Sega pensiona il Dreamcast?

Sega ha davvero intenzione di abbandonare il Dreamcast, come sostengono alcune testate giapponesi? La filiale americana nega tutto, quella di Tokyo misteriosamente tace. Sia come sia il cuore del Dreamcast pare non morirà

Tokyo (Giappone) - Fra martedì e mercoledì alcuni organi di stampa giapponesi, fra cui The Nihon Keizai Shimbun e Nikkei, hanno dato notizia della decisione, da parte di Sega, di cessare la produzione del Dreamcast il 31 marzo.

Il motivo di una tale scelta sarebbe da attribuire, secondo lo Shimbun, alle ingenti perdite causate a Sega dalla divisione console e dalla rifocalizzazione del business aziendale verso lo sviluppo di software videoludico per le piattaforme rivali di Sony e Nintendo.

Sega of America ha seccamente smentito queste notizie sostenendo che Sega supporterà il Dreamcast ancora per lungo tempo e che non c'è nessuna intenzione di abbandonare il settore console. La sede giapponese dell'azienda si è però trincerata dietro a dei misteriosi "no comment".
Secondo alcuni analisti la notizia non sarebbe improbabile visto che Sega in questi ultimi mesi ha focalizzato i suoi sforzi verso mercati adiacenti, come quello del gioco on-line e del software per l'intrattenimento.

Altri però ricordano come il Dreamcast attenda, per quest'anno, l'arrivo di oltre 100 titoli, segno che l'interesse fra le software house del settore non è affatto svanito.

Per il momento l'unica cosa certa è che, muoia o no la console, il cuore del Dreamcast continuerà a battere e lo farà all'interno delle home appliance.

Sega of America ha infatti annunciato che la tecnologia del Dreamcast verrà data in licenza ai produttori di set-top box, piccoli elettrodomestici che prenderanno progressivamente il posto del videoregistratore e che saranno in grado di svolgere diverse funzioni, fra cui riprodurre DVD, connettersi ad Internet e far girare videogiochi.

Con questa mossa Sega spera anche di diventare leader nella fornitura di servizi videoludici on-line, e a tal proposito il suo network Sega.Net potrebbe presto offrirsi come punto d'accesso al gioco on-line per una grande varietà di dispositivi, dalle home appliance agli hand held.
1 Commenti alla Notizia Sega pensiona il Dreamcast?
Ordina
  • Dopo ore di attesa, Sega of Japan prende posizione con un comunicato stampa ufficiale che, di fatto, conferma quanto riportato dal Nihon Keizai Shinbun, pur lasciando aperto più di uno spiraglio. Di seguito, ecco la traduzione del comunicato ufficiale:

    Per risanare le perdite occorse nel passato anno fiscale, stiamo attualmente discutendo "nuove politiche aziendali", parte delle quali erano state annunciate lo scorso 27 Ottobre. La nuova politica riformerà i nostri business e focalizzerà maggiormente l'attenzione sui nostri contenuti e sui parchi di divetimento, che sono la maggior fonte di guadagni per noi in questo periodo.

    - Riguardo all'hardware Dreamcast, abbiamo piani per riorganizzarne la produzione, la distribuzione e l'immissione sul mercato del sistema. Abbiamo piena intenzione di continuare i nostri affare e siamo pronti a lasciare che il software prenda il sopravvento; abbiamo circa 100 giochi (inclusi quelli delle third parties) in uscita per Dreamcast tra Aprile e Marzo 2002.

    - Siamo attualmente in fase di negoziato con Sony e con Nintendo per sviluppare i nostri giochi per PlayStation 2 e GameBoy Advance.

    - Per quel che riguarda le piattaforme hardware, stiamo attivamente lavorando per promuovere l'architettura Dreamcast per il suo utilizzo all'interno di Pc e di altre device elettroniche di consumo, quali i set top boxes.

    L'annuncio di lunedì

    Cosa sta succedendo quindi? Il Dreamcast non sta morendo, questo è certo, ma è altrettanto certo che ci saranno grossi cambiamenti in arrivo per Sega, cambiamenti che verranno ufficialmente svelati il prossimo lunedì in un'apposita conferenza stampa indetta da Sega. La produzione del Dreamcast continuerà ma, forse, il Dc cambierà forma e non sarà più com'è ora o, più probabilmente, si affiancherà all'attuale console bianca tutta una serie di altri dispositivi Dc-compatibili. Secondo alcune fonti, lunedì verrà annunciato un set top box prodotto da Sega in collaborazione con Pace ovviamente compatibile Dreamcast e completo di hard disk, e molti altri annunci dovrebbero seguire in un brevissimo lasso di tempo da parte di Sega of Japan.

    FONTE: http://www.alternative-reality.com

    Ciao Ciao a tutti.




    non+autenticato