Skype accessibile dagli hot-spot Wi-Fi

L'intesa con una società specializzata permette al sistemino VoIP di spingersi sulle connessioni wireless più facilmente. I dettagli

Roma - Skype non ha certo bisogno di presentazioni, almeno per i lettori di PI: milioni di utenti utilizzano il suo sistema VoIP per parlare su Internet. Forse però ne ha ancora bisogno Boingo Wireless, società americana specializzata in servizi di connettività wireless.

Ieri le due aziende hanno annunciato la nascita del servizio "SkypeZones - powered by Boingo", un'offerta di accesso wireless illimitato su internet, a banda larga, per utilizzare i servizi VoIP di Skype da hot-spot wi-fi.

"I clienti e chi viaggia per affari" riferisce il comunicato congiunto delle due aziende "trarranno beneficio dalla libertà data dal basso costo, dalla qualità superiore nelle conversazioni telefoniche in mobilità, con l'integrazione dell'accesso Wi-Fi e il sistema di comunicazioni multifunzione di Skype".
SkypeZone, per ora disponibile solo in versione Windows, è già attivo su 18000 hot-spot Wi-Fi presenti sulla rete Boingo.
Gli utenti in prossimità di un hot spot avranno la possibilità di accedere ai servizi Skype attraverso il software "SkypeZones - powered by Boingo", che include lo sniffer Wi-Fi Boingo, con cui gestiranno facilmente l'autenticazione, il collegamento e il roaming. Una volta collegati, potranno utilizzare tranquillamente Skype accedendo a tutte le sue funzioni.

"La collaborazione con Skype dimostra l'evoluzione delle possibilità date dall'integrazione tra l'accesso pubblico Wi-Fi e la tecnologia VoIP, consentendo l'uso di applicazioni a valore aggiunto che permettono connettività e produttività in mobilità", riferisce David Hagan, CEO e presidente di Boingo.
Il servizio, al momento, è offerto ad un costo di 7,5 dollari al mese (quasi 6,5 euro) per un utilizzo "flat", mentre una connessione "di prova" della durata di 2 ore costa 2,95 dollari (circa 2,5 euro).

Ma essendo il servizio ancora in fase di beta-test, le tariffe sono certamente suscettibili di variazioni.

Dario Bonacina
TAG: