IDF/ Intel dichiara guerra ai consumi

All'Intel Developer Forum il chipmaker di Santa Clara ha annunciato un'architettura di nuova generazione, derivata da quella del Pentium M, che sarà alla base di tutti i suoi futuri processori per PC

San Francisco (USA) - L'industria dei microprocessori si trova di fronte a molte sfide, prime fra tutte quella per migliorare il rapporto tra performance e consumo energetico dei chip. Una "corsa", come l'ha definita il CEO di Intel Paul Otellini, che il colosso di Santa Clara spera di dominare lanciando, nella seconda metà del prossimo anno, una micro-architettura di nuova generazione.

La next-generation micro-architecture (NGMA) di Intel, ancora senza nome, è stata illustrata da Otellini presso l'Intel Developer Forum (IDF) di San Francisco. Essa combinerà le attuali architetture alla base del Pentium 4 (NetBurst) e del Pentium M, con non meglio specificate "funzionalità innovative". Come già da tempo preannunciato, l'obiettivo di Intel è quello di unificare l'architettura di tutti i suoi processori per PC ed estendere i principali vantaggi del Pentium M - bassi consumi e bassa emissione di calore - anche ai suoi chip desktop e server. Tra le funzionalità chiave di NGMA vi sarà il supporto ai 64 bit (EM64T), al multi-core e alle tecnologie LaGrande, Active Management Technology e Virtualization Tecnology. Tra le grandi assenti c'è la tanto declamata tecnologia HyperThreading, che potrebbe tuttavia fare capolino più avanti nel tempo.

"Come vedrete, Intel combinerà innovazione nella ricerca e sviluppo, leadership produttiva e tecnologica con micro-architetture a elevata efficienza energetica e potenti processori multi-core, per offrire piattaforme uniche e personalizzate in base alle singole esigenze," ha affermato Otellini. "Presenteremo delle innovazioni a "fattore 10" per una serie di piattaforme in grado di ridurre di 10 volte i consumi o di raggiungere prestazioni pari a 10 volte quelle dei prodotti attuali. Allo stesso tempo, l'innovazione di Intel continuerà a offrire funzionalità uniche per l'azienda, l'ufficio e la casa digitali e dispositivi mobile, come ad esempio migliore gestibilità, sicurezza e virtualizzazione, oltre ad una maggiore capacità di gestire e visualizzare contenuti digitali".
Per abbattere i consumi, Intel ha portato la lunghezza della pipeline dati della sua nuova architettura a 14 stadi, contro i 31 del P4: questa caratteristica, unita all'integrazione di più core, consentiranno al gigante californiano di far girare la sua prossima generazione di chip a frequenze di clock inferiori, previste fra i 2 e i 3 GHz. Ulteriori dettagli tecnici si trovano in questo approfondimento di Arstechnica.com.

In un contesto nel quale crescono consumo di energia e prezzi, Otellini ha osservato che una diminuzione dei consumi di energia per i computer potrebbe consentire un risparmio di milioni di dollari in elettricità. Intel e gli analisti prevedono che solo quest'anno potrebbero essere venduti 200 milioni di computer.

Durante l'IDF, Otellini ha tenuto la prima presentazione pubblica di Merom, Conroe e Woodcrest, rispettivamente i primi processori per notebook, desktop e server a basarsi sulla NGMA: tutti e tre verranno costruiti con una tecnologia di processo strained silicon a 65 nanometri e potranno elaborare fino a 4 istruzioni per ciclo di clock. Come Yonah, il primo processore mobile dual-core di Intel atteso per il primo trimestre del prossimo anno, anche Merom, Conroe e Woodcrest utilizzeranno la tecnologia di power management Dynamic Power Coordination e saranno in grado di condividere la cache L2 fra i due core in modo dinamico: ciò significa che la massima quantità di memoria cache a disposizione di ogni core può corrispondere a quella complessiva. Da notare come NGMA supporti anche la connessione diretta fra le cache L1 di ciascun core.

