Ma chi paga le cartoline online?

I servizi di invio di e-card via internet che hanno iniziato a chiedere un corrispettivo hanno visto un declino del traffico. Una sorpresa?

Web - Un nuovo studio di Jupiter Media Metrix conferma quanto sia difficile passare, su internet, da un modello di business basato sull'offerta di servizi gratuiti ad uno che richiede all'utente un pagamento.

L'autorevole società di analisi del mercato ha infatti registrato un vistoso calo del traffico e dell'uso dei servizi di quelle attività online che, come AmericanGreetings.com, hanno deciso di far pagare l'invio di cartoline elettroniche di auguri e simili.

Secondo i rilevatori di Jupiter, i servizi gratuiti come quelli offerti da Yahoo! ed Hallmark continuano ad aumentare i propri utenti mentre AmericanGreetings.com nel solo mese di dicembre ha perso il 10 per cento dei propri utenti mentre addirittura il 22 per cento di calo l'ha registrato un altro colosso del settore, BlueMountain.com.
L'osservatorio ha anche segnalato che se in Hallmark.com la gran parte dell'advertising è dedicato a spingere gli utenti dei servizi gratuiti ad acquistare anche i prodotti a pagamento dell'azienda, i banner e le altre inserzioni su AmericanGreetings.com, considerato il leader del settore, sono invece perlopiù dedicati a "convertire" l'utenza al servizio a pagamento. Il comportamento dell'utente medio, segnala però Jupiter, si rivolge in questi casi a cercare servizi gratuiti non appena gli viene chiesto un pagamento.
17 Commenti alla Notizia Ma chi paga le cartoline online?
Ordina
  • Noi con www.pinupcard.com offriamo da un anno e mezzo la spedizione gratuita di Cartoline VERE. Il meccanismo è semplice. L'utente sceglie dal catalogo la foto ed inserisce online l'indirizzo postale del destinatario ed il suo messaggio . Viene invitato a sollecitare via e-mail uno sponsor del sito. Dall' altro lato noi procediamo alla stampa e spedizione estraendo dal database quantità di records concordate con le aziende. Nel periodo d'oro della new economy questo sistema garantiva anche la copertura del 60 % delle richieste. Ora siamo al 10 %. Il servizio è e rimarrà gratuito per l'utente, ma l'effettivo recapito dipende dalla capacità nostra e dell'utente di convincere lo sponsor a spesare cartolina e francobollo per la effettiva spedizione. E' inutile dire che in questo periodo di vacche magre scarseggiano generosi operatori economici ....
    non+autenticato
  • Vabbè, allora facciamo pagare tutto ciò che si trova on-line. Ci stanno levando tutto, ora anche le cartoline...

    non mi stupirò molto se a breve punti informatico inserirà quintali di banner o farà pagare le notizie....

    spero ciò non accada altrimenti sarà veramente la fine....

    saluti
    non+autenticato


  • - Scritto da: niknet
    > Vabbè, allora facciamo pagare tutto ciò che
    > si trova on-line. Ci stanno levando tutto,
    > ora anche le cartoline...
    >
    > non mi stupirò molto se a breve punti
    > informatico inserirà quintali di banner o
    > farà pagare le notizie....
    >
    > spero ciò non accada altrimenti sarà
    > veramente la fine....

    Mah, a volte mi chiedo anche io se su internet può sopravvivere il concetto del "tutto gratis".
    Però mi chiedo anche come mai stiamo passando spesso da buoni servizi gratis a servizi delle balle a pagamento.
    non+autenticato
  • le notizie da qualche parte gia` si pagano, quando anche i banner saranno a pagamento allora si` che avremo toccato il fondo
    non+autenticato
  • eh si...
    ad es la repubblica, si paga già
    e i così detti "loghi e suonerie gratis"
    SI PAGANO ECCOME con quello schifoso programmino che collega a 166,899 ecc..
    uno di una certa età c arriva, ma un bambino di 12 anni o + piccolo, non c pensa minimamente...
    saluti!
    non+autenticato
  • il modello tutto gratis e` fallito, gli operatori non ricevono lo stipendio,
    il modello a pagamento e` fallito, la gente non lo usa
    su internet funziona solo solo il modello volontariato, lo faccio per un mio divertimeno personale e provo soddisfazione ad essere online.

    proprio come negli anni 80`
    non+autenticato
  • Ciao,
    sono uno che si è appena registrato... lurkavo da tanto con rapidi interventi ogni tanto.

    Per adesso vi scriverò e potrete leggermi aggratis.

    Però a breve studierò una forma di licenza, pagherete un tot per leggere le mie impressioni sull'articolo, ma non potrete fare copia ed incolla delle mia parole.

    Andrè
    non+autenticato
  • io non pagherei mai X una cartolina virtuale.

    pagherei per un un servizio _ben fatto_ che ritengo utile.


    Secondo me il gratis su internete resterà per le cose di basso livello.
    Ma che per tanti bastano
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)