Cina, games di propaganda con censura

Sì ai videogiochi patriottici ma no alle stragi belliche: il regime vuole celebrare la vittoria sul Giappone nella Seconda Guerra Mondiale ma, per una volta, non sembra voler esaltare i sentimenti anti-nipponici

Pechino - Mentre uno staff di programmatori della divisione giovanile del Partito Comunista cinese va preparando qualche titolo videoludico che contribuisca alle celebrazioni del 60esimo anniversario della capitolazione del Giappone alla Cina nella Seconda Guerra Mondiale, il regime specifica di andarci... piano.

In una nota ufficiale diffusa dall'agenzia di stato Xinhua, i funzionari pechinesi hanno messo in chiaro che le importanti celebrazioni, che si terranno questo weekend, non devono inasprire i rapporti con il Giappone e il nazionalismo anti-nipponico che da sempre serpeggia nella popolazione non deve essere alimentato.

Per questa ragione i videogame, in particolare giochi di ruolo online basati sulle tecnologie del massive multiplaying, consentiranno ai gamers di immedesimarsi nei soldati nella ricostruzione dei principali scontri bellici tra i due paesi ma queste battaglie saranno rappresentate da un punto di vista "panoramico", inteso come alternativo allo scontro "corpo a corpo" su cui si basano molti titoli di questo tipo. L'idea è cioè quella di non mostrare "da vicino" il nemico ucciso dalle armate cinesi.
Non solo, per calmare gli animi, i games non consentiranno ai giocatori di "massacrarsi" virtualmente l'un l'altro né permetteranno loro di prendere le parti dei giapponesi, quest'ultima una direttiva che tradisce la consueta volontà di controllo del regime.

I funzionari di Pechino non hanno peraltro intenzione di lasciar cadere l'occasione: al contrario di molti giochi attualmente in uso tra gli utenti cinesi, ritenuti poco "patriottici", quelli sviluppati in seno al Partito Comunista cercheranno di infondere nuovo e maggiore orgoglio nazionale nei giovani cinesi.

Meno attendibile invece la dichiarazione degli autori dei giochi, che saranno comunque resi disponibili al di fuori della fase di testing soltanto tra qualche mese, secondo cui " nei giochi porremo attenzione alla ricostruzione autentica dei fatti storici ", tesi che fa a pugni con la decennale mistificazione della realtà storica da parte del regime.
TAG: cina
40 Commenti alla Notizia Cina, games di propaganda con censura
Ordina
  • giusto per rispondere al treadh OT:
    pensa che c'e' anche qualcuno che si professa cristiano, nonostante i milioni di morti causati dalle religioni.
    Ma forse anche costoro non lo fanno in base agli errori del passato, ma credendo nella bontà delle idee che stanno alla base.
    Ed e' proprio queste idee, che trovano molti punti in comune tra comunismo e cristianesimo, che sono completamente opposte a quello del nazismo e fascismo.
    non+autenticato
  • Chi controlla il passato controlla il futuro, chi controlla il presente controlla il passato (1984, Orwell) Chi controlla il passato
    Funz
    12988

  • - Scritto da: Funz
    > Chi controlla il passato controlla il futuro, chi
    > controlla il presente controlla il passato (1984,
    > Orwell) Chi controlla il passato

    Semplificando: chi é al potere molto probabilmente ci resterà.
    non+autenticato
  • sarebbe stato meglio dare la possibilità di fare la campagna dei "cattivi".
    come in RTCW, op. flashpoint, o nel vecchio red alert.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > sarebbe stato meglio dare la possibilità di fare
    > la campagna dei "cattivi".
    > come in RTCW, op. flashpoint, o nel vecchio red
    > alert.

    Eh beh ma da un regime totalitario che possiamo aspettarci... Mica come America's Army, prodotto proprio dall'esercito USA; lì puoi giocare a scelta nel team che assalta o in quello che difende! ...con un piccolo insignificante dettaglio: che tu e i tuoi compagni siete sempre soldati USA (o al limite forze alleate del posto), e i nemici sono sempre delle generiche "opposing forces"Occhiolino

    KaysiX
    non+autenticato
  • "ma queste battaglie saranno rappresentate da un punto di vista "panoramico", inteso come alternativo allo scontro "corpo a corpo" su cui si basano molti titoli di questo tipo. L'idea è cioè quella di non mostrare "da vicino" il nemico ucciso dalle armate cinesi."

    vogliono che il sangue resti chiaramente nella mente di tutti ma che nessuno possa additare prove concrete delle loro reali intenzioni insomma ...

