Snapsoft promette la privacy dei telefonini

Una nuova soluzione di origine israeliana conta di catalizzare l'attenzione degli utenti che vogliono garantirsi conversazioni protette

Roma - La privacy è un problema e la cifratura delle conversazioni telefoniche sta diventando un argomento sempre più di attualità: appena pochi giorni fa PI ha parlato dell'NSK 200 di Sectra, che ha ottenuto l'autorevole accreditamento "top secret" da parte della Nato.

Ora giunge la notizia di un criptocell che si promette più versatile, poiché basato su una tecnologia che non richiede un hardware apposito: si chiama Snapsoft ed è stata realizzata dalla società israeliana Snapshield.

Soluzione di semplice utilizzo, il prodotto si basa sulla tecnologia di criptazione punto a multipunto brevettata dalla società israeliana e utilizzata sui dispositivi Snaptrunk e Snaptel, applicati su apparecchiature di telefonia fissa, e Snapcell (per la telefonia mobile).
Snapsoft, che sarà venduto in Italia attraverso Snapcom, avrà come target gli smartphone di ultima generazione, per il cui mercato si stima una crescita, a livello mondiale, fino a 28 milioni di unità per quest'anno e fino a 150 milioni entro tre anni.

Per utilizzare Snapsoft, gli smartphone non richiedono alcuna predisposizione hardware: sarà subito reso disponibile per piattaforma Windows (Pocket PC 2003) e presto lo sarà anche per gli apparecchi dotati di sistema operativo Symbian.

Dario Bonacina
TAG: 
8 Commenti alla Notizia Snapsoft promette la privacy dei telefonini
Ordina
  • Sai che privacy dagli israeliani........
    HHhhahahhhaahaaaaahhahah!!!!!!!!!!!!!!!!
    non+autenticato
  • Visto che possono essere intercettate solo da carabinieri e similia a che scopo cercare di nascondere le conversazioni? Deluso
    non+autenticato

  • > Visto che possono essere intercettate solo da
    > carabinieri e similia a che scopo cercare di
    > nascondere le conversazioni? Deluso

    tu ti fidi di carabinieri et similia?
    io NO
    non+autenticato
  • Per esempio perchè sono affari miei, e nè i carabinieri nè il padreterno devono averci nulla a che fare.

    Io ad esempio posso parlare di bombe e mitragliatrici e esplosivo al plastico riferendomi ad un videogioco e parlarne con un mio amico al telefono...senza descrivere il contesto potrei essere preso per terrorista, potrei parlare delle foto fatte ai miei figli ed essere preso per un pedofilo.

    Paranoia?

    E' probabile, ma visto che
    - di errori se ne fanno, anche se si è in buona fede
    - un agente di polizia ha il dovere di intervenire se esistono i sospetti che ci sia un reato
    - gli uomini non sempre sono in buona fede

    mi chiedo: perchè dare l'occasione a qualcuno di farmi del danno?
  • sì ma con un mandato carabinieri e polizia possono comunque intercettare la tua telefonata..

    o almeno così è scritto sul sito snapcom in riferimento allo snaptel.. forse per snapsoft la cosa sarà diversa
  • intanto se è crittata (crittata nel modo giusto, non con un servizio dell'operatore) possono intercettare quello che vogliono e poi buttarlo via, tanto non possono decrittarlo senza avere la chiave.

    Poi, non possono più mettersi in ascolto sperando di intercettare la parola sbagliata detta da qualcuno.

    Infine, si vabbè, con un mandato possono fare quello che vogliono, anche rubarmi tutto quello che possiedo e sbattermi in cella diendo che sono un pericoloso terrorista/pedofilo/quellochetipare, ma intanto devono prendermi di mira, non possono colpire nel mucchio.

    Non si tratta di essere inattaccabili, ma di rendere qualsiasi attacco così oneroso da scoraggiare qualsiasi attacco che non sia più che motivato.

    Se gli costasse 0 registrare e mantenere per sempre il contenuto di tutte le telefonate pensi che non lo farebbero (legge o non legge)? Se però ogni telefonata registrata costa giorni di lavoro per la decrittazione, allora il sogno del controllo totale sparisce. La polizia continuerà a occuparsi dei criminali veri come già fa, e tutti saranno più rilassati.
    non+autenticato
  • Un giorno non molto lontano tutte le reti telefoniche saranno partte di un'immensa rete dati (questione di anni, non di ere geologiche, vedi UMTS release 5)

    Anche i cellulari avranno un client VoIP, e a quel punto chiunque potrà cifrare il proprio traffico come meglio crede (come adesso fa anche Skype)

  • - Scritto da: localhost
    > Un giorno non molto lontano tutte le reti
    > telefoniche saranno partte di un'immensa rete
    > dati (questione di anni, non di ere geologiche,
    > vedi UMTS release 5)
    >
    > Anche i cellulari avranno un client VoIP, e a
    > quel punto chiunque potrà cifrare il proprio
    > traffico come meglio crede (come adesso fa anche
    > Skype)

    "leggine" permettendo
    non+autenticato