Virtual Server R2 supporterà Linux

Microsoft ha rivelato che il prossimo aggiornamento al proprio software di virtualizzazione sarà un prodotto a sé stante, e a pagamento. Supporterà i processori a 64 bit e, questa volta in via ufficiale, Linux

San Francisco (USA) - Verso la fine della scorsa settimana Microsoft ha svelato i suoi piani circa il futuro di Virtual Server, il software di virtualizzazione acquisito nel 2003 da Connectix e re-immesso in commercio con il proprio marchio a partire dall'ottobre del 2004.

A dispetto di quanto inizialmente annunciato, il prossimo aggiornamento a Virtual Server 2005 non verrà distribuito sotto forma di service pack, bensì come prodotto a sé. La nuova versione, il cui arrivo sul mercato è previsto per l'ultimo trimestre dell'anno, porterà il nome di R2 e includerà il supporto ufficiale ai processori x86 a 64 bit.

Zane Adam, director of marketing della divisione Windows Server di Microsoft, ha giustificato il cambio di nome spiegando che la prossima release del programma "includerà molte più migliorie e nuove funzionalità di quanto in genere si trovino in un service pack". La grande differenza, per gli utenti, è che mentre i service pack vengono distribuiti gratuitamente a tutti, Virtual Server 2005 R2 sarà reso disponibile gratuitamente solo ai clienti coperti dal contratto Software Assurance: tutti gli altri dovranno pagare una somma ancora non precisata.
Oltre a supportare le edizioni x64 di Windows, consentendo così di far girare un più elevato numero di macchine virtuali su di un singolo server, Virtual Server 2005 R2 promette miglioramenti nel supporto alle CPU di Intel con Hyper-Threading, alle performance, alla gestione (PXE booting) e al clustering. Mantenendo poi la promessa fatta la scorsa primavera, il big di Redmond ha confermato l'introduzione del supporto (come guest) ai sistemi operativi di terze parti, tra cui Linux e Solaris.

Microsoft ha poi rivelato che la prossima major release di Virtual Server, la 2006, arriverà sul mercato nella seconda metà del prossimo anno: la prima beta è attesa in primavera. Questa release supporterà le funzioni di virtualizzazione hardware di Intel (Virtualization Technology) e AMD (Pacifica), un più robusto meccanismo di isolamento della memoria delle macchine virtuali, e nuovi strumenti per il disaster recovery.

Come si è riportato lo scorso giugno, Microsoft sta nel frattempo sviluppando una soluzione per la virtualizzazione chiamata Hypervisor che, basata sulla tecnologia di Virtual Server, verrà integrata in Longhorn Server (atteso nel 2007). Difficile, a questo punto, dire quale sarà la sorte di Virtual Server: se Microsoft, per il momento, sembra infatti intenzionata a portarne avanti lo sviluppo come prodotto stand-alone, dopo il 2007 l'accoppiata Hypervisor/Longhorn potrebbe diventare l'unica soluzione per la virtualizzazione del gigante americano.
TAG: microsoft
50 Commenti alla Notizia Virtual Server R2 supporterà Linux
Ordina

  • discutete pure dei vostri giocattolini Linux, Windows, vmware,ecc.!!

    scrivete pure programmi free software (questo lo fanno ben pochi di voi) che poi le grosse industrie sfruttano (vedi IBM)!!!

    intanto la categoria informatici e' una accozzaglia senza diritti o regole che lavora per agenzie interinali dette agenzie di consulenza e guadagna un cavolo (quelli che guadagnano sono giusto quelli entrati durante il boom di internet e adesso rischiano il posto o viaggiano come pazzi)!!!

    fate le petizioni perche' hanno deciso che non si possono scaricare le musichette e non le fate per avere contratti seri e vi credete uno piu' furbetto dell'altro ma alla fine siete tutti fregati...magari dragacervelli...ma che non riescono ad avere un minimo di serenita' lavorativa ed economica


    Il piu' miserabile utonto di commerciale e' 1000000 volte piu' furbo di voi... forse siete proprio voi con le vostre religioni i veri tonti!!! ma andate a scambiarvi le figurine
    non+autenticato
  • E dovrei fare girare OS seri su quella ciofeca li? A sto' punto mi metto ad usare winblows sui server e sono apposto...Triste
  • E' peggio di un tormentone... o forse è trendy... fatto sta che a nessuno frega niente di linux eppure tutte le testate giornalistiche ne parlano per un nonnulla, nonostante ci sarebbero notizie più interessanti da dare

