Robot X tiene al sicuro i bambini

Un coso iper-tecnologico di latta strepita, strilla e gassa chiunque tenti di rapire i bambini che tiene sotto sorveglianza. Per bidelli e baby-sitter, assicurano gli inventori, è suonata la campana

Osaka - L'industria nipponica continua a deliziare l'audience internazionale con progetti fantascientifici: l'ultimo progresso della robotica giapponese è un robosorvegliante che unisce tecnologia RFID e sicurezza pubblica. Il nuovo droide si chiama Robot X ed è prodotto da Secom. Inizialmente verrà proposto alle amministrazioni comunali di tutto il Giappone per sorvegliare i posti maggiormente frequentati dai più piccoli: giardini, aree per il divertimento e scuole elementari.

Alto poco meno di un metro e pesante circa 120 chili, questo sorvegliante in metallo e plastica vigilerà sull'incolumità dei bambini e sarà il loro punto di riferimento in caso di pericolo. Equipaggiati con braccialetti a radiofrequenza, i bimbi potranno richiamare immediatamente l'attenzione di Robot X in caso di aggressione o molestia: Secom promette che il babysitter robotico, armato di fumogeni e sirene, sarà capace di mettere in fuga maniaci e pedofili.

La sua dotazione multimediale è inoltre un buon strumento per aiutare le autorità nella cattura di eventuali molestatori: telecamere, microfoni e luci completano così l'equipaggiamento di questo innovativo robot. La sua unica pecca sembra essere una bassa velocità di movimento - circa 10 chilometri orari. L'ennesimo tentativo andato male di creare un robocop? No, ma semplicemente una maniera per risparmiare sui costi.
Il robot.. al lavoro - foto di PC Watch JapanIn una intervista apparsa sulla testata nipponica IT Media Lifestyle, un portavoce di Secom sostiene che l'obiettivo di Robot X è di abbattere il costo di bidelli e babysitter umani: "Una persona che faccia il piantone in un giardino costa molto di più rispetto al robot di nostra produzione". Robot X verrà presentato ufficialmente nel corso del Robotrex, una evento internazionale sulla robotica che si svolgerà ad Osaka nel corso di questo mese.

Per il momento questo avveniristico sistema di sicurezza è attivo soltanto nella prefettura di Osaka, ma molti soggetti istituzionali del lontanissimo Giappone hanno già espresso il loro interesse. Il piccolo automa, simile ad un grosso aspirapolvere, verrà noleggiato ai comuni per un prezzo di circa 2500 euro mensili - ci vorranno ancora molti anni prima di vedere Robot X nelle grandi catene di negozi.

Tommaso Lombardi
TAG: robotica
28 Commenti alla Notizia Robot X tiene al sicuro i bambini
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)