DVI e VGA in soffitta con un nuovo standard

Nel 2006 potrebbe affacciarsi sulla scena mondiale un nuovo sistema di connessione in grado migliorare le performance video. Manca solo la certificazione VESA, attesa entro la fine dell'anno

Milpitas (USA) - A quanto pare bisognerà prepararsi per l'avvento dell'ennesimo standard che sta per abbattersi come un ciclone nel settore video. Questa volta si tratta di un nuovo tipo di connessione che, almeno sulla carta, dovrebbe mandare in pensione il vecchio VGA e il più giovane DVI. Si chiama Display Port e, al momento, è sotto attenta analisi presso la Video Electronics Standards Association (VESA), l'ente internazionale non profit che si occupa della standardizzazione nel settore hardware video.

Fra sei mesi, o poco meno, la documentazione sarà pronta, e quindi già nel 2006 alcuni produttori potrebbero decidere di invadere il mercato con nuovi prodotti compatibili. Nel maggio scorso ATI, Dell, Genesis Microchip, Hewlett Packard, Molex, Nvidia, Philips, Samsung e Tyco avevano trovato un accordo sul Display Port: negli ultimi giorni è arrivata alla VESA la richiesta di certificazione.

L'operazione di marketing alle spalle di Display Port è già in moto, e sembra delineare il nuovo tipo di connessione come la panacea di tutti i mali che "affliggono" gli appassionati della riproduzione video e dell'intrattenimento videoludico. In pratica, grazie a questa connessione, si potrà disporre di risoluzioni più alte, di un maggiore refresh rate, di colori più brillanti e del supporto ad una più vasta tipologia di monitor, quali LCD, al plasma, CRT e display a retro-proiezione. Allo stesso tempo sarà possibile disporre di un unico cavo per il trasporto del segnale video e di quello audio: la velocità di trasferimento dati dovrebbe raggiungere i 10,8 Gigabit al secondo sfruttando solo 4 fili.
Secondo Bill Lempesis, membro del VESA, il Display Port migliorerà sensibilmente la qualità delle immagini grazie all'incremento della banda passante, che agevolerà a sua volta il refresh rate. "I connettori Display Port sostituiranno sul mercato i vecchi DVI e VGA", ha confermato Lempesis.

Gli operatori del settore conoscono bene i limiti degli attuali standard: il DVI supporta l'alta definizione, ma non permette una comunicazione interattiva fra le periferiche; il VGA non supporta l'alta definizione. La specifica Display Port dovrebbe superare queste limitazioni e agevolare anche l'introduzione di nuovi sistemi anti-copia. Non mancano le voci fuori dal coro, come Paul Semenza, analista presso iSuppli: "Il DisplayPort potrebbe avere problemi nella sua implementazione come unico standard per tutti i produttori: i test richiedono tempo". Il nuovo sistema di connessione, infatti, dispone di specifiche non solo per l'interfacciamento dei display e dei PC, ma anche per il lettori DVD e le normali TV.

Dario D'Elia
TAG: 
83 Commenti alla Notizia DVI e VGA in soffitta con un nuovo standard
Ordina
  • Ho comprato un tv marca philips 23 pollici lcd
    ha solo un presa dvi. Vorrei collegare il computer portatile alla tv che ha una presa vga.
    Il tv ha la opzione PC quindi una volta impostato il computer sulla tv non dovrei piu fare il solito procedimento su impostazioni per impostarlo tutte le volte. Ho il cavo con presa dvi da una parte e vga dall'altra pero il tv non riconosce il computer. Qualcuno sa spiegarmi cosa devo fare? Grazie da Gianni1000
    non+autenticato
  • ... siete in tempo, tutte queste tecnologie di protezione vi avveleneranno l'esistenza se continuate ad usare i computers anche quando non servono... per molte cose sono tornato alla 'carta e penna' e sono sicuro che nessuno potrà controllarmi o impedirmi di scrivere ciò che voglio; l'illusione "anni '90" che la tecnologia rendesse la vita migliore è naufragata da un pezzo, scappate finchè potete e riabituatevi all'uso 'manuale'...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ... siete in tempo, tutte queste tecnologie di
    > protezione vi avveleneranno l'esistenza se
    > continuate ad usare i computers anche quando non
    > servono... per molte cose sono tornato alla
    > 'carta e penna' e sono sicuro che nessuno potrà
    > controllarmi o impedirmi di scrivere ciò che
    > voglio; l'illusione "anni '90" che la tecnologia
    > rendesse la vita migliore è naufragata da un
    > pezzo, scappate finchè potete e riabituatevi
    > all'uso 'manuale'...


