WinFS, spunta la prima beta

Con questa release, il file-system per Windows di nuova generazione lascia il mondo dei vaporware per iniziare quel cammino che lo porterà tra un paio d'anni sui desktop degli utenti Windows

Redmond (USA) - WinFS non è più un fantasma. All'inizio della settimana Microsoft ha infatti rilasciato la prima versione beta del suo file-system di nuova generazione, aprendo così ufficialmente una fase di sviluppo e testing che dovrebbe concludersi nel 2007.

La pubblicazione di WinFS Beta 1, avvenuta sul Microsoft Developer Network, ha destato una certa sorpresa tra gli sviluppatori: i ritardi accumulati da Microsoft nello sviluppo di questo componente sembravano infatti suggerire che la prima release di test non sarebbe stata rilasciata prima del prossimo anno.

Al contrario di quanto inizialmente previsto, circa un anno fa Microsoft annunciò che il suo nuovo file-system non avrebbe fatto parte della versione desktop di Longhorn, oggi nota come Windows Vista: lo sviluppo di WinFS era infatti ancora in alto mare e il big di Redmond ha preferito non prorogare ulteriormente l'uscita del successore di Windows XP. Questa decisione le ha creato qualche imbarazzo visto che WinFS era già stato pubblicizzato come una delle più importanti innovazioni di Longhorn; funzionalità simili a quelle di WinFS, poi, si trovano già alla base della più recente versione di Mac OS X, Tiger.
Sebbene la prima beta di WinFS sia già qui, il passo di marcia del big di Redmond non sembra aver subito accelerazioni: stando ad alcuni beta tester, infatti, il periodo più probabile per il rilascio della versione finale di questa tecnologia resta il 2007. Molto probabilmente di WinFS non vi sarà traccia neppure in Longhorn Server, e questo anche se entrambi i prodotti vedranno la luce nello stesso anno.

L'attuale beta di WinFS gira sotto Windows XP e può essere installata nel sistema sotto forma di add-on: questa è la stessa versione che Microsoft consegnerà ai partecipanti dell'imminente Professional Developers Conference 2005 di Los Angeles. Negli scorsi giorni è anche nato il blog ufficiale del team di sviluppo di WinFS.

La versione finale del file-system di nuova generazione potrebbe essere distribuita come tool stand-alone oppure come aggiornamento a Longhorn. Microsoft conta di rendere disponibile la prima beta pubblica in contemporanea all'uscita sul mercato di Windows Vista.

Comunemente, WinFS viene visto come la risposta di Microsoft al file-system integrato in Mac OS X o a quello sviluppato in seno ad alcuni progetti open source come Beagle e iFolder/Simias.

WinFS contiene un motore di database relazionale basato su SQL Server 2005 che gli consente di cercare e organizzare file e informazioni in modo assai più sofisticato ed efficiente di quanto permettano oggi file-system come NTFS e FAT. Microsoft sostiene di voler fornire agli utenti un servizio strettamente integrato con l'interfaccia utente e in grado di unificare in una singola vista vari tipi di dati, come contatti, documenti, e-mail, foto, filmati, pagine Web e URL. Gli oggetti potranno essere ordinati in cartelle, o "stack", in base a criteri come titolo e autore, mentre i dati potranno essere condivisi fra tutte le applicazioni di Windows.
TAG: microsoft
319 Commenti alla Notizia WinFS, spunta la prima beta
Ordina
  • un filesistem è bene o male un database che contiene i file indicizzati solo per nome ( ognuno nelle sua cartella etc etc)
    winfs è un ulteriore db che indicizza tutti i file in moltissime maniere, per esempio autore, email riferimenti argomento ( sparo un po a caso) creando indici e relazioni in automatico?

    aver detto che un filesistem è un db non è forse correttissimo, ma non scannatemi..
  • no winfs fa le magie
    no winfs è scritto da ingegneri con le biglie rettangolari
    no winfs è innovativo
    no winfs è velocissimo

    bla bla bla bla
    parlate di prodotti che ancora non esistono
    abbiate la decenza di provarlo prima e vedere se è tutto sto fantomatico oppure un'ennesima cagata made in redmond....
    io per esperienza propongo per la seconda opzione
    ma so gia che un orda di minchioni bill ghetzari farà sprofondare questo post nell'inferno degli insulti gratuitici
    :D
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > no winfs fa le magie
    > no winfs è scritto da ingegneri con le biglie
    > rettangolari
    > no winfs è innovativo
    > no winfs è velocissimo
    >
    > bla bla bla bla
    > parlate di prodotti che ancora non esistono

    Senti chi parla...Triste (non sono un "winaro") Si parla delle caratteristiche annunciate, se poi non ci saranno criticheremo Microsoft, ma i discorsi sulle caratteristiche annunciate penso che siano un po' più utili che denigrare per altri motivi o diffondere informazioni false o parlare senza sapere nulla.


