Suse Linux torna sui Mac

Grazie ad un progetto nato in seno alla giovanissima comunità openSuse, la famosa distribuzione Suse Linux di Novell è tornata a girare sui processori PowerPC, e dunque sui Mac, dopo un'assenza di oltre tre anni. Ma ne è valsa la pena?

Roma - Sono molti i casi in cui la comunità open source ha riportato in vita software che, spesso perché non più profittevoli, erano stati abbandonati dalle società commerciali. L'ultimo esempio arriva dal progetto open source lanciato da Novell nel corso del mese di agosto, openSuse, che fra le altre cose si sta occupando di riesumare Suse Linux per PowerPC (PPC).

L'ultima versione di Suse Linux per processori PPC è la 7.3 e risale all'inizio del 2002, dunque prima che Novell acquisisse l'azienda tedesca che dà nome alla sua distribuzione Linux. In questi anni le due società hanno continuato a vendere esclusivamente una versione enterprise di Suse Linux indirizzata ai server di IBM basati sui processori Power: questi ultimi sono parenti stretti dei PPC utilizzati, fra gli altri, nei computer di Apple.

In seno alla neonata comunità OpenSuse, il progetto Power@Suse sta effettuando il porting dell'attuale base di codice di Suse Linux verso l'architettura PPC. L'attuale release, la 10.0 Beta 3, è ancora da considerarsi sperimentale, ma il team di sviluppo conta di portarla presto allo stesso grado di maturità che caratterizza le release per processori x86. Per il testing i programmatori di Power@Suse stanno utilizzando dei Mac, ma nella lista delle piattaforme supportate dal sistema operativo compaiono anche alcune famiglie di server IBM.
La mossa di Power@Suse segue un progetto analogo lanciato da Fedora, la comunità supportata da Red Hat a cui Novell sembra essersi ispirata per dar vita a openSuse. Entrambi i progetti rivaleggiano con Yellow Dog Linux, una fra le distribuzioni Linux per PPC più anziane in circolazione.

Questo risveglio d'interessi verso la piattaforma PPC sembra scontrarsi con la volontà di Apple di abbandonare i processori basati su tale architettura (sebbene la casa della Mela si sia assicurata la fornitura di chip PPC prodotti da FreeScale per altri tre anni). In realtà si può affermare che mai come in questo periodo si è registrata tanta attenzione da parte dell'industria verso la tecnologia Power/PPC, la stessa che, non va dimenticato, gioca un ruolo di primo piano anche all'interno del tanto declamato processore Cell. Grazie ai recenti sforzi di IBM per creare un'ampia comunità di sviluppatori e partner attorno alla propria tecnologia, i chip PPC sembrano destinati a salire a bordo di un crescente numero di dispositivi digitali, da quelli consumer (console da gioco, set-top box, media center ecc.), a quelli professionali (appliance di rete, thin client, server, PoS ecc.).
TAG: linux
91 Commenti alla Notizia Suse Linux torna sui Mac
Ordina
  • In effetti quante distro Linux!!!
    Io ne ho provate tante sul mio iBook G4,ma non sono troppo soddisfatto.
    O sono le accentazioni,o i DVD che non vengono letti eccetera eccetera.
    A parte i repository che sono un bel problema.
    Grazie dell-attenzione.
    Gatta
    non+autenticato
  • http://www.anandtech.com/mac/showdoc.aspx?i=2520&p...

    l'articolo se vi intreressa leggetelo tutto, molto interessante fa un confronto OSx-Linux Applex86-appleppc
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > http://www.anandtech.com/mac/showdoc.aspx?i=2520&p
    >
    > l'articolo se vi intreressa leggetelo tutto,
    > molto interessante fa un confronto OSx-Linux
    > Applex86-appleppc

    Letto, paurose le lacune di OS X, tuttavia bisogna dire che Quarz è anni luce avanti a qualsiasi cosa disponibile per linux...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Letto, paurose le lacune di OS X, tuttavia
    > bisogna dire che Quarz è anni luce avanti a
    > qualsiasi cosa disponibile per linux...

    Apple non ha risorse sufficienti per migliorare OSX per tutte le applicazioni.
    Per cui si è focalizzata sulle sole che le interessano per tipoligia di utenti e nicchia di mercato che ricopre.
    Ossia l'interfaccia grafica e la semplicità di configurazione.

