TRE, accuse di pubblicità ingannevole

I consumatori all'attacco su un'offerta del gruppo H3G che a loro dire nasconde i veri costi per l'utente. Partita denuncia all'Antitrust

Roma - Non va giù ai consumatori la campagna pubblicitaria che TRE ha varato per promuovere la sua offerta Super Ricarica 9000 in quanto non la canterebbe giusta sugli oneri a cui l'utente deve andare incontro.

"E' uno specchietto per le allodole - hanno dichiarato Adusbef e Federconsumatori - perché il cliente deve spendere 4.500 euro, 25 euro al mese - per poi ottenere non una normale ricarica ma un credito in prestazione dal valore di pochissimi giorni".

Secondo le due associazioni, infatti, l'offerta prevede sì un bonus di 50 euro per chi acquista 20 euro netti almeno di traffico mensile ma è un bonus "che però verrà erogato in un giorno intercorrente tra il 16 e il 22 del mese in corso". In sostanza, dunque, l'utente "nel caso in cui il bonus venga erogato il 22 del mese, avrà quasi solo 8 giorni di tempo per consumare 50 euro di traffico".
Le due associazioni hanno mandato una segnalazione all'Antitrust affinché indaghi sul caso.
TAG: tre