Arriva dal freddo la sfida all'MPEG-4

Dieci volte più veloce dell'MPEG-4 e indipendente da player o plug-in. Questa la tecnologia-bomba lanciata sul mercato mobile da una piccola azienda finlandese

Cannes - Quest'edizione del 3GSM World Congress sembra aver ufficialmente aperto, pur tra le contestazioni sulle politiche di licenza, l'era dello standard MPEG-4, una tecnologia che, attraverso le sue tecniche di compressione, promette di ottimizzare la banda passante per la trasmissione in real-time di contenuti audio/video attraverso reti d'ogni tipo, fra cui quelle mobili.

Ma a sfidare il neo standard arriva un'azienda finlandese, Oplayo, che durante la manifestazione francese ha dimostrato come la sua tecnologia di compressione, denominata MVQ (Motion Vector Quantization), sia fino a 10 volte più veloce dell'MPEG-4 nello trasmettere contenuti audio/video verso dispositivi mobili.

La tecnologia MVQ, originariamente sviluppata dal Finnish Technical Research Center VTT, richiede un'esigua potenza di calcolo per la decodifica video, un fattore che la rende dunque l'ideale, secondo Oplayo, per i dispositivi mobili (PDA, smart phone, ecc.).
L'altra caratteristica saliente della tecnologia MVQ è quella di non richiedere né plug-in né player, ma soltanto una piccola applet Java di 20 KB incapsulabile all'interno dello stesso flusso video. Questo rende la soluzione di Oplayo pronta per sbarcare su tutta la vasta gamma di dispositivi e computer che già integrano il supporto a Java.

I flussi video trasmessi in formato MVQ si adattano alle tipiche dimensioni dei piccoli schermi LCD di PDA e smart phone e in genere richiedono una limitatissima larghezza di banda (circa 14 Kbps) che li rende adatti anche all'attuale generazione di reti mobili GPRS.

Oplayo sostiene che la sua tecnologia risulta particolarmente leggera anche per i fornitori di contenuti, i quali possono fare a meno delle costose infrastrutture di caching e streaming in genere necessarie per i formati concorrenti.

A differenza dell'MPEG-4, che è già uno standard largamente appoggiato dall'industria, quella della piccola azienda di Helsinki è una tecnologia proprietaria e, almeno per il momento, con pochi supporter. Anche in questo caso sarà il mercato a decretare vinti e vincitori.
7 Commenti alla Notizia Arriva dal freddo la sfida all'MPEG-4
Ordina

  • Io ho MPEG-5 e sto lavorando sul 6 che è pronto fra quakke giorno, per chi lo volesse no problem, glielo mando in Email Sorride


    non+autenticato
  • Mi sorprende molto che nessuno stia lavorando ad un qualche STANDARD SCALARE IN HARDWARE per i video sui dispositivi wireless, intendo un modulo su silicio realizzato ad hoc con la finalita' della diffusione in massa. Sarebbe un modulo integrabile con qualsiasi uC...
    Va bhe, si', mi ricordo, nella preistoria anche il calcolo in virgola mobile veniva ottenuto con sw (vi ricordate l'8088?) e solo piu' tardi il coprocessore matematico divenne da aggiunta a modulo built-in (col 486). Credevo pero' che vivessimo in tempi diversi (migliori e piu' evoluti, ovviamente!)
    non+autenticato

  • è vero che supporta i video.

    ma scherzavo.
    non so niente di questo formato!
    Sorride

    scherzetto
    non+autenticato
  • Cosi' come perirono in passato ben piu' poderosi sw non microsoft: vi ricordate il glorioso OS/2 di IBM? Tecnicamente piu' avanzato, ma i multimiliardi investiti in marketing da ms lo resero subito prodotto di nicchia, fino all'estinzione. Ora WINTEL parte all'assalto del mercato wireless. Cosa c'e' di diverso? Potranno fare la migliore economia di scala, costituendo di fatto una muraglia invalicabile per chiunque altro. Anche per chi ha idee superiori, prodotti migliori, ecc. ecc.
    Il fumo vince, l'arrosto imputridice!
    non+autenticato


  • - Scritto da: pig
    > Cosi' come perirono in passato ben piu'
    > poderosi sw non microsoft

    Soprattutto perirà perchè richiede hardware alla portata di tutti...e come si sà, nel campo informatico i prodotti che richiedon "poco" hardware han vita corta.

    (non si spiegherebbe il xchè di tanto attesa nei confronti di XP da parte dei produttori di hardware )
    non+autenticato
  • non credo sia destinato a perire.
    se consuma poca banda vince per una naturale selezione della specie,
    la più efficente con minori risorse.
    se poi nasce una attività di "aasorbimento" mordbido o duro da una delle major, questa è un'altra storia..
    ma non mi meraviglierei se "qualcuno" diventasse improvvisamente ricco o magari si "scorda" di brevettarla o ...
    non+autenticato
  • No, caro MA,
    tu ragioni ancora da tecnico: Il migliore vince!
    Ti ho gia' portato esempi in cui cio' e' risultato FALSO.
    I soldi ed il marketing vincono! Questa e' la realta' del nostro illogico mondo.
    Certo, non sempre e' cosi'... per fortuna. Ma con i sw, la vedo dura! A meno che la CINA non scenda in guerra e scopiazzi qualche idea altrui... (purtroppo se vuole puo' farlo, ha tutte le carte in regola, bomba atomica compresa).

    [Chiedo venia se sono ripetitivo]

    P.
    non+autenticato