Assomax sperimenta il WiMax a Parma

Prosegue l'espansione delle sperimentazioni del wireless veloce in Italia. Tra i partner del progetto anche Fujitsu e Intel

Roma - Il Gruppo Assomax, che riunisce per lo più installatori provenienti dalla associazione nazionale Assotel, ha ottenuto l'autorizzazione a sperimentare tecnologie Wimax nella zona di Parma.

Gli associati si sono riuniti con lo scopo di creare una struttura nazionale per la diffusione della tecnologia WiMax in Italia.

Attualmente l'iter prefissato prevede una prima fase di sperimentazione, che si sta svolgendo presso la sede Sice, società che costruisce ponti radio e laser, che ha annunciato la produzione di schede completamente "made in Italy".
Il know how aziendale, unito a quello di partner come Fujitsu, avrebbe permesso di raggiungere l'obiettivo di un'innovativa infrastruttura conforme alle normative della tecnologia legata al protocollo 802.16/2004.

"La nuova tecnologia" spiega Assomax in un comunicato "permetterà collegamenti ad alta velocità nei centri minori non raggiunti dalla larga banda dei grandi gestori nazionali".
Assomax si presenterà nei prossimi giorni a Parma, con la convinzione di essere la rivelazione del mercato emergente legato alla tecnologia WiMax.

DB
TAG: