare a .NET visto che la maggioranza dei server non è Windows (solo 40% del mercato) e quindi i prodotti sarebbero limitati rispetto ad altre soluzioni basate su java che gira ovunque?
    L'ultima cosa che non mi è chiara è se Microsoft ha intenzione di sviluppare ambienti non interpretati perchè non capisco come devono fare a mantenere elevate le prestazioni nelle aree come il 3D dove a nessuno frega di sviluppare con un framework come quello di .NET.
    Ringrazio tutti quelli che mi daranno dei seri chiarimenti alle mie problematiche.
    non+autenticato
  • - Scritto da: fmarco76
    > Qualcuni mi potrebbe dire perchè un
    > programmatore che produce applicazioni non
    > per internet dovrebbe usare .NET visto che è
    > più lento?

    Ops... non è così lento come si vuol far credere... anzi.


    > Inoltre non capisco perchè uno
    > che usa JSP o altro dovrebbe passare a .NET
    > visto che la maggioranza dei server non è
    > Windows (solo 40% del mercato) e quindi i
    > prodotti sarebbero limitati rispetto ad
    > altre soluzioni basate su java che gira
    > ovunque?

    Java gira laddove esiste una Virtual Machine.
    .NET gira laddove esiste il .NET Framework... dai tempo al tempo.


    > L'ultima cosa che non mi è chiara è se
    > Microsoft ha intenzione di sviluppare
    > ambienti non interpretati perchè non capisco
    > come devono fare a mantenere elevate le
    > prestazioni nelle aree come il 3D dove a
    > nessuno frega di sviluppare con un framework
    > come quello di .NET.

    .NET non è interpretato.
    Documentarsi please.


    > Ringrazio tutti quelli che mi daranno dei
    > seri chiarimenti alle mie problematiche.

    Prego.


    Zeross
    non+autenticato


  • - Scritto da: Zeross
    >
    > .NET non è interpretato.
    > Documentarsi please.
    >
    >

    Ma se non è interpretato come mai i file compilati possono girare su ogni piattaforma che supporti il .NET framework?
    non+autenticato

  • - Scritto da: fmarco76
    > Qualcuni mi potrebbe dire perchè un
    > programmatore che produce applicazioni non
    > per internet dovrebbe usare .NET visto che
    > è più lento? Inoltre non
    > capisco perchè uno che usa JSP o
    > altro dovrebbe passare a .NET visto che la
    > maggioranza dei server non è Windows
    > (solo 40% del mercato) e quindi i prodotti
    > sarebbero limitati rispetto ad altre
    > soluzioni basate su java che gira ovunque?
    > L'ultima cosa che non mi è chiara
    > è se Microsoft ha intenzione di
    > sviluppare ambienti non interpretati
    > perchè non capisco come devono fare a
    > mantenere elevate le prestazioni nelle aree
    > come il 3D dove a nessuno frega di
    > sviluppare con un framework come quello di
    > .NET.
    > Ringrazio tutti quelli che mi daranno dei
    > seri chiarimenti alle mie problematiche.


    E tu credi che non sia sufficiente che il 40% dei server utilizzi software microsoft?
  • e java sarà schiacciato dalla forza microsoft!
    evviva!!!!
    peccato, però, che visualstudio costa troppo poco: io l'avrei messo almeno a $5000, tanto di beoti come me che lo comprano subito ce ne saranno a tonnellate!
    non+autenticato
  • Beh... Lavori in una povera ditta se non può spendere 1000$ per un tool di sviluppo...

    E cmq vorrei farti notare che quello è il prezzo del Visual Studio... E nessuno ti obbliga a comprarlo... Puoi benissimo scaricarti gratuitamente il framework da www.gotdotnet.com...
    C'è tutto quello che ti serve: runtime, compilatori, ecc....

    Io cmq preferisco usare Visual Studio, che comunque arriva con l'MSDN.... ;o)
    non+autenticato
  • concordo perfettamente ma stai attento che le licenze MSDN sono fatte per testare il software, non per utilizzarlo, non potrai quindi distribuire dei programmi sviluppati con VStudio, a meno che tu compri una licenza licenza Vstudio.

