IDF/ Intel e il PC consapevole

Il gigante dei chip ha svelato alcuni dettagli su una futura versione server del Pentium M e su alcuni nuovi chip multi-core. E ha parlato di PC più intelligenti e... sicuri

San Francisco (USA) - Nel corso dell'ultima giornata dell'Intel Developer Forum di San Francisco, la mamma del Pentium ha svelato alcuni dettagli sulle sue prossime piattaforme aziendali, sulla futura generazione di PC "intelligenti" e su altre tecnologie e chip che faranno capolino sul mercato entro la fine dell'attuale decennio.

Come nel settore consumer, anche in quello aziendale Intel sta lavorando per migliorare il rapporto tra prestazioni e consumi dei chip, inoltre sta puntando molte delle sue carte sullo sviluppo di tecnologie embedded da integrare nelle piattaforme PC e nella realizzazione di soluzioni basate sul concetto di seamless collaboration, ovvero la possibilità di collaborare indifferentemente da postazioni, dispositivi e luoghi diversi.

"Gli IT manager devono trovare un equilibrio tra l'incremento delle prestazioni dei sistemi informatici da una parte, e dall'altra l'aumento dei consumi energetici, le preoccupazioni legate alla manageability e le spese legate all'occupazione degli spazi", ha spiegato Intel. "Nei datacenter, i costi energetici e di climatizzazione pesano in maniera significativa sul total cost of ownership (TCO, costo complessivo di possesso, NdR). Le aziende misurano sempre più le funzionalità di una piattaforma in termini di prestazioni per watt consumati".
Il big di Santa Clara ha ribadito che le architetture multi-core, alla base di tutte le sue future generazioni di processori per server, desktop e notebook, permetteranno di spingere le performance delle CPU riducendo consumi ed emissione di calore.

Tra i primi processori per server basati sull'architettura a basso consumo del Pentium M vi sarà Sossaman, indirizzato ai server rack e blade studiati per gli spazi ridotti. Questo chip, la cui uscita sul mercato è prevista per la prima metà del prossimo anno, si baserà su Yonah, l'imminente processore mobile dual-core che debutterà nel settore dei notebook thin and light all'inizio del prossimo anno. Sossaman costituisce inoltre un elemento chiave della roadmap di Intel per le telecomunicazioni, un segmento nel quale l'efficienza energetica è cruciale.

Sossaman potrà far girare esclusivamente codice a 32 bit e avrà un consumo massimo di 31 watt, dunque di poco superiore a quello degli attuali Pentium M più veloci.

Nella roadmap dei processori server di Intel ha fatto poi capolino Dunnington, successore di quel Whitefield che nel 2007 porterà per la prima volta all'interno della famiglia di processori Xeon MP un'architettura a quattro core. Ci si aspetta che anche Dunnington, come il suo predecessore, includa almeno quattro core e integri un controller di memoria. Il futuro chip dovrebbe vedere la luce nel 2008, pertanto non è escluso che possa già adottare una tecnologia di processo a 45 nanometri (contro i 65 nanometri di Whitefield).

Il produttore californiano ha anche svelato l'intenzione di rilasciare presto versioni aggiornate dei Pentium 4 660 e 670 integranti la Virtualisation Technology: questi saranno così i primi chip desktop ad includere la tecnologia di virtualizzazione di Intel.

Durante l'IDF, Gelsinger ha poi parlato delle tecnologie embedded costruite direttamente all'interno delle piattaforme per ridurre i costi di manutenzione ed installazione dei PC. Le attuali funzionalità includono la tecnologia di diagnostica out-of-band, conosciuta come Active Management Technology, che è in grado di rilevare in automatico eventuali problematiche della piattaforma e consente ai manager IT di effettuare diagnosi e risolvere i problemi in remoto. La AMT farà la sua prima apparizione sui PC entro l'anno.

Intel sta inoltre collaborando con diversi sviluppatori di software ed OEM per migliorare la collaborazione aziendale. Tra le tecnologie a cui sta lavorando vi è il VoIP, di cui è impegnata a incrementare la qualità audio per renderla "due volte migliore di quella della tradizionale telefonia fissa". In tale occasione Intel ha anche annunciato una partnership con Skype nella fornitura di applicazioni VoIP sulle proprie piattaforme.