Sebbene i succitati processori conterranno "solo" due core, Intel ha affermato di aver già in cantiere oltre 10 progetti per lo sviluppo di processori a quattro (quad-core) o più core per chip.

Intel ha poi introdotto i concetti di Handtop PC e di community computer e ha annunciato un nuovo chip XScale che abbatterà la barriera del gigahertz.
39 Commenti alla Notizia IDF/ Intel dichiara guerra ai consumi
Ordina
  • ... "IDF/ Intel dichiara guerra ai comunisti" , omg!!
    non+autenticato
  • ... deve esser estato questo il pensiero di Otellini quando a visto che con l'introdizione dei prescott i chippettini netburst erano arrivati allo zenith della loro tecnologia... e che vedevano che i loro pentium M pompavano a manetta pur avendo almeno un Ghz di meno rispetto ai northwood.

    ho visto i recenti proci di AMD e devo dire che sono portentosi... cmq ora si vedrá in futuro come andranno le cose..

    ottimo ritorno in rotta da parte di Intel, ma credo che oramai presso AMD sono gia' un paio d'anni avanti!
  • con due anni di ritardo rispetto agli Athlon64, dalla quale ha preso molti spunti... ma cmq brava ad Intel per il coraggio di abbandonare quella schifezza che è NetBurst
    non+autenticato
  • Mah, non sono completamente daccordo: Centrimo (e pentium M) implementano già un notevole rispatmio energetico.
    Era un po' che aspettavo che abbandonassero la corsa al megahertz associata al watt!
    Centrino ha un'architettura degna di Intel, l'unica a mio avviso che può competere, su cui si può continuare a sviluppare perchè il "vechcio" precotto etc era ormai un fornello.
    Con quale alimentatore dovevo lavorare? e che dissi !!!!
  • DALL'ARTICOLO:
    " Tra le funzionalità chiave di NGMA vi sarà il supporto ai 64 bit (EM64T), al multi-core e alle tecnologie LaGrande, Active Management Technology e Virtualization Tecnology. Tra le grandi assenti c'è la tanto declamata tecnologia HyperThreading "

    Si sono dimenticati il supporto al DRM e la compatibilita` con TCPA:
    " http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1101... "
    Anche se Intel ha detto che non includera` DRM nei suoi nuovi processori della serie "D" io non ci credo.
    Come da lei stessa dichiarato, il DRM c'e`, ma e` disabilitato... e chi ci garantisce che in qualche modo non ce lo riattivino in futuro a nostra insaputa?
    DISTINTI SALUTI


    IN AGGIUNTA AL POST INIZIALE:
    Scusate, "La Grande" e` Palladium, quindi lo ammettono pure che i loro processori sono TCPA.
    Consiglio quindi esplicitamente di BOICOTTARE TUTTI I PROCESSORI INTEL

    ==================================
    Modificato dall'autore il 25/08/2005 4.08.25
    Crazy
    1945

  • - Scritto da: Crazy
    > DALL'ARTICOLO:
    > " Tra le funzionalità chiave di NGMA vi sarà il
    > supporto ai 64 bit (EM64T), al multi-core e alle
    > tecnologie LaGrande, Active Management Technology
    > e Virtualization Tecnology. Tra le grandi assenti
    > c'è la tanto declamata tecnologia HyperThreading
    > "
    >
    > Si sono dimenticati il supporto al DRM e la
    > compatibilita` con TCPA:
    > "
    > http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1101
    > Anche se Intel ha detto che non includera` DRM
    > nei suoi nuovi processori della serie "D" io non
    > ci credo.
    > Come da lei stessa dichiarato, il DRM c'e`, ma e`
    > disabilitato... e chi ci garantisce che in
    > qualche modo non ce lo riattivino in futuro a
    > nostra insaputa?

    Che Palladium Sorride
    Si entrano i casa e ti aprono il case A bocca aperta:D:D:D:D intel ha dichiarato che i pentium d non implementano TCPA fine. quanto ai drm rassegnati saranno ovunque e non saranno un problema.non ti piacciono non comprare prodotti amd,intel,apple,microsoft e manco linux fai tu...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > intel ha dichiarato che i pentium d non
    > implementano TCPA fine.

