Stop alle videoriprese al cinema?

Grazie ad una nuova tecnologia di HP per i proiettori del cinema nessuno sarà più in grado di riprendere i film con una videocamera

Aspen (USA) - Hewlett-Packard sta sviluppando una nuova tecnologia da applicare ai video-proiettori che dovrebbe rendere impossibile la cattura delle immagini cinematografiche con le videocamere digitali. Di queste ultime esistono ormai modelli così compatti da poter essere infilati nella tasca dei jeans.

Il fenomeno della ripresa illegale nei cinema è assai diffuso: basta dare un'occhiata sui motori di ricerca dei network di file-sharing per individuare centinaia di film piratati, ancora in proiezione nelle sale.

Malgrado la qualità finale sia piuttosto scarsa, questo tipo di pirateria non accenna a scomparire, specie negli Stati Uniti.
Nel 2002 la Cinea annunciò una soluzione hardware che, attraverso la modifica del timing e della modulazione della luce utilizzata per la proiezione dei film, creava distorsioni durante eventuali videoregistrazioni con telecamere a nastro. Ovviamente non è dato sapere se questa tecnologia sia mai stata utilizzata: l'unica certezza è che la Cinea è stata acquisita da Dolby Laboratories nel 2003.

Ora HP prova a fare qualcosa di analogo ma specificamente rivolto a bloccare le riprese fatte con videocamere digitali.

D.d.