Provider come gli OLO: sì della Camera

Per i fornitori significa l'accesso alle reti infrastrutturali alle stesse condizioni degli operatori telefonici. La palla passa al Senato. Presto i provider potranno anche offrire flat senza dipendere dagli OLO. Più scelte per l'utente

Provider come gli OLO: sì della CameraRoma - Non si può ancora parlare di risultato acquisito ma di certo ieri i provider italiani hanno tirato un primo sospiro di sollievo quando la Camera ha approvato la legge che li equipara agli operatori telefonici in materia di accesso alle reti infrastrutturali. Perché il provvedimento diventi definitivo, però, dovrà passare anche al Senato.

La normativa, approvata in sede legislativa dalla Commissione Trasporti e TLC, è stata lungamente auspicata da tutte le parti politiche nella scorsa legislatura, ma la sua approvazione non è arrivata in tempo prima dello scioglimento delle Camere. Un ritardo che è costato non poco al settore, che in questi anni ha visto chiudere numerose imprese. Si tratta dunque di una legge che ora potrebbe ridare una tardiva fiducia agli ISP, duramente colpiti dalle trasformazioni del mercato telefonico e dall'esclusione nell'accesso paritario alle reti.

Stando alla legge, gli operatori "autorizzati ai servizi di trasmissione dati e accesso ad internet" hanno "diritto a fruire delle condizioni economiche applicate agli organismi di tlc titolari di licenza individuale sulla base dell'offerta di interconnessione di riferimento pubblicata da un organismo di tlc notificato quale avente significativo potere di mercato, secondo i criteri definiti dall'Autorità per le comunicazioni entro due mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge".
In altri termini: entro due mesi da quando la legge, una volta passata al Senato, diverrà efficace, i provider potranno per la prima volta mettere a punto una serie di nuove offerte e rami di business in via indipendente dagli OLO. Una situazione che dovrebbe risolversi in maggiori possibilità di scelta per l'utente finale.

Secondo la normativa, inoltre, la parità di accesso vale "per ogni tipo di tariffa applicata dagli operatori autorizzati ai servizi di trasmissione dati e accesso ad internet". Questo significa, dunque, che anche per l'offerta di accesso a canone forfetario, flat-FRIACO, i provider potranno muoversi in modo nuovo.

E mentre un ordine del giorno impegna il Governo ad un'attività di vigilanza sulla concreta attuazione del provvedimento e apre la porta ad ulteriori modifiche della normativa mano a mano che cambia lo scenario della connettività, la nuova normativa stabilisce anche un limite di tre anni alla validità alle disposizioni.

Afferma Renzo Lusetti (Margherita), componente della Commissione: "E' un passaggio molto importante per la categoria degli internet service provider perchè viene dato loro uno spazio economico e una forza per radicarsi ulteriormente su tutto il territorio nazionale. Inoltre, gli Isp con questo provvedimento sono in grado di assistere capillarmente gli utenti di internet e in più possono consentire una formazione, la cosiddetta alfabetizzazione informatica. Il tutto all'insegna della liberalizzazione del mercato".

Applaude anche Maurizio Gasparri, ministro delle Comunicazioni, secondo cui si apre "una nuova fase per lo sviluppo di internet". "Il provvedimento - ha sostenuto - estende il ritorno economico per la terminazione delle chiamate dirette alla rete internet ai service provider. E' così possibile creare le condizioni per il consolidamento, la crescita e lo sviluppo delle società che operano nel settore. E' un atto dovuto a principi di libera concorrenza nel mercato della connettività, ma anche un sistema per consentire a chi opera in aree disagiate di identificare un business".
TAG: italia
16 Commenti alla Notizia Provider come gli OLO: sì della Camera
Ordina
  • ".....entro due mesi da quando la legge ... diverrà efficace, i provider potranno per la prima volta mettere a punto ......"

    Per farla breve, quando vedremo le offerte dei vari ISP? Fra due mesi?
    non+autenticato
  • Cosa sono gli OLO?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Giovanni
    > Cosa sono gli OLO?