    Che babbalone...

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > intel ha dichiarato che i pentium d non
    > > implementano TCPA fine.
    >
    > Che babbalone...
    >

    Si certo effettivamente è una cosa che non noti....

    non+autenticato
  • un altro post su palladium? ma sei un cancro


    - Scritto da: Crazy
    > DALL'ARTICOLO:
    > " Tra le funzionalità chiave di NGMA vi sarà il
    > supporto ai 64 bit (EM64T), al multi-core e alle
    > tecnologie LaGrande, Active Management Technology
    > e Virtualization Tecnology. Tra le grandi assenti
    > c'è la tanto declamata tecnologia HyperThreading
    > "
    >
    > Si sono dimenticati il supporto al DRM e la
    > compatibilita` con TCPA:
    > "
    > http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1101
    > Anche se Intel ha detto che non includera` DRM
    > nei suoi nuovi processori della serie "D" io non
    > ci credo.
    > Come da lei stessa dichiarato, il DRM c'e`, ma e`
    > disabilitato... e chi ci garantisce che in
    > qualche modo non ce lo riattivino in futuro a
    > nostra insaputa?
    > DISTINTI SALUTI
    >
    >
    > IN AGGIUNTA AL POST INIZIALE:
    > Scusate, "La Grande" e` Palladium, quindi lo
    > ammettono pure che i loro processori sono TCPA.
    > Consiglio quindi esplicitamente di BOICOTTARE
    > TUTTI I PROCESSORI INTEL
    >
    > ==================================
    > Modificato dall'autore il 25/08/2005 4.08.25
    non+autenticato
  • ahooooo devi proprio stressare le @@ in ogni post

  • - Scritto da: Crazy
    > DALL'ARTICOLO:
    > " Tra le funzionalità chiave di NGMA vi sarà il
    > supporto ai 64 bit (EM64T), al multi-core e alle
    > tecnologie LaGrande, Active Management Technology
    > e Virtualization Tecnology. Tra le grandi assenti
    > c'è la tanto declamata tecnologia HyperThreading
    > "
    >
    > Si sono dimenticati il supporto al DRM e la
    > compatibilita` con TCPA:
    > "
    > http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1101
    > Anche se Intel ha detto che non includera` DRM
    > nei suoi nuovi processori della serie "D" io non
    > ci credo.

    Sto usando un pentium D 830 con Linux ....
    Sono contaminato ????


    non+autenticato

  • > Sto usando un pentium D 830 con Linux ....
    > Sono contaminato ????
    >
    >
    SEI UN PORTATORE SANO

    Sei fortunato che nel Pentium D e` disabilitato il DRM e non utilizzando Windows o Mac OS non ti verra` nemmeno abilitato.
    Comunque, sta attento a cio` che fai, se installi Windows Vista, e` facile se non quasi sicuro che prima o poi ti arriva un Update che ti attiva Palladium e` sei fregato... bah, io se fossi in te lo restituirei, comunque consiglio alle persone che non hanno ancora fatto quel tipo di acquisto, di rifiutare di comperare Pentium D: BOICOTTATELI
    Crazy
    1945
  • Al di la delle considerazioni su palladium e DRM i pentium 4 Prescott single o dual core non vanno acquistati in quanto sono un prodotto nettamente inferiore a quello della concorrenza ( leggasi AMD)

    Consumano tanta ma tanta corrente elettrica in più, scaldano in un modo assurdo e dulcis in fundo sono più lenti...ci sarà pure una ragione se tra gli utenti con più conoscenze nel settore i pc da anni a questa parte sono AMD in maniera preponderante.