    Quello che dici suona un po come "si stava meglio quando si stava peggio", ma non posso darti torto, anzi. Qui ci manca solo che ci infilano un chip pure su per le chiappe, nel frattempo questo nostro governo di inetti ci ha già infilato qualche altra cosa...
    non+autenticato
  • lol condivido sia per il governo sia per la non essenzialità dei pc in svariati contesti
    non+autenticato
  • Tra il decidere x uno standard nuovo, e fare in modo che noi lo adottiamo, ce ne passa. !! Vedi il Pci express: un paio d'anni fà sembrava che saremmo dovuti tutti passare in massa al nuovo standard, e invece,quando si sono accorte che la gente non comprava schede pci express xchè avrebbe voluto dire cambiare tutto, ati e nvidia si son messe a fare schede video con adattatore pci-agp (compresa la X850, attuale top di gamma Ati). Conclusione, io non mi preoccuperei + di tanto, i nostri monitor andranno bene ancora x molti anni.

  • - Scritto da: Facoccero
    > Tra il decidere x uno standard nuovo, e fare in
    > modo che noi lo adottiamo, ce ne passa. !! Vedi
    > il Pci express: un paio d'anni fà sembrava che
    > saremmo dovuti tutti passare in massa al nuovo
    > standard, e invece,quando si sono accorte che la
    > gente non comprava schede pci express xchè
    > avrebbe voluto dire cambiare tutto, ati e nvidia
    > si son messe a fare schede video con adattatore
    > pci-agp (compresa la X850, attuale top di gamma
    > Ati). Conclusione, io non mi preoccuperei + di
    > tanto, i nostri monitor andranno bene ancora x
    > molti anni.

    Ti faccio notare che le schede madri nuove sono tutte PCI-E. Ci vorra' piu' tempo, ma il passaggio si fara'...
    non+autenticato
  • > Ci vorra' piu' tempo, ma il
    > passaggio si fara'...

    Secondo me no. O almeno non di massa.
    Ormai non siamo più un branco di incapaci informatici che si bevono tutte le ultime tecnologie. Non è più come nel 98 o 99 quando si faceva a gara a chi aveva l'MMX, il P2, il P3, il P4...Bah, oggi si fa a gara tra centrino e celeron...ma si può!!!!!! Perplesso

    Oggi non c'e' più quel "salto" tra prestazioni richieste e programmi utilizzati e quindi, vista pure la crisi, la gente ci pensa 2 volte prima di fare nuovi acquisti (la dice lunga anche il crollo dei prezzi per invogliare la gente!).

    Qui o si inventano qualcosa di veramente utili o la gente continuerà ad usare win98 o l'XP, specie nelle attività!

    Gli unici che possono ancora abboccare a queste vaccate sono le persone che non ne sanno proprio nulla e che si fanno esclusivamente consigliare dai venditori, ma per fortuna non sono la maggioranza (persino mia sorella ne capisce qualcosa!!!!).

    Il fatto di dover "produrre" a tutti i costi spinge a sfornare spesso e volentieri queste emerite "c+++++", ma spesso e volentieri si può stare alla larga e scegliere cosa fare!

    Ciao ciao!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > > Ci vorra' piu' tempo, ma il
    > > passaggio si fara'...
    >
    > Secondo me no. O almeno non di massa.

    Non hai capito: tra qualche anno non ci saranno piu' schede madri AGP. quindi non ci sara' nessuna scelta...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Non hai capito: tra qualche anno non ci saranno
    > piu' schede madri AGP.

    Beh questo è abbastanza ovvio
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > > Ci vorra' piu' tempo, ma il
    > > passaggio si fara'...
    >
    > Secondo me no. O almeno non di massa.
    > Ormai non siamo più un branco di incapaci
    > informatici che si bevono tutte le ultime
    > tecnologie. Non è più come nel 98 o 99 quando si
    > faceva a gara a chi aveva l'MMX, il P2, il P3, il
    > P4...Bah, oggi si fa a gara tra centrino e
    > celeron...ma si può!!!!!! Perplesso


