File-swapping? Allora meglio chiudere

FreeDrive chiude la sezione del suo sito che consente ai propri utenti di scambiarsi file personali, come documenti e fotografie. Lo fa perché ora ci si scambia musica e software

Web - Quanto è utile impedire agli utenti del proprio sito di scambiarsi file per prevenire atti di pirateria sul software o sulla musica? Quelli di FreeDrive probabilmente pensano che non solo sia utile ma anche necessario, tanto che hanno improvvisamente chiuso gli spazi che consentono ai visitatori del sito di scambiarsi file personali, come documenti, fotografie o altro.

Secondo gli americani di FreeDrive in questo spazio è ormai comune trovare copie digitali di brani musicali e interi software, scambiati in barba alle leggi sul copyright e sul diritto d'autore, proprio come avviene su migliaia di siti e attraverso centinaia di diversi software in quasi tutti i paesi dove Internet è presente.

Eppure FreeDrive, raccontando ai propri utenti di "preoccupazioni" espresse dal Ministero della Giustizia USA sulle attività di file-swapping sulla Rete, ha deciso di "bannare" queste attività dal proprio sito. In una lettera agli utenti, i manager del sito hanno scritto di aver constatato che "vengono effettuati molti abusi della nostra utilità di condivisione da chi vende a terzi software ottenuto illegalmente".
Va detto che rispetto ad altri siti che offrono ai propri iscritti lo scambio di file, FreeDrive consentiva fino a qualche giorno fa di scambiare file anche tra utenti non registrati. Una pratica che avrebbe attirato l'interesse del Ministero e che secondo l'azienda avrebbe potuto portare a cause legali come quelle in cui si sono trovati servizi peraltro molto diversi come Napster o Scour.

La dichiarazione meno convincente l'ha però fornita il boss di FreeDrive, Falter, secondo cui "non c'è modo di fermare tutto questo se non chiudendo il servizio di condivisione. Spero che questa chiusura serva a rendere dura la vita alla pirateria sul software".
TAG: censura
8 Commenti alla Notizia File-swapping? Allora meglio chiudere
Ordina
  • Credo che la pirateria (sia per gli eseguibili che per la musica), abbia causato un incremento di utilizzo del servizio fino a sforare ogni previsione di copertura dei costi.
    Va bene la pubblicità, ma i servizi hanno dei costi mica da ridere.
    Sono dell'idea del presidente contro la pirateria sia dovuto al fatto che la sua sottovalutazione del fenomeno gli abbia annullato i margini di guadagno.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Sascha
    > Sono del parere che l'idea del presidente contro la pirateria sia dovuto al fatto che la sua
    > sottovalutazione del fenomeno gli abbia
    > annullato i margini di guadagno.


    Io invece penso che non hanno voluto rischiare di dover pagare multe salatissime (milioni di dollari) per far piacere a 4 ragazzini stronzi.
    non+autenticato
  • per favore, mi dite, in realtà, cosa è successo?

    io ora vado e mi iscrivo, ho 50 mega gratis.
    Ci pompo dentro PhotoShop.
    Do la mia password al primo che me la chiede.

    Cosa hanno ottenuto?

    Non ho capito... qual'è adesso il problema.
    Non sto scherzando... qual'è la cosa che adesso non si riesce a fare? prima si riusciva a passare i files da user a user?

    Ciao
    non+autenticato
  • > Non ho capito... qual'è adesso il problema.
    > Non sto scherzando... qual'è la cosa che
    > adesso non si riesce a fare? prima si
    > riusciva a passare i files da user a user?
    >
    > Ciao

    Forse facendo in questo modo se tu dai la tua passw poi figura che se pippo sul tuo spazio ci mette qualche cosa di veramente illegale vengono a beccare te!
    forse..
    Sorride
    non+autenticato


  • - Scritto da: RISPONDETEMI!
    > per favore, mi dite, in realtà, cosa è
    > successo?
    >
    > io ora vado e mi iscrivo, ho 50 mega gratis.
    > Ci pompo dentro PhotoShop.
    > Do la mia password al primo che me la chiede.
    >
    > Cosa hanno ottenuto?
    >


    Hanno ottenuto che ti beccano e ti fanno un culo così. Invece di blaterare, rifletti!




    non+autenticato
  • "Per far dispetto a mia moglie, mi taglio le balle..."
    non+autenticato
  • La mail è arrivata nache a me.
    E mi hanno "bannato" già da egroups, Visto, ed un altro paio...
    veramnte hanno incominciato con i link di film porno, che riducono la banda passante.Anche egroup lascia spazi per l'adult material, ma dopo un po ti dice che hai violato qualche copyright (!).
    Siccome un movie va da 20 ad anche 200 Mb (e più) ed in dur giorni ho avuto 2000 contatti per un file da 20 Mb (zippato eprotetto con passwd, come avranno fatto a beccarmi?)
    LA VERITà è CHE GLI SI RIDUCE LA BANDA PASSANTE.
    COSì CHI SI SCAMBIA I FILE PRIVATI (i figli scannerizzati e messi in formato bmp) non riesce a farlo con decente velocità.
    La parola pirateria è vecchia ed obsoleta. Andate e pigliatelo in quel posto.
    "1" dei beatles ha venduto con canzoni vecchissime, quindi non rompete con Napster o baggianate simili. E' solo eresia e voglia di parlare a vuoto.
    Andate a lavorare (in miniera!)
    non+autenticato
  • E' come dire che i coltelli da cucina vanno vietati perche' usati spesso nelle liti tra coniugi... Cosa c'entra Freedrive con la pirateria?

    Siamo sempre alle solite. Invece di capire che ormai oggi il termine "pirateria" e' obsoleto, si cercanon di chiudere strade che fino ad ora hanno avuto il merito di portare piu' liberta' di comunicazione nel mondo intero, perlomeno dove la rete e' raggiungibile.

    Esiste la pirateria anche nel mercato delle videocassette. Per combaterla, vieteranno i videoregistratori?
    non+autenticato