    __
    Mr. Mechano

  • - Scritto da: Anonimo
    > http://www.anandtech.com/mac/showdoc.aspx?i=2520&p
    >
    > l'articolo se vi intreressa leggetelo tutto,
    > molto interessante fa un confronto OSx-Linux
    > Applex86-appleppc

    Splendido articolo!
    Dice tutto quello che ho notato ed altro che ho supposto, ma va anche oltre dimostrando come in fondo l'evoluzione della famiglia PowerPC c'è stata e continua e passare ad un'altra architettura non era poi tanto necessario per Apple.

    Ma quello che più mi piace sono le sonore bastonate che da Linux e il suo kernel monolitico a MacOSX e il suo fantomatico Darwin/Mach che ha un mare di problemi di latenza nelle comunicazioni interprocesso e nei messaggi tra thread.
    Rendendolo di fatto una pessima scelta come server MySQL e per la multiutenza di rete.

    Motivo per cui non ho mai preso in considerazione MacOSX come sistema operativo server sui MacMini e alte macchine Apple e considero Linux ancora migliore e più versatile.

    __
    Mr. Mechano

  • - Scritto da: Mechano
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > http://www.anandtech.com/mac/showdoc.aspx?i=2520&p
    > >
    > > l'articolo se vi intreressa leggetelo tutto,
    > > molto interessante fa un confronto OSx-Linux
    > > Applex86-appleppc
    >
    > Splendido articolo!
    > Dice tutto quello che ho notato ed altro che ho
    > supposto, ma va anche oltre dimostrando come in
    > fondo l'evoluzione della famiglia PowerPC c'è
    > stata e continua e passare ad un'altra
    > architettura non era poi tanto necessario per
    > Apple.
    >
    > Ma quello che più mi piace sono le sonore
    > bastonate che da Linux e il suo kernel monolitico
    > a MacOSX e il suo fantomatico Darwin/Mach che ha
    > un mare di problemi di latenza nelle
    > comunicazioni interprocesso e nei messaggi tra
    > thread.
    > Rendendolo di fatto una pessima scelta come
    > server MySQL e per la multiutenza di rete.
    >
    > Motivo per cui non ho mai preso in considerazione
    > MacOSX come sistema operativo server sui MacMini
    > e alte macchine Apple e considero Linux ancora
    > migliore e più versatile.
    >
    > __
    > Mr. Mechano
    già, e se non mi sbaglio gli x86 sono ancora meno contenti dei ppc per i kernel a messaggi....
    tra l' altro è pure comica la parte in cui si dice che un g5 a 1,6 GHz sarebbe ideale su un portatile, mostrando chiaramente che il passaggio ad intel non dipende nè dal powerbook g5 (che potrebbe essere realizzato, volendo) nè dalle prestazioni, che sono assolutamente in linea con gli intel di pari commercializzazione..... apple potrebbe e soprattutto dovrebbe (visto che si fa ben pagare per i suoi prodotti) fare una ottimizzazione di unix molto maggiore (oltre ai sorprendenti risultati del test, mi piace citare il fatto che tiger è compilato con gcc 3.3 invece del 4, che supporta anche l' autovettorizzazione e malgrado lo spazio sul disco e in ram non sia fatto un problema viene compilato tutto con -Os invece che almeno -O2, ma molto meglio -O3 dato che dovrebbe essere tutto testato per funzionare perfettamente e velocemente)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Mechano
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > >
    > >
    > http://www.anandtech.com/mac/showdoc.aspx?i=2520&p
    > > >
    > > > l'articolo se vi intreressa leggetelo tutto,
    > > > molto interessante fa un confronto OSx-Linux
    > > > Applex86-appleppc
    > >
    > > Splendido articolo!
    > > Dice tutto quello che ho notato ed altro che ho
    > > supposto, ma va anche oltre dimostrando come in
    > > fondo l'evoluzione della famiglia PowerPC c'è
    > > stata e continua e passare ad un'altra
    > > architettura non era poi tanto necessario per
    > > Apple.
    > >
    > > Ma quello che più mi piace sono le sonore
    > > bastonate che da Linux e il suo kernel
    > monolitico
    > > a MacOSX e il suo fantomatico Darwin/Mach che ha
    > > un mare di problemi di latenza nelle
    > > comunicazioni interprocesso e nei messaggi tra
    > > thread.
    > > Rendendolo di fatto una pessima scelta come
    > > server MySQL e per la multiutenza di rete.
    > >
    > > Motivo per cui non ho mai preso in
    > considerazione
    > > MacOSX come sistema operativo server sui MacMini
    > > e alte macchine Apple e considero Linux ancora
    > > migliore e più versatile.
    > >
    > > __
    > > Mr. Mechano
    > già, e se non mi sbaglio gli x86 sono ancora meno
    > contenti dei ppc per i kernel a messaggi....
    > tra l' altro è pure comica la parte in cui si
    > dice che un g5 a 1,6 GHz sarebbe ideale su un
    > portatile, mostrando chiaramente che il passaggio
    > ad intel non dipende nè dal powerbook g5 (che
    > potrebbe essere realizzato, volendo) nè dalle
    > prestazioni, che sono assolutamente in linea con
    > gli intel di pari commercializzazione..... apple
    > potrebbe e soprattutto dovrebbe (visto che si fa
    > ben pagare per i suoi prodotti) fare una
    > ottimizzazione di unix molto maggiore (oltre ai
    > sorprendenti risultati del test, mi piace citare
    > il fatto che tiger è compilato con gcc 3.3 invece
    > del 4, che supporta anche l' autovettorizzazione
    > e malgrado lo spazio sul disco e in ram non sia
    > fatto un problema viene compilato tutto con -Os
    > invece che almeno -O2, ma molto meglio -O3 dato
    > che dovrebbe essere tutto testato per funzionare
    > perfettamente e velocemente)