    Gli operatori di rete fissa.
    non+autenticato
  • Per essere alla pari si potrebbe fare una flat a prezzo speciale per chi non è coperto da adsl. Dunque 70mila al mese per chi non è coperto e 140mila al mese per chi lo è. Cosi finalmente molti ipocriti smetterebbero di continuare a dire cretinate. Tutti quelli che scrivono su questo forum sanno benissimo che sarebbe meglio una adsl che non una flat. E? anche vero che per flat io intendo internet 24/24 altrimenti sarebbe una semiflat o un abbonamento a ore. Io sono in una cittadina di 15mila abitanti non coperta e vi dico solo che attivando una centrale e ponendo una semplice scheda nelle centrali di ogni singolo paese si porterebbe la adsl in 8 paesi!!!!! il fatto è che la telecom punta più sulla telefonia mobile e non su quella fissa, basti pensare che dietro i ponti radio tin, wind e blu si nasconde telecom!!! sempre loro magari con nomi diversi.
    non+autenticato
  • NO! Perchè in molti direbbero che sarebbe una discriminazione, ma in fondo NON E' GIA' UNA DISCRIMINAZIONE IL FATTO CHE IO NON SIA COPERTO DA ADSL!!!
    non+autenticato
  • perhè credi che non sia una discriminazione navigare a 0.5k al sec e chiudere la connessione dal nervoso? è quello che mi capita da fine novembre: mi connetto 1 ora al giorno, non riesco a scaricarmi neppure la posta, ho perso un sacco di amici e a volte non riesco ad entrare neppure nelle chat tipo icq che di banda ne vogliono un minimo.
    non+autenticato
  • Mi dispiace, ma ci stanno prendendo in giro!!!

    L'offerta FRIACO di Telecom Italia, E' ASSURDA, nessuno operatore riuscirà a proporre nuovamente delle FLAT che permettano una numero di ore di connessione illimitate, indifferentemente che anche gli ISP abbiamo accesso all'offerta o meno.

    Senza contare il fatto che molti operatori, DIFFICILMENTE sono propensi al lancio di offerte FLAT, perchè decisamente poco remunerative e come al solito punteranno a rivendere l'ADSL di Telecom Italia.

    Siete coperti da ADSL? No? Beh... neanche io..Triste

    Purtroppo al massimo potrebbe utilizzare FLAT con un massimale di ore garantite (il che non è malaccio), ma CHE PAGHEREMO AD UN PREZZO MOOOOLTO SALATO.

    Sconsolatamente vi saluto.
    non+autenticato
  • E' così, ormai aspettiamo aspettiamo ma in effetti per adesso ci sono solo notizie.....qualcuno è vero sta facendo i primi passi ma con le solite fregature vedi Active Network..onestamente io rimpiango la Flat di Aruba anche se molti si sono trovati male io navigavo veramente 24 ore su 24 senza mai sconnettermi.......farei subito l'ADSL, ma nel mio paese nemmeno l'ombra.........ed allora dato che ho una azienda penso che finirò per optare per albacom...Flat serale tipo Libero@sogno.......... sig sig....e pensare che con ICQ parlo spesso con amici di nazione diversa.......tutti con FLAT 24 su 24..........W l'italia........ Triste((
    non+autenticato
  • Caro NOFLAT abbi fede..... vedrai che prima o poi Telecom Ladra porterà l'adsl anche a casa tua... spera solo di non andare in andropausa prima ciao!!!

    ;)
    non+autenticato
  • non ne sono convinto di questa affermazione....
    se abiti in un paese piccolo, dove sta il guadagno x telecom ad abilitare la tua zona ad ADSL? Non c'è, non lo fanno e non lo faranno mai...promettendo: le reti sono in espansione qua e la......gran balla.
    non+autenticato
  • La mia esperienza personale è: meno costa, meno funziona. Io continuo a non fidarmi.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)