Canada, scandalo censura sul web

Telus, il maggiore ISP canadese, ha bloccato l'accesso ad un sito realizzato da un impiegato per dare voce al sindacato degli operatori TLC. Indignazione da parte degli esperti: oscurati centinaia di altri siti

Ottawa (Canada) - Gli utenti canadesi e la stampa internazionale denunciano un controverso episodio di censura online che ha per protagonisti il più grande ISP canadese, Telus, e la Telecommunications Workers Union, il sindacato che riunisce gli addetti al settore delle telecomunicazioni - circa 13.500 impiegati di Telus appartengono a questa importante unione di lavoratori.

Lo scorso 21 luglio un forum online realizzato da un impiegato del provider, vicino alle posizioni del sindacato, aveva pubblicato alcuni messaggi di protesta particolarmente caustici. L'accesso a questi messaggi, conditi di immagini dei dirigenti e degli operatori di Telus, è stato bloccato arbitrariamente perché reputato "particolarmente intimidatorio e pericoloso" dai vertici aziendali.

Il risultato: strada sbarrata per chiunque tentasse di accedere alle informazioni discriminate. Gli amministratori hanno posto un filtro su un intera rete di host virtuali - una mossa che ha eliminato momentaneamente dalla Rete non solo il sito sindacale, ma migliaia di pagine ospitate sui server di Telus. Una mossa che ha mandato su tutte le furie gli utenti e gli osservatori internazionali. L'episodio ha spinto immediatamente l'associazione OpenNet Initiative ad aprire un'indagine che ha svelato una enorme mole di siti oscurati da parte degli amministratori.
"E' un fatto grave - commenta Michael Geist, esperto di diritto online - il rapporto di OpenNet parla di ben 766 siti collateralmente oscurati". "Nel periodo compreso dal 25 fino al 28 luglio", continua Geist, "Telus ha proibito l'accesso a moltissimi siti di aziende ed associazioni". I blocchi sono stati rimossi dopo che il provider è stato colpito dalle ingiunzioni di un tribunale locale.

Secondo il parere del noto giurista, si tratta di una chiara violazione delle norme canadesi in materia: "Nessun fornitore di accesso può influenzare o controllare il contenuto, il significato e gli scopi di qualsiasi telecomunicazione rivolta al pubblico", sottolinea in un articolo sul Toronto Star.

Il parlamento canadese intanto starebbe preparando una drastica riforma delle regole sui nuovi media che indicherebbe la volontà politica di porre grandi limiti alle libertà digitali.Tra l'altro è allo studio un controverso emendamento C-60, che renderebbe potenzialmente illegali persino i motori di ricerca.
Tommaso Lombardi
TAG: canada
21 Commenti alla Notizia Canada, scandalo censura sul web
Ordina
  • Almeno li' il tribunale funziona ...
    in Italia e' il trribunale a far sequestrare i siti ... a volte soltanto perche' ritiene che possa essere collegato ad un altro sito ....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Almeno li' il tribunale funziona ...
    > in Italia e' il trribunale a far sequestrare i
    > siti ... a volte soltanto perche' ritiene che
    > possa essere collegato ad un altro sito ....

    si tranquillo, funziona ma per il resto sono come noi: CAMBIANO LA LEGGE e poi ZAC sono tutti oscurati

    il mondo della comunicazione globale rompe le palle: credo si assisterà ad un ventennio di bocche tappate a forza in modo davvero vergognoso

    la violenza e la forza hanno sempre comandato il pianeta
    le collusioni, gli intrighi, le amicizie sporche


    intelligenza, onore, onestà, miglioramento ... se ne vanno a farsi friggere di fronte alla classica e violenza legge brutale DE PIU' FORTE.

    solo la forza.
    non+autenticato
  • Avoglia a dire "Povera Italia" ogni qual volta si tiri fuori qualcosa del nostro paese .. solo in quest'ultimo mese nel resto del mondo mi sembra accadi lo stesso, se non peggio. Australia, USA, Francia, Canada. Sono solo alcuni degli stati in cui succedono cose assurde da paese delle BANANE.

    Ma no .... buoni solo a dire Italia qua e Italia la.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Avoglia a dire "Povera Italia" ogni qual volta si
    > tiri fuori qualcosa del nostro paese .. solo in
    > quest'ultimo mese nel resto del mondo mi sembra
    > accadi lo stesso, se non peggio. Australia, USA,
    > Francia, Canada. Sono solo alcuni degli stati in
    > cui succedono cose assurde da paese delle BANANE.
    >
    > Ma no .... buoni solo a dire Italia qua e Italia
    > la.

    Non prendermi per troll, ma ho avvertito un brivido lungo le braccia quando ho letto "accadi"...