    e poi ci si chiede come mai due eminenti materie grigie come le vostre non vadano a lavorare alla apple per far vedere come si fa, invece di perdere tempo a scriverle su PI queste cose....mah

    se di PB G5 non se ne sono visti ci sarà un motivo, o no?
    non+autenticato
  • soprattutto con 03 i compilati si gonfiano e comunque le ottimizzazioni tiratissime non sono un gran che visto che il compilatore modifica il compilato e probabilmente, anzi mooolto spesso il programma diventa instabile.
    non+autenticato
  • Mica vero potrei essere d'accordo se il software dovesse girare su hardware estremamente variegato ma per i mac il problema non esiste, uno dei pochi vantaggi dell'avere un parco hardware selezionato è proprio che puoi fare delle ottimizzazioni.
    non+autenticato
  • Articolo molto interessante, grazie della segnalazione.


    Ciao,
    Matteo
  • Posto che di linux su ppc ce ne sono tanti,
    che il mio dns è su un g3, che sto scrivendo da un g4 866 con debian sarge (la quale supporta un'altra
    decina di tipi di cpu), e che le prestazioni generali
    sono superiori a quelle del Tiger che ho nell'altra
    partizione, ben venga un suse desktop per ppc,
    e un domani per Cell. E' un'architettura troppo
    buona per non essere supportata da un so serio
    come suse, anche per cose diverse dai server.


    non+autenticato
  • Ovvero della serie fantastiche tecnologie:
    http://news.zdnet.com/2100-1009_22-5846234.html

    In poche parole, sembra che con vista gli utenti
    windows addirittura, udite udite,

    " won't have to restart Windows Vista when installing or updating an application"

    NO !! RIMANIAMO SENZA FIATO

    Ma, attenzione !
    "It will even be possible to patch some applications while they are in use, the software maker said"

    Cose da fantascienza, che faceva già la mandrake
    5 nel 1999 saranno finalmente supportate (forse, se
    non avranno il destino delle altre "innovazioni") a
    fine 2006 dai sistem microsoft!

    Che mirabilia !

    non+autenticato
  • già, miracoloso. Noi intanto aspettiamo il miracolo linux:
    quando le stampanti funzioneranno
    quello windows sono 10 anni che c'è l'ha
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > già, miracoloso. Noi intanto aspettiamo il
    > miracolo linux:
    > quando le stampanti funzioneranno
    > quello windows sono 10 anni che c'è l'ha


    ah si?quindi se installo windows quello riconoscerà la mia hp ,caricherà i drivers?solo allucinato!installerò windows immediatamente....