    In effetti basta vedere quanto ci sta impiegando il BTX a diffondersi
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > > Ci vorra' piu' tempo, ma il
    > > > passaggio si fara'...
    > >
    > > Secondo me no. O almeno non di massa.
    > > Ormai non siamo più un branco di incapaci
    > > informatici che si bevono tutte le ultime
    > > tecnologie. Non è più come nel 98 o 99 quando si
    > > faceva a gara a chi aveva l'MMX, il P2, il P3,
    > il
    > > P4...Bah, oggi si fa a gara tra centrino e
    > > celeron...ma si può!!!!!! Perplesso
    >
    >
    > In effetti basta vedere quanto ci sta impiegando
    > il BTX a diffondersi


    sono due cose differenti.
    il pci-e è stata la prima mossa volta a contrastare la pietosa architettura a bus condiviso che reggeva le periferiche alla favolosa velocità di 133mb/s da dividere per le periferiche

    ci vuol poco a capire che basta mettere una scheda gigabyte lan e una firewire per saturare la capacità di un pc, per questo il mercato lo sta premiando (piano piano)



    il btx è un formato progettato da intel per risolvere i suoi problemi di dissipazione. Il mercato invece ha altre priorità, e un cambio di standard è sempre costoso. Inoltre pare che lo standard sia (volutamente?) incompatibile con gli AMD, in quanto la ram deve distare meno possibile dalla cpu, esigenza non prevista dallo standard. Si preferisce lasciar perdere i proci di intel più "riscaldanti" e rimanere sullo standard atx, anche se i vantaggi del btx ci sarebbero: evidentemente non compensano i disagi, secondo i potenziali clienti.

    Per tornare IT, se questo nuovo standard porterà vantaggi superiori al disagio di dovercisi adattare, prenderà facilmente piede; altrimenti sarà necessario qualche "aiutino".

  • - Scritto da: Facoccero
    > Tra il decidere x uno standard nuovo, e fare in
    > modo che noi lo adottiamo, ce ne passa. !! Vedi
    > il Pci express: un paio d'anni fà sembrava che
    > saremmo dovuti tutti passare in massa al nuovo
    > standard, e invece,quando si sono accorte che la
    > gente non comprava schede pci express xchè
    > avrebbe voluto dire cambiare tutto, ati e nvidia
    > si son messe a fare schede video con adattatore
    > pci-agp (compresa la X850, attuale top di gamma
    > Ati). Conclusione, io non mi preoccuperei + di
    > tanto, i nostri monitor andranno bene ancora x
    > molti anni.

    Veramente l' AGP è morto e sepolto da 1 anno oramai. La vendita di PCI-Express è in aumento vertiginoso. AGP è come l'antico VesaLocalBus a confronto con AGP 4x. Tanto per rendere l'idea...
    non+autenticato
  • veramente tra agp2x e pci16x attualmente non c'è nessuna differenza, dato che tanto la velocità è limitata dal processore e la ram, che non reggono le velocità mostruose della scheda video, ti sei mai chiesto perché le schede video fanno 3456328230573895305832095830295235 poligoni al secondo e hanno ancora un fill rate ridicolo? no? chieditelo (solo che il fill rate non fa scena sul ragazzino, i 2 miliardi di poligoni si)

    oggi uno deve stare attento al fill rate, prima avevi fill rate alti (per i tempi) a disposizione e un polygon count bassissimo, oggi puoi renderizzare 2 milioni di poligoni in real time, ma tanto se non hai fill rate le prestazioni scendono terribilmente e molti effetti che richiedono più render pass peggiorano ancora la situazione, però possiamo fare 2 miliardi di poligoni al secondo, che bello
    non+autenticato
  • Io ho collegato un mediacenter tramite il cavo VGA (quello standard per i monitor) ad un display LCD che dispone anche di un ingresso DVI.

    In che senso non supporta l'alta risoluzione? Se io riproduco un DVD in alta risoluzione non lo vedrei bene tramite il cavo vga se la risoluzione e' superiore a quella dell'HDTV standard?

    Io sinceramente ho provato sia con il DVI che con il VGA e la qualità mi sembra la stessa, solo che con il DVI posso impostare come risoluzione massima 1280x720 mentre con il cavo VGA posso impostarlo a 1360x768.

    Ho cercato su web e ho capito che la differenza sta in una doppia conversione digitale/analogico e viceversa sul TV lcd. Ma visionando un filmato in alta risoluzione (anche quello disponibile di esempio sul mediacenter) non ho notato differenze... qualcuno ha notato differenze provandolo su strada con un display lcd?

    L'lcd e' un 32 pollici.

    Ciaoo
    non+autenticato
  • ... così i prezzi del *vecchio* materiale, oramai diventato fondo di magazzino, mi permetteranno di farmi il video wall in soggiorno a suon di LCD da 19" ...

    (per la cronaca in casa ho ancora macchine che viaggiano in CGA)
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)