BBC, svolta open e guai closed

L'emittente pubblica della Gran Bretagna apre il codice dei propri software e passa guai per colpa delle sinfonie di Beethoven

Londra - Dopo l'annuncio di un rivoluzionario sistema P2P per la distribuzione dei contenuti, BBC stupisce ancora e rilascia il codice sorgente di alcuni software utilizzati per le trasmissioni multimediali. La società britannica non perde l'occasione per dimostrarsi l'emittente pubblica più all'avanguardia del panorama europeo.

"L'open source è incredibile", si legge sul sito di BBC OpenSource, "perché mette a disposizione dell'audience nuovi strumenti". Lo sviluppo di software a codice chiuso, secondo i responsabili del progetto, aumenta soltanto i costi di produzione. Un prezzo che grava sulle spalle degli utenti finali: ed ecco allora una valanga di progetti rilasciati sotto licenza GPL. Dal codec video fino ai motori grafici per la creazione di ambienti tridimensionali.

"Il business della BBC è rappresentato dai contenuti, niente più: non vogliamo utilizzare codec e programmi proprietari", dice senza troppi problemi Tim Borer, manager della nuova piattaforma opensource di BBC. "Visto che siamo finanziati dai cittadini britannici", continua Borer, "è giusto che i nostri utenti abbiano a disposizione tutto quello che produciamo" - software incluso. La parola d'ordine di BBC, da sempre immersa nell'universo digitale, è valore per il pubblico: cultura ed informazione per tutti.
Naturalmente i progetti GPL rilasciati da BBC non sono destinati solo ai sudditi della corona britannica: sono tutti liberi, mentre alcuni contano addirittura una presenza sul network di SourceForge.

Ma la linea d'azione ultraprogressista di BBC è riuscita a scomodare qualcuno - e c'era da immaginarselo. Durante il mese di giugno, il sito della radio pubblica ha diffuso gratuitamente le registrazioni di alcune sinfonie di Beethoven eseguite dalla BBC Philarmonic. Le splendide sinfonie, rese disponibili in un formato per il download, hanno scatenato le ire dei discografici.

"La BBC non valuta il vero valore della musica classica, è palese", sostiene Anthony Anderson, manager dell'etichetta Naxos, specializzata nella pubblicazione di musica classica. "Il messaggio trasmesso al pubblico è che scaricare gratuitamente le canzoni da Internet è una cosa del tutto lecita e normale", ha concluso Anderson in un violento attacco pubblico contro il broadcaster opensource.

Tommaso Lombardi
51 Commenti alla Notizia BBC, svolta open e guai closed
Ordina
  • Quand'è che mettono lo streaming della radio via Ogg Vorbis?Triste
    non+autenticato
  • fa concorrenza sleale
    Independent Online Edition: Secondo il giornale inglese The Independent, le case discografiche specializzate in musica classica sono infuriate con la BBC perché ha consentito lo scaricamento gratuito delle nove sinfonie di Beethoven.

    Le sinfonie sono state scaricate oltre un milione di volte durante il periodo per il quale sono state messe a disposizione in formato MP3 senza protezioni (ma con una licenza che ne vieta la ridistribuzione).

    Secondo il giornale, "l'iniziativa ha fatto infuriare i capi delle principali etichette di musica classica, che sostengono che l'offerta mina il valore della musica e che eventuali ulteriori offerte costituirebbero concorrenza sleale."

    Calma un attimo. La BBC ha pagato un'orchestra per eseguire le sinfonie. Lo spartito di Beethoven è fuori dai vincoli del diritto d'autore e quindi chiunque lo può suonare. Secondo il diritto d'autore, quindi, la BBC ha piena facoltà di suonare Beethoven, e oltretutto se le va ha piena facoltà anche di offrire gratuitamente la propria esecuzione. Il diritto d'autore lo consente. Non c'è scritto da nessuna parte che si debba vendere la propria opera: il diritto d'autore dice semplicemente che il titolare dei diritti può disporre dell'opera a proprio piacimento e ne è padre-padrone.