    Lorenzo

    - Scritto da: Ratt
    > Beh... Lavori in una povera ditta se non può
    > spendere 1000$ per un tool di sviluppo...
    >
    > E cmq vorrei farti notare che quello è il
    > prezzo del Visual Studio... E nessuno ti
    > obbliga a comprarlo... Puoi benissimo
    > scaricarti gratuitamente il framework da
    > www.gotdotnet.com...
    > C'è tutto quello che ti serve: runtime,
    > compilatori, ecc....
    >
    > Io cmq preferisco usare Visual Studio, che
    > comunque arriva con l'MSDN.... ;o)
    non+autenticato


  • - Scritto da: lorenzo bellini
    > concordo perfettamente ma stai attento che
    > le licenze MSDN sono fatte per testare il
    > software, non per utilizzarlo, non potrai
    > quindi distribuire dei programmi sviluppati
    > con VStudio, a meno che tu compri una
    > licenza licenza Vstudio.


    E questo chi te l'ha detto?

    http://www.microsoft.com/italy/annunci/linguaggi/M...

    cito testuale (cut & paste Sorride)

    "La licenza MSDN consente a una sola persona (l'abbonato) di utilizzare il software inviato tramite abbonamento. Il risultato è che non è possibile distribuire copie del software agli altri sviluppatori del vostro team. Non è inoltre consentito cedere o vendere i dischi non necessari o non utilizzati.

    E? però possibile distribuire le soluzioni software realizzate utilizzando Visual Studio. Qualora queste soluzioni comprendessero file non inclusi nel file redist.txt, o di altri prodotti, fare riferimento ai rispettivi file redist.txt. Qualora, inoltre, queste soluzioni comprendessero altri prodotti Microsoft coperti da licenza, è comunque necessario acquistare le rispettive licenze. Fare riferimento ai singoli prodotti."

    Ma qualcuno guarda anche i siti della Microsoft o visto che sono così cattivi ...



    non+autenticato
  • Ciao,
    ti faccio notare che i prezzi non sono poi cosi' assurdi, se confrontiamo un prodotto di pari livello (JBuilder) vediamo che costa perfino di meno

    Microsoft (VStudio)

    2.499$ -> VStudio.NET edizione Enterprise Architect
    1.799$ -> VStudio.NET edizione Enterprise Developer
    1.079$ -> VStudio.NET edizione Professional.

    Borland

    4.699$ -> Enterprise Studio for Java
    2.999$ -> JBuilder 6 edizione Enterprise
    999$ -> JBuilder 6 edizione Professional

    questi sono strumenti che ti permettono di sviluppare programmi molto complessi, rimane comunque il fatto che puoi scrivere il tuo programma con il notepad (che nella versione winXP ha anche il conta righeOcchiolino ) e poi compilarlo alinea di comando, esattamente come con java

    Lorenzo
    non+autenticato
  • - Scritto da: gianni
    > http://www.zdnet.it/zdnet/jumpNews.asp?idUser

    Maddai !!!

    Ma non mel'aspettavo proprio !!!!!

    Ma... Dopo la simpatica letterina che Bill aveva mandato ai suoi !!

    hehehehehehehehe



    non+autenticato
  • Secondo me e` uno scherzo.
    non+autenticato
  • ... che spariscono per primi dal mercato.

    Quindi Java, con l'avvento di .NET rimarrà sempre tra i migliori.

    Una prece.

    Beccello Campestre
    non+autenticato


  • - Scritto da: Baccello Campestre
    > ... che spariscono per primi dal mercato.
    >
    > Quindi Java, con l'avvento di .NET rimarrà
    > sempre tra i migliori.

    balle.

    basta un sistema come LINUX per riportare in auge i vecchi mainframe

    >
    > Una prece.

    per te una seduta alla neuro


    non+autenticato
  • Allora! Cos'e' tutto questo baccano??
    Smettiamola di insultarci a vicenda per amore di questo o quell'altro ambiente di sviluppo.
    Tutte le soluzioni sono valide a modo loro e i BUG non sono soltanto una prerogativa di Microsmort.

    Lasciamo che .NET approdi sul mercato ed evitiamo di schifarlo solo perche' e targato Microsmort e costa almeno 1000$.

    Oggi lo sviluppo WEB ha bisogno di cambiare radicalmente struttura: internet e' una tecnologia nata per scopi differenti da quelli che attualmente svolge ed ha bisogno di profonde revisioni per offrire il massimo di se'.

    Accettiamo le nuove proposte per cercare di imparare da esse un nuovo modo di proporre servizi e strutture WEB all'altezza delle nostre aspettative.

    Lilo



    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)