    > so gia che un orda di minchioni bill ghetzari
    > farà sprofondare questo post nell'inferno degli
    > insulti gratuitici

    Bello gratuitici
    non+autenticato
  • > parlate di prodotti che ancora non esistono

    Esiste ed è in Beta 1... e questo articolo lo ha appunto segnalato. Cosa c'è che non capisci esattamente?A bocca aperta
    non+autenticato
  • Tutto sto casino per cercare i contenuti, peccato
    che questi si trovano in buona parte su internet.
    Microsoft arriva in ritardo clamoroso e cerca di arginare il gap preparando l'ennesima gabbia agli sfortunati possessori di WindowsXP/Vista.
    vorrei proprio sapere che ci fai di un searcher potente
    sul desktop quando massimo che ci sta è 4 foto porno
    e 3 lettere di spam....

    non+autenticato
  • > Tutto sto casino per cercare i contenuti, peccato
    > che questi si trovano in buona parte su internet.
    Questa è una giustissima affermazione, per il mercato home attuale.
    Purtroppo la strategia delle major è sempre meno condivisione e sempre più acquisto, insomma, portare ciascuno di noi a comprare n volte lo stesso contenuto quando cambiano i formati e le tecnologie o su player diversi (lp, cassetta, cd, memory stick, sacd, dvd, bluray...) alla faccia del vero e proprio diritto d'autore inteso come proprietà intellettuale dell'opera e non del dato in se e alla faccia di metodi di fruizione dell'opera comuni più razionali (copyleft, libertà di informazione, libertà di raccontare il film al proprio vicino di casa, libertà di farsi una copia di emergenza e di ripparsi IL contenuto per renderlo fruibile sui vari player ecc ecc ecc).
    D'altra parte c'è un campo totalmente diverso di utilizzo, es macchine server o per gestione di database (in un contesto in cui ogni oggetto viene automaticamente analizzato ed incluso nel dattabase, in modo, a quanto detto, molto più pervasivo di quello che fanno già da anni altre tecnologie di ricerca), in cui una buona capacità di ricerca contestuale interna è più importante (o almeno, avviene molto più di frequente) di quella esterna, per dirla diversamente il lavoro è più orientato a dati specifici presenti in locale (e da non condividere) ad alta disponibilità piuttosto che su contenuti generici da reperire su connessioni più lente e meno sicure su reti pubbliche.
    Certo, questo discorso male si applica al personal visto come macchina multimediale perchè in quel caso la delocalizzazione e condivisione sarebbe, come dici tu, un approcio molto più razionale.

    > Microsoft arriva in ritardo clamoroso e cerca di
    > arginare il gap preparando l'ennesima gabbia agli
    No, queste tecnologie di ricerca non sono una novità nel settore desktop, nemmeno per prodotti di Redmond (anche se fino ad oggi sono state molto sottoutuilizzate) ma winfs tecnicamente (e non è solo marketing, almeno potenzialmente) è un approcio diverso che se ben realizzato potrebbe portare ad utilizzare la ricerca in modo ben diverso da quello che facciamo oggi, almeno per come lo facciamo in ambito desktop con win, lin o osx.
    Questo a livello di approcio alla ricerca non lo si può negare a winfs, ma poi, solo nei fatti sarà possibile vedere e sarà una buona implementazione e se sarà proporzionata a:
    potenza delle macchine;
    volume di dati;
    esigenze dell'utente medio.
    Come vedi sono fattori molto difficili da valutare, specie se ancora manca l'implementazione "stable" da mettere alla prova!
    non+autenticato
  • WinFS si presenta come un framework per facilitare la localizzazione ed il management dei files e di altri oggetti.

    Sembra notevole il fatto che tutti i files vengano catalogati su una sorta di sql server integrato con il file system per poterli ricercare velocemente per estensione o altre caratteristiche.

    Risponderebbe alle domande:
    "quanti e quali file immagine ho nel mio hard disk?"
    "quanti nel mio pc"
    "quanti nella rete aziendale?"

    Magari anche un meccanismo di versioning?
    Bho! questo non l'ho trovato.