    Boh... sarà che oramai la rete è in mano a 4 lameroni Triste
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > E' peggio di un tormentone... o forse è trendy...
    > fatto sta che a nessuno frega niente di linux
    > eppure tutte le testate giornalistiche ne parlano
    > per un nonnulla, nonostante ci sarebbero notizie
    > più interessanti da dare
    >
    > Boh... sarà che oramai la rete è in mano a 4
    > lameroni Triste

    Sarà che in ambiente di rete, quindi i vari servizi DNS, web server etc... sono per lo più basati su Linux o altri Unix Like?
    Come al solito la gente non capisce una mazza e spara idiozie a vanvera.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > E' peggio di un tormentone... o forse è trendy...
    > fatto sta che a nessuno frega niente di linux
    > eppure tutte le testate giornalistiche ne parlano
    > per un nonnulla, nonostante ci sarebbero notizie
    > più interessanti da dare
    >
    > Boh... sarà che oramai la rete è in mano a 4
    > lameroni Triste

    ma chettefrega ?

    ti prudevano tanto le dita per dover scrivere questo post ?
    non+autenticato
  • bhe complimenti per l'analisi aprofondita del tema veramente ammirevole.
    fatto sta che i modaioli non stanno a dietro a cose che gli impegnano troppo la testa e continuano ad usare xp.
    fatti un giro nelle sale server di qualsiasi ced e vedrai chi le usa. ormai quasi tutte le aziende usano linux e windows
    è perquesto che la virtualizzazione vine comodo. cosi possono usare entrambi sullo stesso server.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > E' peggio di un tormentone... o forse è trendy...
    > fatto sta che a nessuno frega niente di linux
    > eppure tutte le testate giornalistiche ne parlano
    > per un nonnulla, nonostante ci sarebbero notizie
    > più interessanti da dare

    ma guardati in giro invece di fare brutte figure sui forum

    > Boh... sarà che oramai la rete è in mano a 4
    > lameroni Triste

    sì e' vero e tu sei il primo dei quattro
    non+autenticato
  • ..sono stato scettico su linux fino a qualche tempo fa, poi deciso che non se ne può parlare senza provare... da un mesetto mi sto mettendo di buona lena per riuscire ad usarlo come so usare windows, e ti assicuro che mi sono reso conto di essermi davvero perso qualcosa finora. Forse tu parli senza averci messo mai mano...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ..sono stato scettico su linux fino a qualche
    > tempo fa, poi deciso che non se ne può parlare
    > senza provare... da un mesetto mi sto mettendo di
    > buona lena per riuscire ad usarlo come so usare
    > windows, e ti assicuro che mi sono reso conto di
    > essermi davvero perso qualcosa finora. Forse tu
    > parli senza averci messo mai mano...
    >
    Cosa ti eri perso potresti dirlo.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Cosa ti eri perso potresti dirlo.

    La ricompilazione del kernel, i problemi con le periferiche, le librerie esoteriche
    non+autenticato

  • - Scritto da: ghiottone
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Cosa ti eri perso potresti dirlo.
    >
    > La ricompilazione del kernel, i problemi con le
    > periferiche, le librerie esoteriche
    librerie esoteriche:
    quelle con le formule magiche del tipo:
    ti invoco o superdemone,
    tu che presiedi alla vita e la morte di ogni
    processo, proteggimi dagli script maligni,
    ora e sempre killall.
    Mah!
    Il kernel non si deve ricompilare mica per forza, in ogni caso è istruttivo oltre che utile.
    Se non hai nostalgia per virus, worm e fuffa varia
    hai fatto un'ottima scelta.

  • - Scritto da: Paul Atreides

    > librerie esoteriche:
    > quelle con le formule magiche del tipo:
    > ti invoco o superdemone,

    I superdemoni sono i demoni con permessi da root?
    Comunque io un sistema operativo con dei demoni non lo uso, grazie.

    > Il kernel non si deve ricompilare mica per forza,

    Certo che va ricompilato. Altrimenti che utente linux sei?


    > Se non hai nostalgia per virus, worm e fuffa
    > varia

    E la mia collezione di virus? Dove la mettiamo? E' dagli anni novanta che la tengo in ordine, virus nuovi, mai usati, assembalti di zecca.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Paul Atreides
    >
    > > librerie esoteriche:
    > > quelle con le formule magiche del tipo:
    > > ti invoco o superdemone,
    >
    > I superdemoni sono i demoni con permessi da root?
    > Comunque io un sistema operativo con dei demoni
    > non lo uso, grazie.
    "Windows XP è un sistema operativo ricco di servizi, cioè di programmi di supporto al suo funzionamento che agiscono nell?ombra, noti anche come demoni"
  • linux lo faccio girare nativamente, di sicuro non lo rallento con winzozzA bocca aperta
    non+autenticato
  • ancora più standard per tutti

    e non c'è niente da ridere Deluso
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)