    Olretutto, se offrire musica gratuitamente è "concorrenza sleale", allora anche un telegiornale offerto dalla BBC è "concorrenza sleale" rispetto all'informazione a pagamento dei canali commerciali? Le medicine e le cure dispensate dal servizio sanitario nazionale sono "concorrenza sleale" rispetto alle farmacie e alle cliniche private?

    O invece permettere di scaricare Beethoven avvicinerà più gente alla musica classica, che quindi sarà più incentivata a comperare CD (qualitativamente molto superiori a un MP3)?

    Ancora una volta, i discografici hanno perso un'occasione per starsene zitti.

    # pubblicato da Paolo Attivissimo : 7/14/2005 08:13:00 AM (http://attivissimo.blogspot.com/)
    non+autenticato
  • Dato che le registrazioni sono della BBC, mi pare che la BBC possa farne quel che vuole, e non vedo ragione di polemiche. Invece, avendone scaricate un paio per curiosità, devo far presente che la delusione nell'ascoltare questi 'acrocchi' è stata tanta. Abituato a sentire, all'inizio della quinta, un crescendo che con un buon impianto Hi-Fi quasi ti dà l'impressione di sollevarti in alto, in quelle registraziondi di questo crescendo prorpio non era rimasto niente. Peccato. Non vale proprio la pena.

    desolatamente
    lorenzaccio
  • English People,

    dopo il modo orgoglioso e fermo con cui hanno reagito alla vile barbarie delle bombe a Londra, tirando dritto, senza piangersi addosso, guardando solo avanti, prendendo l'evento per quello che è ovvero un atto di vigliaccheria senza senso

    dopo questa presa di posizione della BBC che mette a disposizione di tutti i cittadini ciò che è prodotto con i soldi pubblici

    si comprende meglio come abbia fatto quel popolo a sconfiggere il nazismo in europa,
    si capisce come mai hanno un Parlamento di così alta statura morale
    si intuisce che possano dare un forte contributo all'Europa democratica e non asservita a certi particolari interessi di mercato

    i'd like to give
    my best regards and congratulations !
    :)
  • ... e finalmente anche la BBC ha scoperto che è possibile far gravare i costi di produzione sulle spalle dei muli open source che, convinti si salvare il mondo, lavoreranno gratis giorno e notte nello sviluppo dei codec per la BiBBi$i

    caz*o dovete svegliarvi!

    maledetto fanatismo Arrabbiato
    non+autenticato
  • bisogno di un cordiale?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > ... e finalmente anche la BBC ha scoperto che è
    > possibile far gravare i costi di produzione sulle
    > spalle dei muli open source che, convinti si
    > salvare il mondo, lavoreranno gratis giorno e
    > notte nello sviluppo dei codec per la BiBBi$i
    >
    > caz*o dovete svegliarvi!
    >
    > maledetto fanatismo Arrabbiato

    Ma tu passi la vita a cliccare sul bottoncino refresh del tuo browser in attesa del momento buono per trollare?

    Ecco perche' era giu' PI stamattinaCon la lingua fuori

    Hai cosi' tanta paura dell'Open Source da diventare un accanito fanatico antiOSS?
    Smettila di infestare i forum di PI senza affermare nulla di costruttivo.
    Non ne possiamo piu'. Davvero.