"Le piattaforme multi-core sono fondamentali per abilitare questi nuovi impieghi della tecnologia e fornire la potenza per le funzionalità IT Embedded", ha dichiarato Intel.

Gelsinger ha inoltre posto l'accento sulla crescente penetrazione delle piattaforme server basate su Itanium nel segmento di mercato di fascia alta e sulle evoluzioni rappresentate dall'ultima generazione del suo processorone, noto con il nome in codice Montecito.

"Gli OEM e gli sviluppatori hanno accolto bene la famiglia Itanium: sette importanti OEM attualmente offrono delle piattaforme e sono disponibili oltre 4.500 applicazioni e tool informatici", ha affermato Gelsinger. "Le vendite del processore Itanium 2 sono aumentate del 170% dal primo trimestre del 2004 al primo trimestre del 2005".

Intel ha poi tenuto una dimostrazione su di un nuovo sistema di localizzazione per Wi-Fi, alternativo al GPS, che a suo dire fornisce una posizione assai più accurata di quella fornita dalle tradizionali tecniche di triangolazione. La nuova tecnologia, chiamata Precision Location Technology (PLT), verrà sottoposta all'analisi del gruppo di lavoro IEEE 802.11 per l'eventuale inclusione nell'omonima famiglia di standard per le WLAN.
12 Commenti alla Notizia IDF/ Intel e il PC consapevole
Ordina
  • Salve,
    questa mattina mi alzo e vado come sempre su PI e trovo che il mio messaggio e` stato spostato dal moderatore, e li` ho pensato che potesse anche essere fattibile perche` era un po' OT, ma quando ho controllato ho visto che e` stato spostato nel Forum delle Xrosse...:
    " WOW cosa avro` mai scritto di cosi` grave? " e sono andato a rileggermi il Post:
    " http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1110... "
    La parola piu` forte che ho trovato, che corrisponde all'unica che non e` proprio consona ad un linguaggio corretto e`: " scemate " ... dubito che tale Post sia finito tra le Xrosse per questo, anche perche`, in anni che scrivo sul Forum di PI e` la prima volta che vengo spostato tra le Xrosse, ma sinceramente quel termina non e` certo la rpima volta che lo utilizzo, insomma, la mia domanda e`:
    Perche` il mio Post e` stato spostato?
    GRAZIE PER L'INFO
    Crazy
    1945
  • Forse perché il msg è molto simili ad un altro già postato su questo forum....
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > Forse perché il msg è molto simili ad un altro
    > già postato su questo forum....


    oppure gli utenti che pensano che palladium o meglio TCPA sia una cosa buona e giusta e fonte di salvezza, hanno protestato in massaTriste
    non+autenticato
  • - Scritto da: Crazy
    > Salve,
    > questa mattina mi alzo e vado come sempre su PI e
    > trovo che il mio messaggio e` stato spostato dal
    > moderatore, e li` ho pensato che potesse anche

    correggo la tua frase
    Ogni mattina ti alzi e vai a vedere su quante notizie e forum di PI puoi continuare a parlare sempre e comunque di palladium, anche se la notizia lo riguarda di striscio.

    > essere fattibile perche` era un po' OT

    ma no figurati, non sei mai OT
    sei solo invadente, un po troppo

    fra l altro facendo cosi la tua "campagna" e' controproducente, spero che tu te ne renda conto

    > " WOW cosa avro` mai scritto di cosi` grave? " e
    > sono andato a rileggermi il Post:

    il post, copia del post, di quell altro post e di altri post ancora.

    davvero l hai riletto ? tanto scrivi sempre e ovunque la stessa cosa.. a che serve rileggerti?

    qui ormai i lettori sono quelli eh, non lo sapevi ?

    abbiamo letto TUTTI quello che hai detto, ridetto e ripetuto a iosa.

    grazie. ora se puoi cambia argomenti, questo penso che l hai fin troppo dibattuto.. OGNI GIORNO.... aiuto.

    basta.

