Fermato un giro online di basi musicali

Sequestrati dalla Guardia di Finanza circa 60mila pezzi in formato midi e Mp3 nonché una serie di altri materiali. Due i denunciati

Roma - Non si hanno ancora tutti i dettagli di un'operazione condotta durante l'estate dai finanzieri del Comando Nucleo Speciale per la Radiodiffusione ed Editoria di Roma contro la pirateria musicale in rete, in particolare contro un giro piuttosto ampio di basi musicali che ha interessato utenti di molte regioni italiane.

Stando a quanto riferito ieri, l'indagine si è focalizzata in particolare su alcuni scambi email: lunghe liste di file disponibili in formato midi o mp3 venivano diffuse infatti attraverso la posta elettronica. Gli interessati all'acquisto procedevano all'ordine e al download da aree ftp o siti internet dedicati oppure in qualche caso ricevendo i file direttamente in messaggi email.

La Guardia di Finanza, che ha operato in stretta collaborazione con la SIAE ha spiegato che il pagamento delle tracce illegali veniva effettuato attraverso ricariche di carte postepay.
Nel corso delle perquisizioni scaturite dalle indagini, i finanzieri hanno provveduto al sequestro di più di 60mila tracce, nonché dei supporti informatici (computer e CD in particolare) sui quali questo materiale veniva riprodotto. Sui CD mancava evidentemente il bollino SIAE ed erano venduti ad un prezzo di 50 euro l'uno: ciascuno di essi conteneva fino a 30mila file musicali.

I finanzieri hanno spiegato che a conclusione dell'operazione sono state denunciate due persone all'autorità giudiziaria.
TAG: italia
67 Commenti alla Notizia Fermato un giro online di basi musicali
Ordina
  • "La Guardia di Finanza, che ha operato in stretta collaborazione con la SIAE ha spiegato che il pagamento delle tracce illegali veniva effettuato attraverso ricariche di carte postepay."

    Ecco la prova della lobby (per non dire altro di peggio).

    Perchè la guardia di finanza non mette lo stesso impegno per:

    1) scovare chi affitta le abitazioni (sopratutto agli studenti) in nero

    2) combattere seriamente il lavoro nero, specie nel comparto edilizia

    3) controllare se i liberi professionisti usano software con regolare licenza

    Sono tutte cose facilmente fattibili:

    1) basta prendere un giornale con informazioni immobiliari di affitti. Aspettare due/tre mesi e fare i controlli. Ne beccano 8 su 10 controlli.

    2) ancora più semplice: basta guardare il panorama del paese/città e recarsi laddove c'è una gru. Ne beccano almeno 5 su 10 controlli.

    3) Il più semplice in assoluto: si prende pagine gialle alle categorie fotografi, architetti, studi di ingegneria, pubblicazioni ed editoria, studi di registrazione. Ne beccano 8 su 10 controlli.

    Sono tutti reati gravi, almeno quanto lo scambio di mp3. Però sono più diffusi, e più dannosi per il cittadino medio che arriva a fine mese senza un euro.

    Ma le lobby... sono più importanti dei cittadini.

  • - Scritto da: grassman
    > "La Guardia di Finanza, che ha operato in stretta
    > collaborazione con la SIAE ha spiegato che il
    > pagamento delle tracce illegali veniva effettuato
    > attraverso ricariche di carte postepay."
    >
    > Ecco la prova della lobby (per non dire altro di
    > peggio).
    >
    > Perchè la guardia di finanza non mette lo stesso
    > impegno per:
    >
    > 1) scovare chi affitta le abitazioni (sopratutto
    > agli studenti) in nero
    >
    > 2) combattere seriamente il lavoro nero, specie
    > nel comparto edilizia
    >
    > 3) controllare se i liberi professionisti usano
    > software con regolare licenza
    >
    > Sono tutte cose facilmente fattibili:
    >
    > 1) basta prendere un giornale con informazioni
    > immobiliari di affitti. Aspettare due/tre mesi e
    > fare i controlli. Ne beccano 8 su 10 controlli.
    >
    > 2) ancora più semplice: basta guardare il
    > panorama del paese/città e recarsi laddove c'è
    > una gru. Ne beccano almeno 5 su 10 controlli.
    >
    > 3) Il più semplice in assoluto: si prende pagine
    > gialle alle categorie fotografi, architetti,
    > studi di ingegneria, pubblicazioni ed editoria,
    > studi di registrazione. Ne beccano 8 su 10
    > controlli.
    >

    Io ci aggiungerei anche studi di avvocati e commercialisti......
    Newbie, inesperto

    > Sono tutti reati gravi, almeno quanto lo scambio
    > di mp3. Però sono più diffusi, e più dannosi per
    > il cittadino medio che arriva a fine mese senza
    > un euro.
    >
    > Ma le lobby... sono più importanti dei cittadini.
    non+autenticato
  • Sulla rete di e-mule, cercando "karaoke" si ottengono centinaia di risultati. Tra questi spiccano dei rar con 30.000 brani e i crack dei più diffusi software per karaoke..... e questo da anni!