    Saluti

  • - Scritto da: Anonimo
    > ... e finalmente anche la BBC ha scoperto che è
    > possibile far gravare i costi di produzione sulle
    > spalle dei muli open source che, convinti si
    > salvare il mondo, lavoreranno gratis giorno e
    > notte nello sviluppo dei codec per la BiBBi$i
    >
    > caz*o dovete svegliarvi!
    >
    > maledetto fanatismo Arrabbiato
    Ma in che modo vivi, Sei talmete distante dal mondo dell'open source che, nel tuo immaginario (e di tutti gli altri programmatori frustrati dalla paura di essere licenziati a causa del momento economico attuale) pensi che il lavoro rilasciato sotto licenza GNU sia fatto dal ragazzino che scarica il codice da internet e gli fa la sua modifica.
    Informati i programmatori a partire da Linus Torvald lavorano sodo e sono pagati per le loro prestazioni probabilmete anche meglio di te.
    Se poi uno sa far meglio ( magari anche gratis ) un lavoro per il quale tu ti fai pagare allora sei tu che devi stare fuori dal mercato !
    E furi dal mercato DEVONO andare anche le aziende che offrono assistenza tecnica e si fanno pagare 100 Euro all'ora per configuarti una stampante o per istallarti un driver, hanno succhiato il sangue delle aziende sfruttando la loro ignoranza o quelle che sembra che abbiano inventato tutto loro quando ti fanno un programmino del cazzo che oltretutto non si prendono nemmeno la briga di fare un buon debug !
    Impara a lavorare prima di parlare degli altri. Nei momenti di crisi i primi a morire sono gli esperti improvvisati e il mondo che è fatto cosi non devi inventarti i fanatici !!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > ... e finalmente anche la BBC ha scoperto che è
    > > possibile far gravare i costi di produzione
    > sulle
    > > spalle dei muli open source che, convinti si
    > > salvare il mondo, lavoreranno gratis giorno e
    > > notte nello sviluppo dei codec per la BiBBi$i
    > >
    > > caz*o dovete svegliarvi!
    > >
    > > maledetto fanatismo Arrabbiato
    > Ma in che modo vivi, Sei talmete distante dal
    > mondo dell'open source che, nel tuo immaginario
    > (e di tutti gli altri programmatori frustrati
    > dalla paura di essere licenziati a causa del
    > momento economico attuale) pensi che il lavoro
    > rilasciato sotto licenza GNU sia fatto dal
    > ragazzino che scarica il codice da internet e gli
    > fa la sua modifica.

    chi rilascia sotto gnu è solo un ingenuo fanatico oppure un'azienda hardware o che non ha nulla a che vedere con il software in modo diretto

    > Informati i programmatori a partire da Linus
    > Torvald lavorano sodo e sono pagati per le loro
    > prestazioni probabilmete anche meglio di te.

    ma che fai l'esempio di torvalrd?

    è un po' come se io facessi l'esempio di bill gates quando si parla di scenario italiano delle software house

    > Se poi uno sa far meglio ( magari anche gratis )
    > un lavoro per il quale tu ti fai pagare allora
    > sei tu che devi stare fuori dal mercato !

    allora da domani prova a vendere il pane gratis nella tua città e vedi cosa succede

    sveglieti bimbo, l'open source e tutto il freesoftware sono una piaga a favore di pochi grossi volponi

    e i fanatici abboccano... lo capirete fra qualche anno

    > E furi dal mercato DEVONO andare anche le aziende
    > che offrono assistenza tecnica e si fanno pagare
    > 100 Euro all'ora per configuarti una stampante o
    > per istallarti un driver, hanno succhiato il

    allora se devono andare fuori quelli che si fanno pagare, figurati quelli che sviluppano software gratis

    tu difendi il consumatore (probabilmente sei solo uno studente) e io difendo la categoria degli sviluppatori e delle software house piccole e medie

    che c'è di tanto anomalo?

    > sangue delle aziende sfruttando la loro ignoranza
    > o quelle che sembra che abbiano inventato tutto
    > loro quando ti fanno un programmino del cazzo che
    > oltretutto non si prendono nemmeno la briga di
    > fare un buon debug !

    ma cosa c'entra questo... tu continua pure a fare lo studentello universitario che domani hai un altro esame

    il tuo odio verso il lavoro e il mercato è solo meschino

    > Impara a lavorare prima di parlare degli altri.

    a me l'open source non mi reca alcun problema per la tipologia di software che sviluppo

    ritengo comunque che qualcuno meno sovversivo dovrebbe imparare a criticare chi sfrutta in nome dell'open source e non fare l'indifferente per timore di essere considerato pretoriano di redmond

    > Nei momenti di crisi i primi a morire sono gli
    > esperti improvvisati e il mondo che è fatto cosi
    > non devi inventarti i fanatici !!

    se non sei uno studentello allora vuol dire che ti ritieni così capace ed esperto da affrontare la crisi che porterà l'open source...

