HighScore/ Sony e nVidia oltre PS3

I piani di nVidia prevedono un lungo sodalizio con Sony, che andrà oltre la collaborazione per il chipset grafico di Playstation 3. David Kirk traccia il profilo di un rapporto idilliaco, e difende RSX dalle critiche ATI

Roma - David Kirk, chief scientist di Nvidia e capo dei team che stanno lavorando su GeForce 7800 e sul chipset grafico di PlayStation 3, ha rivelato che l'azienda ha in mente di rimanere a stretto contatto con Sony in futuro.

"Sinora il nostro rapporto con Sony è stato magnifico", ha rivelato al sito web britannico Bit-Tech. "Abbiamo un legame più stretto e condividiamo una visione più ampia del futuro dell'informatica e della grafica". Con Microsoft, il chipmaker aveva lavorato con il classico schema cliente-fornitore, mentre con Sony c'è stata una collaborazione già dalla fase di progetto del chip RSX che sarà montato sulla console di prossima generazione. "Quando ci siamo incontrati alcuni anni fa, abbiamo trovato una visione e una esperienza condivisa. Sembrerà un cliché, ma le aziende giapponesi cercano spesso di creare una visione e poi di realizzarla facendo evolvere la tecnologia, e non il contrario. Noi abbiamo creduto in questo."

Kirk prosegue: "La nostra condivisione ci ha condotto verso aree produttive che vanno oltre PlayStation 3, il patto è strutturato in modo che entrambe le aziende ne traggano profitto. Si tratta di un rapporto veramente ottimo".
Kirk ha anche affrontato l'argomento "Unified Model vs. Discrete Pipeline" con cui ATI sta rilanciando l'immagine di potenza del chip grafico di Xbox 360. Il suo argomento principale è che sarebbe estremamente difficile progettare un processore grafico basato su Unified Model: "E' una sfida creare un chip che faccia load balancing e performance prediction. È estremamente importante, in particolare per una console, avere performance predicibili. Con tutto quel load balancing è difficile prevedere quale sarà la prestazione del chip. Ho persino sentito che alcuni sviluppatori non amano la unified pipe, e starebbero gestendo i calcoli sui vertici direttamente sulla CPU a triplo core di Xbox 360".

Fonte: HighScore.it