    torna a dormire
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > già, miracoloso. Noi intanto aspettiamo il
    > > miracolo linux:
    > > quando le stampanti funzioneranno
    > > quello windows sono 10 anni che c'è l'ha
    >
    >
    > ah si?quindi se installo windows quello
    > riconoscerà la mia hp ,caricherà i drivers?solo
    > allucinato!installerò windows immediatamente....
    >
    > torna a dormire
    certo, o alla peggio infili il CD. Con linux devi diventare un hacker
    hai mai usato windows?
    non+autenticato
  • eh già...invece per installare qualcosa sotto linux, proprio user friendiy..avvia tre shell, lanci uno script...mi si blocca il window manager..ne uso un altro , ce ne sono soltanto 40 tutti diversi la maggior parte mediocri...e che ci faccio con linux... OrCAD..non funziona..ci gioco un pò. nn ci si sono i giochi, mi faccio un comunissimo giro su internet....tutto piantato, problema della debian nel gestire la memoria...bene, spulciamo...trecentottanta file di log...

    mi sa che mi rimetto XP, che BASTA e avanza...e non è un gran problema riavviare ogni tanto..
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > eh già...invece per installare qualcosa sotto
    > linux, proprio user friendiy..avvia tre shell,

    Non servono le shell.

    > lanci uno script...

    Neanche lo script. Esistono interfacce grafiche.

    > mi si blocca il window
    > manager..

    Ci crediamo tutti.

    > ne uso un altro , ce ne sono soltanto 40
    > tutti diversi la maggior parte mediocri...

    A te ne bastano due. KDE o GNOME.

    > e che
    > ci faccio con linux...

    Cosa lo hai messo a fare? Per denigrarlo?

    > OrCAD..non funziona..

    Informarsi prima costa fatica, eh?

    > ci
    > gioco un pò. nn ci si sono i giochi,

    Falso.

    > mi faccio un
    > comunissimo giro su internet....tutto piantato,

    Credo anche a questo, sì sì.

    > problema della debian nel gestire la
    > memoria..

    Casualmente ho una debian. Quale versione utilizzi? Quale modem? Quale driver?

    > bene, spulciamo...trecentottanta file
    > di log...

    Pensa che in windows se succede qualcosa non esistono i log. A quel punto come si risolve?

    > mi sa che mi rimetto XP, che BASTA e avanza...e
    > non è un gran problema riavviare ogni tanto..

    Contento te, contenti tutti.
    non+autenticato
  • Ma che ve lo dice il dottore di provare una distro prima e dopo i pasti?

    Io con linux sono partito con RH, poi ho scoperto Debian e non l'ho MAI PIU' lasciata: sono due anni ormai che la tengo su, (mai dovuto formattare-reinstallare) e non cambierei per niente.

    Non ho mai pensato: adesso devo assolutamente provare anche Slack, Gentoo, Mepis, Trustix, pippolinux, topolinux... (suona bene topolinuxA bocca aperta)

    Stesso discorso per la GUI: mi piace Gnome, e lo preferisco a Kde. Naturalmente è una mia opinione, visto che la maggioranza preferisce Kde.

    Nella vita bisogna anche "saper scegliere!"

    Quando dovete scegliere una macchina, come fate?

    Quando dovete comprare un paio di scarpe, come fate?

    Ve li comprate tutti e poi decidete?

    Non mettete sempre sta scusa di linux che ha 300 distro: è vero, ma la libertà di scelta significa che puoi scegliere, non che le devi scegliere tutte!!!
    non+autenticato

  • > Non mettete sempre sta scusa di linux che ha 300
    > distro: è vero, ma la libertà di scelta significa
    > che puoi scegliere, non che le devi scegliere
    > tutte!!!


    vero, ma come fai a scegliere se prima non provi? il che non vuol dire provarle tutte, ma chi ti dice che magari non ti trovi meglio con gentoo piuttosto che con una debian?

    Poi siamo d'accordo che provare tutte quelle che ci sono su distrowatch.com e' impossibile, ma io prima dis cegliere ne ho provate 6-7

    per le scarpe...le provo al negozio e poi scelgo (che e' uin po' come dire, provo le liveCD e poi isntallo quella che mi e' piaciuta di + ^^)
    non+autenticato
  • risposta:
    un OS occorrono mesi per capire quale sia migliore, un paio di scarpe un ora

    un OS è quasi come un lavoro, non puoi provare tutti i lavori per un mese per capire quale è il tuo
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)