HighScore/ PS3, arrivano i kit per sviluppatori

Presso il PlayStation Meeting tenutosi a Tokyo, Kutaragi ha presentato il nuovo development kit di PlayStation 3, divulgando nuovi dettagli sui vari middleware inclusi. Alcuni giochi saranno giocabili già al prossimo Tokyo Game Show

Tokyo (Giappone) - Ken Kutaragi, presidente di Sony Computer Entertainment, ha presentato i nuovi development kit al PlayStation Meeting tenutosi a Tokyo la settimana scorsa. Inoltre, ha fugato i dubbi sulle presunte difficoltà di programmazione della nuova console e ha presentato i nuovi titoli in programma.

Kutaragi ha ribadito la retrocompatibilità della console e il pieno supporto dello standard TV ad alta definizione, pronosticando un ciclo di vita decennale grazie all'implementazione di nuove tecnologie, fra cui Blu-ray. Proprio per questo, Kutaragi ha confermato che PlayStation 3 non sarà economica, ma ha anche garantito che Sony farà di tutto per mantenere il prezzo il più abbordabile possibile. "Non rivelerò il prezzo oggi. Intendo solo dire che sarà costosa", ha affermato Kutaragi.

La discussione si è poi spostata verso gli sviluppatori e i development kit. Attualmente, sono stati distribuiti soltanto 450 kit di sviluppo e, nonostante nei prossimi mesi ne verranno prodotti altri 500, bisognerà attendere fino a ottobre per soddisfare l'ingente richiesta da parte degli sviluppatori. Kutaragi ha inoltre dichiarato che la versione finale del kit di sviluppo sarà disponibile per dicembre e che solo allora il clock del cell verrà portato a 3,2 GHz dai 2,4 GHz attuali.
Conscio dei timori degli sviluppatori circa la presunta difficoltà di programmazione di PlayStation 3, Kutaragi ha illustrato il pacchetto di programmi middleware che li aiuteranno a sfruttare con semplicità le capacità della nuova console. Il presidente di SCE ha dichiarato che Sony ha stipulato accordi con numerose società produttrici di rinomati tool di sviluppo da includere nel development kit di base. Havok e Ageia, due fra i migliori motori fisici in circolazione, saranno disponibili con il kit di sviluppo di PlayStation 3, insieme a diversi programmi sviluppati interamente da nVidia per facilitare l'accesso alle funzioni avanzate del chip grafico RSX. Inoltre, è stata garantita la compatibilità con le API standard Open GL/ES.

L'accordo con Transmeta Corporation porterà diversi programmi per l'ottimizzazione del codice per il Cell, oltre che una suite di emulazione per verificare l'efficienza delle sette SPE di PlayStation 3 su un normale PC. Dopo un decennio di collaborazioni, invece, Sony ha comunicato l'acquisizione di SN Systems Limited, azienda produttrice di programmi middleware meglio conosciuta per il tool ProDG. Oltre a SN Systems, la lista dei produttori di middleware per PlayStation 3 include Metrowerks, CRI Middleware, NDL, Web Technology, Alia, Dolby, Softimage, Autodesk e RAD. Infine, i development kit includeranno una versione demo dell'Unreal Engine 3 fornito da Epic Games, che potrà essere acquistata separatamente dagli sviluppatori interessati.

Naturalmente è stato lasciato uno spazio di riguardo ai demo e ai giochi in fase di produzione in grado di mostrare la tecnologia che c'è alle spalle di PlayStation 3. Epic Games, Bandai e Koei hanno mostrato demo in tempo reale impressionanti. I Gundam di Bandai erano estremamente definiti anche se veniva usato un solo SPE (il framerate era però piuttosto zoppicante), mentre il Ni-Oh di Koei mostrava un dettaglio grafico dei personaggi strabiliante. Invece che dai 1.000 poligoni dell'attuale generazione, i personaggi del demo Koei ne avevano 1 milione e mezzo, fattore che permetteva di mostrare anche i pori della pelle.

Di seguito ai demo in tempo reale, Sony ha mostrato alcuni filmati relativi al gameplay di nuovi giochi in produzione, come Lair (Factor 5 e SCEA), Endless Saga (Webzen), un nuovo episodio di Genji (Game Republic), Project Force (From Software) e Resident Evil 5 (Capcom). Nei commenti finali, Kutaragi ha anticipato che i demo di PlayStation 3 saranno giocabili al prossimo Tokyo Game Show di settembre. "Speriamo che il Tokyo Game Show sia una possibilità per tutti di conoscere e, possibilmente, sperimentare la nuova generazione", ha commentato. Il Tokyo Game Show vedrà in diretta concorrenza anche Microsoft, impegnata a riscattare la propria reputazione nella Terra del Sol Levante con Xbox 360: si preannunciano scintille.

Fonte: HighScore.it