    .... per fortuna che c'è la SIAE a diffenderci.... tsk!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Sulla rete di e-mule, cercando "karaoke" si
    > ottengono centinaia di risultati. Tra questi
    > spiccano dei rar con 30.000 brani e i crack dei
    > più diffusi software per karaoke..... e questo da
    > anni!
    >
    > .... per fortuna che c'è la SIAE a
    > diffenderci.... tsk!

    Ma leggete l'articolo porca miseria...
    Si parla di CD VENDUTI a 50 ? contente materiale protetto da (c) e, come fai notare tu, magari scaricato da emule.

    non+autenticato
  • E questo è quanto. Ci sono le leggi. Rispettatele.
    non+autenticato
  • Si', io le leggi di Berluska & soci le rispetterei tutti i giorni, no guarda, le citerei come massima espressione della democrazia e del diritto, da snocciolarsi come rosario la sera prima di coricarmi.

    Mi vergogno di essere italiano.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > E questo è quanto. Ci sono le leggi. Rispettatele.

    Chi sei? Un seguace di FI?
    Newbie, inesperto
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Chi sei? Un seguace di FI?
    > Newbie, inesperto

    ma che cazzo, non si può politicizzare tutto! Non bisogna essere di destra o di sinistra per rispettare le leggi!
    non+autenticato
  • 60mila traccie sequestrate;
    30mila traccie contenute in 1 CD;

    Allora....o hanno ben sequestrato 2 CD Deluso ... o nemmeno controllate quello che scrivete.... Triste
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > 60mila traccie sequestrate;
    > 30mila traccie contenute in 1 CD;
    >
    > Allora....o hanno ben sequestrato 2 CD Deluso ... o
    > nemmeno controllate quello che scrivete.... Triste

    o semplicemente non hai capito che c'era robba sui computer E sui cd. anyway
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > 60mila traccie sequestrate;
    > 30mila traccie contenute in 1 CD;
    >
    > Allora....o hanno ben sequestrato 2 CD Deluso ... o
    > nemmeno controllate quello che scrivete.... Triste

    Ma 30mila tracce per CD... erano file MIDI???

    Usseniùr...
  • - Scritto da: IppatsuMan
    > Ma 30mila tracce per CD... erano file MIDI???

    Se magari leggi l'articolo prima di commentare
    non+autenticato
  • Appena uscito e già in azione: come vedete con la scusa del terrorismo, tenere sotto controllo le e-mail serve soltanto a fare gli interessi dei grossi gruppi economici, come al solito.
    non+autenticato
  • quindi cosa proponi ?
    per non fare gli interessi dei grossi gruppi
    lasciamo totale liberta' ai terroristo?

    forse e' meglio scegliere il male minore, o no ?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > quindi cosa proponi ?
    > per non fare gli interessi dei grossi gruppi
    > lasciamo totale liberta' ai terroristo?
    >
    > forse e' meglio scegliere il male minore, o no ?

    allora reintroduciamo il coprifuoco, quale miglior mezzo per eliminare i furti e la violenza di sera?
    sparate a vista a chiunque sia fuori casa dopo le 22
    e poi perchè lasciare che le persone si spostino da una regione d'italia all'altra? controlli, controlli, per entrare in autostrada o soalre su un treno occorre un motivo, autorizzato dall'autorità compenente (lavoro, etc..)

    ma daiiii
  • Guarda che hai dato la risposta tipica del disinformato di turno. I problemi non si affrontano con la negazione delle liberta', tant'e' che questa NON e' la strada dei cosiddetti paesi civili.

    Purtroppo a far cambiare idea a certi politici le pressioni di certi gruppi forti e l'esigenza di provvedimenti "mediatici" sono talvolta sufficienti. Non e' un caso che solo pochi partiti (i soliti) si sono battuti contro il decreto Pisanu.

    Ricordi nell'ultimo Guerre Stellari quando, per esigenze militari, la repubblica diventa impero con gli applausi di tutti i gruppi politici tranne della protagonista, la principessa Amidala? "e' cosi' che muore la liberta', sotto scroscianti applausi" ... applaudi, applaudi pure tu ...

  • > forse e' meglio scegliere il male minore, o no ?

    No.

    non+autenticato
  • cosa c'entra il pacchetto antiterrorismo con questa indagine? Newbie, inesperto
    quelle simili fatte in passato allora???
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)