    > questo, anche perche`, in anni che scrivo sul
    > Forum di PI

    non e' vero che sono anni che scrivi sui forum di PI, non le sai neanche dire bene le balleSorride

    < e` la prima volta che vengo spostato
    > tra le Xrosse

    forse perche era, ed e', un messaggio ripetuto, straripetuto, iperipetuto, un refrain insopportabile che mi fa venire una voglia di PALLADIUM ovunque, nelle narici del naso, nel cervello e anche dove non batte il sole

    DIO ti prego dammi PALLADIUM ma fai qualcosa per calmare e zittire crazy

    amen.

    Don Palladium
    non+autenticato
  • Scusate la vena polemica, ma:

    "Diamond si avvale dell'evoluzione della visione computerizzata e dell'apprendimento della macchina"

    Se possiamo far finta che "visione computerizzata" sia la traduzione di "computer vision"... invece "apprendimento della macchina" fa davvero venire i brividi...
    Mi rendo conto che non sia sempre facile tradurre termini tecnici... ma se un traduttore che incontra "machine learning" non ha idea di cosa diavolo sia e come si traduca in italiano, non può lasciarlo così... deve per forza inventarsi una traduzione?
    non+autenticato
  • Ciao,
    potrei anche essere d'accordo sul fatto che la traduzione non è bellissima ma, scusa la vena polemica, chi ti ha impedito di fornire la tua traduzione sicuramente migliore di quella dell'autore?

    Quando critichi potresti farlo con maggiore cognizione di causa, no? Triste

    P.S.: L'articolo è stato corretto comunque. Occhiolino

    Grazie,
    Fabrizio


    - Scritto da: Anonimo
    > Scusate la vena polemica, ma:
    >
    > "Diamond si avvale dell'evoluzione della visione
    > computerizzata e dell'apprendimento della
    > macchina"
    >
    > Se possiamo far finta che "visione
    > computerizzata" sia la traduzione di "computer
    > vision"... invece "apprendimento della macchina"
    > fa davvero venire i brividi...
    > Mi rendo conto che non sia sempre facile tradurre
    > termini tecnici... ma se un traduttore che
    > incontra "machine learning" non ha idea di cosa
    > diavolo sia e come si traduca in italiano, non
    > può lasciarlo così... deve per forza inventarsi
    > una traduzione?
  • Caro Fabrizio,

    innanzitutto mi fa piacere che l'articolo sia stato corretto e in secondo luogo mi dispiace se il mio intervento fosse sembrato offensivo...
    Non ho fornito la mia traduzione semplicemente perchè quello che volevo contestare (forse non si è capito) non era tanto quelle due righe quanto un mal costume che si riscontra spesso nel "giornalismo informatico" (a volte non solo in quello): se nel tradurre un testo incontro una parola sconosciuta... do sfogo alla fantasia (oppure la traduca "alla google") ... tanto chi se ne accorge?
    Da questo punto di vista, PI è sicuramente molto meglio della della maggior parte di ciò che si legge in Italia (quotidiani inclusi)... anche per questo ho desiderato dare un mio personale suggerimento (nelle mie intenzioni del tutto benevolo) su come affrontare in maniera universale questo problema.

    Il fatto che io abbia o meno cognizione di causa mi sembra del tutto ininfluente... a meno che PI mi voglia assumere per supervisionare i testi che parlano di AISorride

    Daniele

    PS. giusto x non lasciare a nessuno la curiosità:
    machine learning --> apprendimento automatico
    computer vision --> visione artificiale
    non+autenticato

  • Poveracci. Sono alla frutta. Per fortuna
    sotto il cofano del mio pc ora c'è un
    bell'Opteron, e ci si rivede tra 5 anni.
    non+autenticato
  • Sembra un personaggio di serie B della MarvelSorride
    non+autenticato
  • Socc'mel
    non+autenticato
  • Dunnington ?

    ma dove li pigliano tutti questi nomi alla Intel?
  • - Scritto da: ishitawa
    > Dunnington ?
    >
    > ma dove li pigliano tutti questi nomi alla Intel?

    Almeno quelli sono solo nomi di progetto, pensa a chi ha il coraggio di vendere dei "Duron" o dei "Sempron"...Triste
    non+autenticato