    spero solo per te che non sei un programmatore dipendente
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > ... e finalmente anche la BBC ha scoperto che
    > è
    > > > possibile far gravare i costi di produzione
    > > sulle
    > > > spalle dei muli open source che, convinti si
    > > > salvare il mondo, lavoreranno gratis giorno e
    > > > notte nello sviluppo dei codec per la BiBBi$i
    > > >
    > > > caz*o dovete svegliarvi!
    > > >
    > > > maledetto fanatismo Arrabbiato
    > > Ma in che modo vivi, Sei talmete distante dal
    > > mondo dell'open source che, nel tuo immaginario
    > > (e di tutti gli altri programmatori frustrati
    > > dalla paura di essere licenziati a causa del
    > > momento economico attuale) pensi che il lavoro
    > > rilasciato sotto licenza GNU sia fatto dal
    > > ragazzino che scarica il codice da internet e
    > gli
    > > fa la sua modifica.
    >
    > chi rilascia sotto gnu è solo un ingenuo fanatico
    > oppure un'azienda hardware o che non ha nulla a
    > che vedere con il software in modo diretto

    Di solito chi rilascia sotto gnu lo fa per dare maggior visibilità o per incentivarne l'uso.
    Non per il gusto di fare scelte alla moda ma per una politica scelta strategica.


    > > Informati i programmatori a partire da Linus
    > > Torvald lavorano sodo e sono pagati per le loro
    > > prestazioni probabilmete anche meglio di te.
    >
    > ma che fai l'esempio di torvalrd?

    No, infatti c'è scritto "a partire da" ossia partendo dal più famoso. La maggior parte dei Kernel Hackers lavora per aziende tipo Intel, AMD, Novel, IBM, Oracle,...


    > è un po' come se io facessi l'esempio di bill
    > gates quando si parla di scenario italiano delle
    > software house
    >
    > > Se poi uno sa far meglio ( magari anche gratis )
    > > un lavoro per il quale tu ti fai pagare allora
    > > sei tu che devi stare fuori dal mercato !
    >
    > allora da domani prova a vendere il pane gratis
    > nella tua città e vedi cosa succede

    Bell'esempio, non fa una piega.. ti rispondo in modo ironico poichè ci vorrebbe troppo per dire quanto strampalato sia l'esempio scelto.

    > sveglieti bimbo, l'open source e tutto il
    > freesoftware sono una piaga a favore di pochi
    > grossi volponi

    Fai i nomi di questi grossi volponi e poi possiamo discuterne..

    > e i fanatici abboccano...

    abbocca chi è interessato o chi puo tranre profitto per la propria attività non è che la gente si metta ad analizzare il codice di cose di cui non se ne fa nulla per il solo gusto di fare hacking.

    > > E fuori dal mercato DEVONO andare anche le
    > aziende
    > > che offrono assistenza tecnica e si fanno pagare
    > > 100 Euro all'ora per configuarti una stampante o
    > > per istallarti un driver, hanno succhiato il
    >
    > allora se devono andare fuori quelli che si fanno
    > pagare, figurati quelli che sviluppano software
    > gratis

    Ma non ti sembra che uno che si fa pagare 100Euro per installare una stampante è un ladro, e se ti sembra forte ladro va bene anche immorale ma il concetto rimane quello.
    Queste persone sono le prime che si lamentano se poi la gente cerca altre soluzioni per risolvere i propri problemi.
    La stessa cosa avviene nel campo del software, dove le aziende erano più impegnate a spremere i clienti che a fidelizzarli ed ora ne pagano le conseguenze, chiaramente non tutte...


    > tu difendi il consumatore (probabilmente sei solo
    > uno studente) e io difendo la categoria degli
    > sviluppatori e delle software house piccole e
    > medie
    >
    > che c'è di tanto anomalo?

    che difendi uno status della categoria non la categoria nel suo essere.
    Inoltre per le piccole software house non cambia molto tra il produrre software open o closed source, difatti fanno cose talmente di nicchia o personalizzate che difficilmente uno puo' prenderlo ed usarlo semplicemente per altri lavori. Per il consumatore invece cambierebbe che cosata di meno poichè va a pagare solo il lavoro del programmatore e non i costi di licenza imposti, che oltretutto non vanno al programmatore il quale rivende solo la licenza di utilizzo e guadagna per l'attività di programmazione e di assistenza ed in minima parte per la rivendita delle licenze.


