InterLex ferma le pubblicazioni

Punto di riferimento per il diritto applicato ad internet, fonte costante di approfondimenti di notevole spessore, InterLex sospende gli aggiornamenti periodici in attesa di individuare la strada di un rilancio. Un commento di PI

InterLex ferma le pubblicazioniRoma - Con una nota diffusa ieri e pubblicata in home page, "Ci fermiamo qui", il direttore di InterLex ha annunciato la sospensione degli aggiornamenti periodici.

"Questo è "l'ultimo" numero di InterLex - inizia la nota di Manlio Cammarata - almeno in questa forma di settimanale di informazione e commento. Le dimensioni che ha raggiunto questa rivista (qualcosa come 2.000 pagine on line e oltre 500.000 al mese di diffusione, in costante crescita) impongono un ripensamento dell'intera struttura editoriale".

InterLex in questi anni si è guadagnata un posto centrale nell'informazione su Internet e Diritto e nella proposizione di approfondimenti giornalistici e giuridici sui temi più caldi dello sviluppo della rete, delle politiche governative e istituzionali, delle novità in ambito europeo e internazionale. Con un occhio critico a quanto è accaduto in questi ultimi cinque anni, da quando in InterLex sono confluite le energie del Forum multimediale "La società dell'informazione", la rivista ha svolto un ruolo divulgativo di prima grandezza.
"La formula funziona - scrive Cammarata - come dimostrano i numeri, ma il meccanismo rischia di incepparsi perché si basa ancora sul puro volontariato, che non può assicurare a lungo termine la stabilità dei risultati e nemmeno l'indispensabile ritorno economico di quella che è diventata un'attività professionale.
C'è un "modello di business" che deve essere messo a punto e verificato, ci sono programmi di espansione, anche commerciali, che richiedono una struttura editoriale, sia pure minima, e un investimento in risorse umane ed economiche.
Tutto questo impone un complesso lavoro di riorganizzazione, che non può essere condotto insieme alla produzione a tempo pieno della rivista".

Una situazione che oggi impone uno stop. "Non si può prevedere oggi quanto durerà la sospensione della pubblicazione - spiega Cammarata - né quale sarà la soluzione che consentirà a InterLex di ritornare a rendere un servizio utile alla collettività e agli operatori del settore delle Information and Communication Technologies".

Ma la speranza è che InterLex riprenda al più presto le pubblicazioni "quando e se - conclude Cammarata - ci saranno le condizioni per realizzare un prodotto editoriale professionale. Per adesso ci fermiamo qui".

Per leggere l'intero editoriale su InterLex clicca qui.
TAG: italia
39 Commenti alla Notizia InterLex ferma le pubblicazioni
Ordina
  • Se fosse cosi interessante... come mai non fanno soldi?
    Hahaha
    non+autenticato


  • Illustre Avvocato Manlio Cammarata,
    Direttore di Inter-Lex,

    nel leggere la Sua ferale decisione mi sono chiesto perché le cose buone debbano sempre finire.
    Forse anche le altre finiscono, ma non ce ne accorgiamo allo stesso modo.
    Perché le cose buone servono, ed il loro venir meno si percepisce acutamente.

    Ed è su questa acuta percezione di mancanza che vorrei attirare la Sua attenzione.

    Disamine approfondite e tempestive, firme prestigiose, scritti di tutto rispetto, limpida neutralità tra le opposte fazioni, accuratezza e dovizia di precisazioni e riferimenti.

    La Sua virtuale, e quindi incorporea, rivista, è purtuttavia una realtà tanto corposa da non potersene prescindere.

    La sua trasformazione organizzativa e finanziaria sarà senz?altro necessaria, ed attendo con molti che avvenga rapidamente e proficuamente.

    E fin d?ora desidero prenotare il mio abbonamento alle future edizioni, alle condizioni che saranno stabilite, auspicando che quanti hanno potuto fruire, negli anni, della competenza profusa generosamente fin qui, mi seguano nel sostenerne, anche per il futuro, una stabile ed apprezzata presenza.

    Con tanta cordialità,
    doct. Alfridus
    alfridus@libero.it
    non+autenticato
  • Conoscevo il sito Interlex da quando era nato e l'ho sempre utilizzato come punto di riferimento per tenermi aggiornato nel caos legislativo che ci circonda, per il mio lavoro (sono amministratore di un Internet Provider)tutte le volte che ho avuto bisogno di chiarimenti sulle leggi del mio settore e' sempre stato prezioso e utile, un'unica volta ho avuto bisogno di contattarli per e-mail per un chiarimento e ho avuto il piacere di avere una risposta immediata da parte dello stesso Cammarata.
    Ho fatto questa premessa perche' voglio ringraziare publicamente la redazione di Interlex, in effetti questa e-mail avrei gia' dovuto mandarla a loro da molto tempo, ma molte volte si danno le cose per scontate, e dire che io come addetto ai lavori dovevo capire la situazione meglio di tanti altri Sorride!!.
    non+autenticato
  • Grazie per le risposte, l'argomento è interessante.
    Quando ho scritto che ognuno... intendevo proprio questo.
    Da parte mia sono disposto a pagare un abbonamento, penso però che una o più soluzioni le potrebbero proporre proprio i diretti intetressati (PI, interlex, etc.);
    voglio dire, ragazzi... voi che idee avete in mente?
    Guardiamo alla realtà, che significa anche vedersi ripagato, prima o dopo, in termini economici, per quello che si è fatto - sopratutto se lo si è fatto bene.
    Quindi adesso tocca a voi, fate una proposta e ne discutiamo...

    non+autenticato
  • Non potevano chiedere quelli, sfruttando almeno qualche vantaggio della contestata legge sull'editoria?
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 15 discussioni)