On-line il nuovo TeamMosaico.biz

Sito del primo gestionale open source italiano

Roma - Mosaico Sorgenteaperto, definito dai suoi autori "il primo gestionale open source italiano", è online con un nuovo sito raggiungibile all'indirizzo teammosaico.biz.

Il nuovo sito, dedicato alla gestione dell'impresa con Mosaico, è stato ideato e realizzato da Whag, società italiana attiva nella progettazione e implementazione di soluzioni gestionali.

"Il nuovo sito vuole essere il punto di riferimento per chi crede nella valida alternativa offerta dai prodotti gestionali open source", si legge in un comunicato. "Distribuire i sorgenti del programma: questa è la rivoluzione dell'open source. Il software è quindi modificabile, totalmente personalizzabile e libero da costi di licenza, il tutto a favore della sua maggior diffusione".

"Otto anni fa ci siamo rivolti alle PMI italiane con un progetto che ad oggi è risultato vincente: offrire un valido strumento che consente alle aziende di amministrare in completa autonomia tutte le attività di gestione dell'impresa, quali magazzino, ciclo di fatturazione attivo e passivo, esportazione dati contabili, e molto altro", ha affermato Carlo Cassinari, ideatore e responsabile del progetto Mosaico che Punto Informatico intervistò nel giugno del 2002.
"Sono oltre 20.000 le aziende che ad oggi utilizzano quotidianamente Mosaico", ha continuato Andrea Rosa, responsabile commerciale di Whag. "Con questo nuovo portale vogliamo garantire un servizio ancora più completo alle aziende che ci contattano, attraverso sezioni dedicate e una migliore usability".
11 Commenti alla Notizia On-line il nuovo TeamMosaico.biz
Ordina
  • teoricamente il modello open source "può" andare bene per piccoli progetti... ma se volete vivere di assistenza dovrete andare dietro ai vostri 20 mila "clienti" che tra l'altro non hanno affatto intenzione di pagare più di quanto darebbero per una versione closed (100 - 200 euro)

    insomma, il caos più totale

    contenti voi...

    PS. Parlo anche con esperienza personale in tristi avventure simili.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > teoricamente il modello open source "può" andare
    > bene per piccoli progetti... ma se volete vivere
    > di assistenza

    Stai parlando del modello gpl rilasciare il codice sorgente non implica il fatto di regalare il software
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > teoricamente il modello open source "può" andare
    > > bene per piccoli progetti... ma se volete vivere
    > > di assistenza
    >
    > Stai parlando del modello gpl rilasciare il
    > codice sorgente non implica il fatto di regalare
    > il software

    di fatto mosaico è gratis 100%, mi sembra invece di capire che forse loro si finanziano più con con corsi di aggiornamento e tutorial legati all'impresa

    ma da qui a parlare di modello business open source non rimane che sbellicarsi dalle risate
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > teoricamente il modello open source "può" andare
    > bene per piccoli progetti... ma se volete vivere
    > di assistenza dovrete andare dietro ai vostri 20
    > mila "clienti" che tra l'altro non hanno affatto
    > intenzione di pagare più di quanto darebbero per
    > una versione closed (100 - 200 euro)

    Scrivi a RedHat, magate ti rispondono.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Scrivi a RedHat, magate ti rispondono.

    Uhm le distribuzioni Enterprise sono gratis?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Scrivi a RedHat, magate ti rispondono.

    > Uhm le distribuzioni Enterprise sono gratis?

    Bho ! Scrivi a RedHat, magate ti rispondono.
    E poi dicci cosa ti hanno detto.
    non+autenticato
  • Giuro, non ce la faccio più a spiegare a questi come funziona il modello. Facciamo così, non appena li pubblicano spendi 9 euro al Cerved e guarda i bilanci della mia azienda, si sa mai che tu riesca a capire da solo quello che mille persone tentano di spiegarti.
    Saluti
    Cla!
    cla
    397

  • - Scritto da: cla
    > Giuro, non ce la faccio più a spiegare a questi
    > come funziona il modello.

    con le personalizzazioni a 20 mila aziende? Rotola dal ridere

    > Facciamo così, non
    > appena li pubblicano spendi 9 euro al Cerved e
    > guarda i bilanci della mia azienda, si sa mai che
    > tu riesca a capire da solo quello che mille
    > persone tentano di spiegarti.

    non metto in dubbio che l'azienda stia prosperando, tuttavia ritengo che con il software open source di fatto è impossibile fare business e nemmeno sostenersi

    in tal caso bisogna inventarsi delle attività supplementari: corsi, assistenza telefonica 199, donazioni

    ma non so a voi, ma tutto ciò mi mette tristezza Triste

    > Saluti
    > Cla!

    ciao
    non+autenticato
  • Campare non è il termine giusto.
    Noi prosperiamo con l'open source, i nostri bilanci hanno sofferto solo i primi anni ma ora vanno a gonfie vele.
    Proprio come la mia barca a vela OCEANIS 411 garantita BENETEAU di 12 metri che mi sono potuto comprare...

    A bocca aperta
    non+autenticato
  • Ero preoccupato che foste spariti, poi dovevo andare in giro a dire che il progetto OS italiano più grosso era il nostro Occhiolino

    Salutoni e buon lavoro!
    Cla

    www.docebolms.org
    cla
    397
  • E auguri di ottima riuscita.
    non+autenticato