    > > sangue delle aziende sfruttando la loro
    > ignoranza
    > > o quelle che sembra che abbiano inventato tutto
    > > loro quando ti fanno un programmino del cazzo
    > che
    > > oltretutto non si prendono nemmeno la briga di
    > > fare un buon debug !
    >
    > ma cosa c'entra questo... tu continua pure a fare
    > lo studentello universitario che domani hai un
    > altro esame
    e da un pezzo che ho finito di fare esami se per questo..
    ma il discorso non cambia anche se fossi solo alle superiori...

    > il tuo odio verso il lavoro e il mercato è solo
    > meschino

    io lavoro ed ho anche a che fare parecchio con gente che quando può cerca di fregarti, e poi stupita si chiede come mai cambi fornitore e vai da un'altra parte...
    Se produco con costi alti sono fuori dal mercato, se ho dei costi alti la gente non compra i miei prodotti, ma non posso prendermenla con chi produce a meno (sempre che sia nella legalità) magari perchè è riuscita a spendere meno per il software (anche se è difficile risparmiare solo con quello ma vabbe'...).
    Per esempio dammi un solo motivo x il quale non dovrei usare open office che è gratuito se poi lo uso in maniera indetica ad un programma a pagamento.
    Se ti chiedo una personalizzazione tu ti fai pagare ugualmente, non è che se il software è gratis anche le personalizzazioni seguono lo stesso trend..


    > > Impara a lavorare prima di parlare degli altri.
    >
    > a me l'open source non mi reca alcun problema per
    > la tipologia di software che sviluppo
    >
    > ritengo comunque che qualcuno meno sovversivo
    > dovrebbe imparare a criticare chi sfrutta in nome
    > dell'open source e non fare l'indifferente per
    > timore di essere considerato pretoriano di
    > redmond

    Beh i furboni sono ovunque, e bisogna fare attenzione sempre...

    > > Nei momenti di crisi i primi a morire sono gli
    > > esperti improvvisati e il mondo che è fatto cosi
    > > non devi inventarti i fanatici !!
    >
    > se non sei uno studentello allora vuol dire che
    > ti ritieni così capace ed esperto da affrontare
    > la crisi che porterà l'open source...

    Se ritieni l'open source la sola cusa della crisi che stiamo passando, mi sebra che fai un'analisi un po' troppo superficiale

    > spero solo per te che non sei un programmatore
    > dipendente
    se va di merda, va di merda a tutti non solo ai programmatori, anzi chi non ti chiama probabilmente o a trovato di meglio o sta nella merda anche lui...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > E furi dal mercato DEVONO andare anche le aziende
    > che offrono assistenza tecnica e si fanno pagare
    > 100 Euro all'ora per configuarti una stampante o
    > per istallarti un driver, hanno succhiato il
    > sangue delle aziende sfruttando la loro ignoranza
    > o quelle che sembra che abbiano inventato tutto
    > loro quando ti fanno un programmino del cazzo che
    > oltretutto non si prendono nemmeno la briga di
    > fare un buon debug !

    Fuori RedHat dal mercato?
    Perchè ti vendono a 100 euro quello che puoi scaricare gratis...

  • - Scritto da: shezan74
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > E furi dal mercato DEVONO andare anche le
    > aziende
    > > che offrono assistenza tecnica e si fanno pagare
    > > 100 Euro all'ora per configuarti una stampante o
    > > per istallarti un driver, hanno succhiato il
    > > sangue delle aziende sfruttando la loro
    > ignoranza
    > > o quelle che sembra che abbiano inventato tutto
    > > loro quando ti fanno un programmino del cazzo
    > che
    > > oltretutto non si prendono nemmeno la briga di
    > > fare un buon debug !
    >
    > Fuori RedHat dal mercato?
    > Perchè ti vendono a 100 euro quello che puoi
    > scaricare gratis...
    INORMATIIIII...
    Red Hat ti vende il supporto non il software.
    magari prova con un altro esempio...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 14 discussioni)