    Comunque niente di impossibile da realizzare per un programmatore, infatti in molte aziende gia' gestiscono i files in questo modo anche se la difficolta' maggiore sta nell'implementazione dei livelli di sicurezza.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Risponderebbe alle domande:
    > "quanti e quali file immagine ho nel mio hard
    > disk?"
    > "quanti nel mio pc"
    > "quanti nella rete aziendale?"
    >

    A questo punto usi gds che è uguale. Il punto di forza di WinFS è un altro: riesce a "sapere" cosa lega tra di loro i vari file, e permette di aggiungere gestori di eventi che operano su file.


    >
    > Comunque niente di impossibile da realizzare per
    > un programmatore,

    Sarà per questo che molti (non uno) programmatori, tra cui progettisti con le palle quadrate nel ambito dei db relazionali, con vagonate di soldi alle spalle, sono riusciti a tirare fuori una beta dopo 3 anni e mezzo di lavoro?

    L'unica cosa di analoga a winfs che ho visto è stato un progetto su linux che usava postgresql... poi non ne ho sentito più parlare, immagino sia naufragato. Anche perché anche su linux esistono i tamarri che dicono "si, ma fa le stesse cose di beagle" e quindi usano beagle, facendo naufragare progetti più interessanti a scapito di cose più banali.
    non+autenticato
  • > > Comunque niente di impossibile da realizzare per
    > > un programmatore,
    >
    > Sarà per questo che molti (non uno)
    > programmatori, tra cui progettisti con le palle
    > quadrate nel ambito dei db relazionali, con
    > vagonate di soldi alle spalle, sono riusciti a
    > tirare fuori una beta dopo 3 anni e mezzo di
    > lavoro?

    E anche vero che loro non sviluppano per un unica azienda ma creano un software che dovra' essere molto pervasivo ed installato su migliaia di pc, sarebbe una catrastrofe se la cosa non funzionasse bene.

    Ma torniamo a noi...
    Attraverso gli hook e' possibile specificare una funzione di callback che ad ogni evento legato al file faccia qualcosa, ad esempio aggiorni il database sql con le nuove info relative al file ( inoltre se i file fossero in formato xml, almeno la parte relativa ai dati, anche il loro contenuto potrebbe essere indicizzabile. )

    Il trigger potrebbe anche far riferimento ad un interprete di macro (utilizzabile direttamente dall'utente) per rispondere all'evento file cancellato oppure modificato o altro.


    > L'unica cosa di analoga a winfs che ho visto è
    > stato un progetto su linux che usava
    > postgresql... poi non ne ho sentito più parlare,
    > immagino sia naufragato. Anche perché anche su
    > linux esistono i tamarri che dicono "si, ma fa le
    > stesse cose di beagle" e quindi usano beagle,
    > facendo naufragare progetti più interessanti a
    > scapito di cose più banali.

    Non so se esiste la possibilita' di legare codice che venga eseguito a causa della modifica, creazione ecc... di files io l'ho sempre fatto via cron.
    Forse la necessita' di modificare il software che gestisce il fs ha scoraggiato i piu'Deluso

    La domanda pero' che sorge spontanea, se questo sistema di hook usatissimo dagli spyware che rallentano il pc viene utilizzato da winfs non ci saranno rallentamenti indesiderati del sistema?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > La domanda pero' che sorge spontanea, se questo
    > sistema di hook usatissimo dagli spyware che
    > rallentano il pc viene utilizzato da winfs non ci
    > saranno rallentamenti indesiderati del sistema?

    No perchè con gli spyware attuali cosa succede?
    non+autenticato
  • > - Scritto da: Anonimo
    > > La domanda pero' che sorge spontanea, se questo
    > > sistema di hook usatissimo dagli spyware che
    > > rallentano il pc viene utilizzato da winfs non
    > ci
    > > saranno rallentamenti indesiderati del sistema?
    >
    > No perchè con gli spyware attuali cosa succede?

    Appunto quindi per grandi spostamenti di dati ci saranno anche trigger ed aggiornamenti al db da fare quindi... rallentamenti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > > > La domanda pero' che sorge spontanea, se questo
    > > > sistema di hook usatissimo dagli spyware che
    > > > rallentano il pc viene utilizzato da winfs non ci
    > > > saranno rallentamenti indesiderati del sistema?
    > >
    > > No perchè con gli spyware attuali cosa succede?
    >
    > Appunto quindi per grandi spostamenti di dati ci
    > saranno anche trigger ed aggiornamenti al db da
    > fare quindi... rallentamenti.

