Palm regina dei PDA, ma PocketPC avanza

Nel 2001 Palm ha mantenuto la leadership del mercato dei PDA, ma si accorciano le distanze con il rivale

San Jose (USA) - Secondo quanto riportato dalle statistiche di mercato di Gartner Dataquest per l'anno 2001, Palm mantiene ancora la leadership del mercato dei PDA. Rispetto al 2000, questa azienda, divenuta ormai sinonimo stesso di computer palmare, non ha però potuto evitare la forte erosione della propria quota di mercato da parte del segmento PocketPC.

Se nel 2000 Palm deteneva il 50,4% del mercato mondiale con 5,6 milioni di unità vendute, lo scorso hanno questa percentuale si è ridotta al 38,6% e le vendite sono scese a 5,1 milioni di unità.

Todd Kort, analista presso Dataquest, sostiene che questo ruzzolone era in parte prevedibile visto il rafforzarsi di una concorrenza che, soltanto un paio d'anni fa, era praticamente inesistente.
Se si considera i singoli produttori, il più forte concorrente di Palm è di "famiglia", Handspring: questo produttore, che prende in licenza da Palm il sistema operativo dei propri PDA, fa segnare una crescita dello 0,2% e mantiene la seconda posizione del mercato con uno share del 12,6% e 1,6 milioni di unità vendute.

La più grossa insidia per Palm arriva però dal versante PocketPC, una piattaforma che lo scorso anno ha fatto registrare una notevole crescita, catturando il 21% dell'intero mercato dei PDA contro il 57% di quello ancora nelle mani dei palmari con sistema operativo PalmOS.

L'ottimo trend nelle vendite di PocketPC è testimoniato dalla crescita dei due leader di questo segmento: Compaq, che ha più che raddoppiato la sua quota di mercato portandola al 9,8%, e HP, che fa registrare un buon 5,4%.

Palm non sembra però decisa a perdere terreno senza combattere. Con l'ormai imminente PalmOS 5, e l'adozione dei processori e dell'architettura OMAP di Texas Instruments, Palm conta di riguadagnare presto il terreno perso, soprattutto sul piano delle prestazioni e della multimedialità, nei confronti dei Pocket PC.

Le statistiche di Dataquest confermano le previsioni e testimoniano una brusca frenata, in linea con quella che ha caratterizzato un po' tutto il mercato IT, delle vendite di PDA. Rispetto al 2000, infatti, il numero totale di unità vendute è cresciuto solo del 18%, portandosi a 13,1 milioni, contro una crescita del 118% registrata l'anno antecedente.

Questa situazione, unita all'intensificarsi della concorrenza, per i consumatori ha però avuto il benefico effetto di far scendere i prezzi, soprattutto nel segmento dei Palm.
2 Commenti alla Notizia Palm regina dei PDA, ma PocketPC avanza
Ordina