    Ovvio che poi Intel si rifà con gli interessi coi pc delle grandi catene distributive e con quegli acquirenti e sono tantissimi, per i quali Intel è un sinonimo di Pc.Perplesso
    non+autenticato

  • - Scritto da: Crazy
    >
    > > Sto usando un pentium D 830 con Linux ....
    > > Sono contaminato ????
    > >
    > >
    > SEI UN PORTATORE SANO
    >
    > Sei fortunato che nel Pentium D e` disabilitato
    > il DRM e non utilizzando Windows o Mac OS non ti
    > verra` nemmeno abilitato.
    > Comunque, sta attento a cio` che fai, se installi
    > Windows Vista, e` facile se non quasi sicuro che
    > prima o poi ti arriva un Update che ti attiva
    > Palladium e` sei fregato... bah, io se fossi in
    > te lo restituirei, comunque consiglio alle
    > persone che non hanno ancora fatto quel tipo di
    > acquisto, di rifiutare di comperare Pentium D:
    > BOICOTTATELI

    Quindi il problema non e' l'hardware ...
    MA IL SOFTWARE
    faresti prima a publlicizzare OS software alternativi e aperti ...
    piuttosto che spaccare i maroni con l'hardware ..

    negli ultimi anni la vera l'anomalia e' MS

    Per produttori di HW il DRM e' solo una rottura
    IMHO


    Visto che lato server Linux sarà difficile da scalzare ..
    io non mi preoccupo

    dei fessi che si preoccupano perche' non potranno più piratare M$ ...
    non mi frega niente anzi ...
    sono ancora più contento ...

    così e la vuota buona che arriva un pò di grana anche per il Desktop per Linux


    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > così e la vuota buona che arriva un pò di grana
    > anche per il Desktop per Linux

    Cosa sento? I linari vogliono grana? Ma quando mai? Non si arricchiscono con l'assistenza?
    non+autenticato
  • gli basti sapere che' uno dei mattoni alla base di PALLADIUM (o TCPA come poi l'han chiamato xche' il brand PALLADIUM s'era fatto una brutta nomea e TCPA richiama fantomatiche attitudini alla sicurezza)!!!
    L'accerchiamento continua...

    E poi non venite a dire che non siete stati avvertiti!!!

    ==================================
    Modificato dall'autore il 25/08/2005 1.31.16
  • e piantala co sta sta storia minkia so tutte cazzate,ancora ce vai dietro??????????????
  • - Scritto da: attackment
    > e piantala co sta sta storia minkia so tutte
    > cazzate,ancora ce vai dietro??????????????

    Si, si, beata ignoranza... poi non venire a piangere da chi ti ha avvertito!!!

    E cmq, il tuo post denota tutto il tuo QI...
  • anche il tuo nn scherza nn c'è che dire, usare lo stesso nick ti da fastidio?
  • Beh, un po' di verità la dice. Ora come ora ci sono dei player mp3 tipo l'iRiver che ha bisogno del software allegato per copiare il file dal pc al player ma non funziona nell'altro senso.
    Certo, con l'aggiornamento del firmware viene visto come un pendrive e tale limitazione si bypassa, ma in un futuro non troppo lontano potrebbe non essere più possibile e comunque la gente normale neanche lo sa sto trucco del firrmware.
  • - Scritto da: attackment
    > anche il tuo nn scherza nn c'è che dire, usare lo
    > stesso nick ti da fastidio?

    COMPLIMENTI!!!!
    n'altra tua bella figura!!!
    Guarda che io son ben altra persona rispetto a Crazy...
    Solo che tu appartieni a quelle persone che soffrono di crisi di persecuzione credendo che gli altri soffrano tutti di personalita' multipla, ma non si accorgono dei rischi reali che gli stanno piombando addosso!!!!
  • va da uno psichiatra vedrai che dopo stai meglio Occhiolino

    dal modo in cui dicevi le cazzate parevato la stessa persona ma ho la vaga impressione che tu sia preso peggio.
  • - Scritto da: attackment
    > va da uno psichiatra vedrai che dopo stai meglio
    >Occhiolino
    >
    > dal modo in cui dicevi le cazzate parevato la
    > stessa persona ma ho la vaga impressione che tu
    > sia preso peggio.

    Guarda che dello psichiatra hai bisogno tu... ma prima passa da un insegnante d'italiano, altrimenti lo specialista non capirebbe le tue farneticazioni...
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)