    E la differenza rispetto a quello che succede con gli spyware attuali?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > E la differenza rispetto a quello che succede con
    > gli spyware attuali?


    ok quindi WinFS e' uno spyware, buono a sapersiSorride
    non+autenticato
  • > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > E la differenza rispetto a quello che succede
    > con
    > > gli spyware attuali?

    Che winfs rallenta il pc facendo cose utili per l'utente gli spyware no!!

    > ok quindi WinFS e' uno spyware, buono a sapersiSorride

    Si... vabbhe!!
    Annoiato
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > > > E la differenza rispetto a quello che succede con
    > > > gli spyware attuali?
    >
    > Che winfs rallenta il pc facendo cose utili per
    > l'utente gli spyware no!!

    Lui diceva che gli spyware rallenteranno il pc ancora di più con WinFS, non che WinFS rallenterà di suo
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Lui diceva che gli spyware rallenteranno il pc
    > ancora di più con WinFS, non che WinFS rallenterà
    > di suo

    Se vuoi fare un programma che rallenta il pc non serve usare winfs. Se invece devi recuperare informazioni dal pc, il fatto di avere winfs renderà al limite più veloce il compito degli spyware.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Comunque niente di impossibile da realizzare per
    > un programmatore, infatti in molte aziende gia'
    > gestiscono i files in questo modo anche se la
    > difficolta' maggiore sta nell'implementazione dei
    > livelli di sicurezza.

    ti sei mai chiesto perchè i database relazionali costano centinaia di milioni?
    non+autenticato
  • WInfs non servirà ad un casso
    il 90% dei contenuti li prendi su internet e google allo stato attuale è il migliore sistema che ti permette di gestire questa massa con poco sforzo
    Winfs invece è arcaico perchè tutto il lavoro di indicizzazione è limitato al mondo Desktop dove massimo che ci trovi è 4 fogli excel e 4 mail smatrate.
    Viviamo in un'era dove le connessioni sono parte integrante di un sistema informatico agire come sta facendo microsoft (limitare le connessioni e navigare sopra 4 cartelle virtuali ) è sbagliato improduttivo e arrogante.
    La gente vuole contenuti da cercare ma se su un computer non ci sono i contenuti, mi dite che ci si fa di un mega database NTFS ? ve lo dico io una cippa di cazzo.....

    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > WInfs non servirà ad un casso
    > il 90% dei contenuti li prendi su internet e
    > google allo stato attuale è il migliore sistema
    > che ti permette di gestire questa massa con poco
    > sforzo
    > Winfs invece è arcaico perchè tutto il lavoro di
    > indicizzazione è limitato al mondo Desktop dove
    > massimo che ci trovi è 4 fogli excel e 4 mail
    > smatrate.
    > Viviamo in un'era dove le connessioni sono parte
    > integrante di un sistema informatico agire come
    > sta facendo microsoft (limitare le connessioni e
    > navigare sopra 4 cartelle virtuali ) è sbagliato
    > improduttivo e arrogante.

    Rotola dal ridere

    > La gente vuole contenuti da cercare ma se su un
    > computer non ci sono i contenuti, mi dite che ci
    > si fa di un mega database NTFS ? ve lo dico io
    > una cippa di cazzo.....

    Astuto...
    non+autenticato
  • Voglio vederti quando scoprirai che Google ti spia il contenuto dell'hard-disk, forse ti piace essere preso da dietro però...Ficoso
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Voglio vederti quando scoprirai che Google ti
    > spia il contenuto dell'hard-disk, forse ti piace
    > essere preso da dietro però...Ficoso

    Non sarei tanto ottimista con M$, visto che non è peggiore di google (forse l' opposto).

  • - Scritto da: nattu_panno_dam
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Voglio vederti quando scoprirai che Google ti
    > > spia il contenuto dell'hard-disk, forse ti piace
    > > essere preso da dietro però...Ficoso
    >
    > Non sarei tanto ottimista con M$, visto che non è
    > peggiore di google (forse l' opposto).

    Si, però fa prodotti buggati e quindi gli spyware microsoft non funzionano
    non+autenticato
  • - Scritto da: nattu_panno_dam
    > > Voglio vederti quando scoprirai che Google ti
    > > spia il contenuto dell'hard-disk, forse ti piace
    > > essere preso da dietro però...Ficoso
    >
    > Non sarei tanto ottimista con M$, visto che non è
    > peggiore di google

    No ma neanche con Google, ripeto c'è a chi piace prenderselo nel didietro, purchè dietro ci sia un concorrente di Microsoft
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 24 discussioni)