  • - Scritto da: Anonimo
    > Avoglia a dire "Povera Italia" ogni qual volta si
    > tiri fuori qualcosa del nostro paese .. solo in
    > quest'ultimo mese nel resto del mondo mi sembra
    > accadi

    "accada" signor Fantozzi! Occhiolino

    >lo stesso, se non peggio. Australia, USA,
    > Francia, Canada. Sono solo alcuni degli stati in
    > cui succedono cose assurde da paese delle BANANE.
    >
    > Ma no .... buoni solo a dire Italia qua e Italia
    > la.

    va bene, è tutto uno schifo dappertutto.

    risolutivo?
    non+autenticato
  • Non è possibile, tutti questi paesi sembrano in combutta per contribuire ciascuno nel peggior modo possibile alla restrizione delle libertà individuali.
    Manca all'appello la Nuova Zelanda, scommettiamo...?Ficoso

  • - Scritto da: Santos-Dumont
    > Non è possibile, tutti questi paesi sembrano in
    > combutta per contribuire ciascuno nel peggior
    > modo possibile alla restrizione delle libertà
    > individuali.
    > Manca all'appello la Nuova Zelanda,
    > scommettiamo...?Ficoso

    perdona la mia ignoranza...ma l'italia è anglosassone?
    :D:\:D
    non+autenticato
  • > > Non è possibile, tutti questi paesi sembrano in
    > > combutta per contribuire ciascuno nel peggior
    > > modo possibile alla restrizione delle libertà
    > > individuali.
    > > Manca all'appello la Nuova Zelanda,
    > > scommettiamo...?Ficoso
    > perdona la mia ignoranza...ma l'italia è
    > anglosassone?
    >A bocca aperta:\:D
    Non mi pare che in italia i provider censurino i siti.
    Basta la postale per quello, no? *grin*
  • No, ti copiano l' hdd a tua insaputa...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Santos-Dumont
    > > Non è possibile, tutti questi paesi sembrano in
    > > combutta per contribuire ciascuno nel peggior
    > > modo possibile alla restrizione delle libertà
    > > individuali.
    > > Manca all'appello la Nuova Zelanda,
    > > scommettiamo...?Ficoso
    >
    > perdona la mia ignoranza...ma l'italia è
    > anglosassone?
    >A bocca aperta:\:D

    Le mire del Bassotto sono in quella direzione, dimmi chi frequenta e ti dirò chi è... Cylon

  • - Scritto da: Santos-Dumont
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Santos-Dumont
    > > > Non è possibile, tutti questi paesi sembrano
    > in
    > > > combutta per contribuire ciascuno nel peggior
    > > > modo possibile alla restrizione delle libertà
    > > > individuali.
    > > > Manca all'appello la Nuova Zelanda,
    > > > scommettiamo...?Ficoso
    > >
    > > perdona la mia ignoranza...ma l'italia è
    > > anglosassone?
    > >A bocca aperta:\:D
    >
    > Le mire del Bassotto sono in quella direzione,
    > dimmi chi frequenta e ti dirò chi è... Cylon

    Non sarebbe meglio che pensassi alle frequentazioni del tuo ubriacone?
    Mi risulta che i tuoi compatrioti ad Haiti non si comportino esattamente come dame di carità.....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Santos-Dumont
    > > Non è possibile, tutti questi paesi sembrano in
    > > combutta per contribuire ciascuno nel peggior
    > > modo possibile alla restrizione delle libertà
    > > individuali.
    > > Manca all'appello la Nuova Zelanda,
    > > scommettiamo...?Ficoso
    >
    > perdona la mia ignoranza...ma l'italia è
    > anglosassone?

    Yes, Sir!

    :)A bocca aperta
    non+autenticato
  • purtroppo lo è, oramai i termini tecnici italiani sono scomparsi
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > purtroppo lo è, oramai i termini tecnici italiani
    > sono scomparsi

    fino a qualche decennio fa la lingua ufficiale internazionale era il francese, eppure non siamo mai stati sotto il giogo della francia.

    quindi non sparare cazzate
    non+autenticato

  • > perdona la mia ignoranza...ma l'italia è
    > anglosassone?

    no, ma è decisamente esterofila

    e come tutti i "filo-qualcosa" esprime inconsistenza di identità e di idee, tant'è che deve fare appoggio su quelle altrui
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > perdona la mia ignoranza...ma l'italia è
    > > anglosassone?
    >
    > no, ma è decisamente esterofila
    >
    > e come tutti i "filo-qualcosa" esprime
    > inconsistenza di identità e di idee, tant'è che
    > deve fare appoggio su quelle altrui

    già, come i comunisti
    non+autenticato