Le novità autunnali e il Pupillo di TRE

L'operatore sviluppa una specie di rottamazione dell'usato, proroga qualche promozione e lancia una videocam UMTS. I dettagli

Roma - TRE muove all'attacco della stagione autunnale con alcune novità commerciali, su cui probabilmente punta molto, visto che le strategie di marketing sono ancora accompagnate da una nuova serie di spot televisivi (con Claudio Amendola, Valeria Marini e Vittorio Cecchi Gori).

Innanzitutto una sorta di campagna di rottamazione: acquistando un videofonino LG U8330 o U8180, sarà possibile ottenere una "supervalutazione dell'usato" fino a 100 euro per il vecchio cellulare (se consegnato). Il valore della supervalutazione non sarà però scontato sul costo del nuovo apparecchio: il cliente pagherà il costo del cellulare come da listino TRE (149 euro) e riceverà un bonus di traffico di pari valore in rate da 10 euro. I possessori di carta di credito potranno inoltre pagare in contanti un anticipo (di 49 euro) sull'acquisto del nuovo videofonino e pagare 10 rate (da 10 euro ciascuna) negli altrettanti mesi successivi.

Altre novità in arrivo: il già annunciato modello LG U8360 (che questa estate è uscito in una versione griffata Roberto Cavalli) e la proroga fino ad ottobre della cosiddetta promozione sulla tassa di concessione governativa.
Infine, "last but not least", ecco l'arrivo di "Pupillo".
Si tratta di una videocamera UMTS da 100mila pixel, del peso di 245 grammi e di dimensioni molto compatte (80 x 93.5 x 121.3 mm), realizzata dell'azienda taiwanese Compal su idea della divisione "machine to machine" di H3G (la holding che controlla il brand TRE). La particolarità di questo dispositivo è la possibilità di essere attivato attraverso una chiamata, effettuata da un videofonino TRE. Utilizzabile per il controllo ambientale o a scopo di sorveglianza, non richiede nessuna particolare installazione e consente all'utente di vedere sul display del proprio cellulare le immagini catturate in quell'istante.

Dotato di un numero telefonico della rete TRE, prevede anche l'uso di un codice segreto, da digitare durante la chiamata, che ha un costo di 45 centesimi di euro al minuto (più 15 per lo scatto alla risposta).

La videocamera può essere alimentata con la corrente elettrica o a batteria. In quest'ultimo caso, TRE dichiara un autonomia massima di 300 ore in standby, 4 ore in videochiamata e 3 ore in visione notturna (è presente un sensore infrarosso).

"E' un prodotto riferito ad esigenze di massa - spiega Lorenzo Legnaioli, responsabile della divisione "machine to machine" - per i genitori che vogliono controllare i figli piccoli, anche se c'è la baby sitter, o per verificare che i genitori anziani stiano bene".

La commercializzazione di Pupillo parte dalla prima settimana di settembre, al prezzo al pubblico di 149 euro.

DB
1 Commenti alla Notizia Le novità autunnali e il Pupillo di TRE
Ordina