    non mostriamo i khmer rossi, non mostriamo le camere di tortura, non mostriamo le atrocità, non facciamo vedere che siamo dei massacratori, non mostriamo l'attimo in cui il nostro piede schiaccia la testa dell'avversario

    aspettiamo che tutti siano vinti, poi potremo mostrarlo senza problemi

    la democrazia morirà e resteranno solo loro: allora potranno mostrare di nuovo tutto quel che vogliono; e ce la faranno, perchè gli dei del profitto dalla nostra parte, sono identici ai signori del potere dall'altra: questa è la vera faccia del male: il potere, non l'ideologia
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > "ma queste battaglie saranno rappresentate da un
    > punto di vista "panoramico", inteso come
    > alternativo allo scontro "corpo a corpo" su cui
    > si basano molti titoli di questo tipo. L'idea è
    > cioè quella di non mostrare "da vicino" il nemico
    > ucciso dalle armate cinesi."
    >
    > vogliono che il sangue resti chiaramente nella
    > mente di tutti ma che nessuno possa additare
    > prove concrete delle loro reali intenzioni
    > insomma ...

    Veramente si parla specificatamente di un gioco con scontri di soldati "nella ricostruzione dei principali scontri bellici tra i due paesi" ovvero Giappone e Cina.

    I cinesi vanno fieri di aver scacciato i giapponesi e del sangue giapponese versato. Ci mancherebbe e' stata la loro guerra di liberazione.
    Quindi qui non si tratta di nascondere crimini - fermo restando che anche questo avviene, e' una dittatura mica per nulla - visto che non li considerano tali, ma di non incrinare troppo le difficili situazioni tra i due paesi.

    non+autenticato
  • ...che il Partito Comunista è estremamente patriottico ed esalta le vittorie dell'esercito del popolo sui nemici della Nazione.
    E' quindi da ritenersi estremamente comunista scatenare guerre (e non banali misiioni di pace) contro i nemici della Nazione, cioè Saddam, i Talebani, Osama, etc, ma solo a un patto: 'sti fetentoni vanno uccisi dall'alto e non si deve zoommare sui cadaveri.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ...che il Partito Comunista è estremamente
    > patriottico ed esalta le vittorie dell'esercito
    > del popolo sui nemici della Nazione.
    > E' quindi da ritenersi estremamente comunista
    > scatenare guerre (e non banali misiioni di pace)
    > contro i nemici della Nazione, cioè Saddam, i
    > Talebani, Osama, etc, ma solo a un patto: 'sti
    > fetentoni vanno uccisi dall'alto e non si deve
    > zoommare sui cadaveri.

    ... mmmh... guarda che erano i Giapponesi gli invasori ...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > ...che il Partito Comunista è estremamente
    > > patriottico ed esalta le vittorie dell'esercito
    > > del popolo sui nemici della Nazione.
    > > E' quindi da ritenersi estremamente comunista
    > > scatenare guerre (e non banali misiioni di pace)
    > > contro i nemici della Nazione, cioè Saddam, i
    > > Talebani, Osama, etc, ma solo a un patto: 'sti
    > > fetentoni vanno uccisi dall'alto e non si deve
    > > zoommare sui cadaveri.
    >
    > ... mmmh... guarda che erano i Giapponesi gli
    > invasori ...
    Ma nelle guerre cinesi non conta chi è l'invasore o l'invaso, la ragione è sempre loro, nel caso siano invasori si proporranno come "liberatori", oppure censureranno completamente la vicenda.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > > ... mmmh... guarda che erano i Giapponesi gli
    > > invasori ...

    > Ma nelle guerre cinesi non conta chi è l'invasore
    > o l'invaso, la ragione è sempre loro

    Pero' non mi pare che questa sia una caratteristica solamente cinese. Forse che in altre guerre altri paesi hanno detto "combattiamo si, ma abbiamo torto marcio e le nostre pretese sono solo squallidi pretesti" ?

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > > ... mmmh... guarda che erano i Giapponesi gli
    > > > invasori ...
    >
    > > Ma nelle guerre cinesi non conta chi è
    > l'invasore
    > > o l'invaso, la ragione è sempre loro
    >
    > Pero' non mi pare che questa sia una
    > caratteristica solamente cinese. Forse che in
    > altre guerre altri paesi hanno detto "combattiamo
    > si, ma abbiamo torto marcio e le nostre pretese
    > sono solo squallidi pretesti" ?
    >

    Be', non servirà a molto, ma in occidente puoi protestare contro la guerra e puoi votare un presidente più o meno guerrafondaio a seconda di quanto ti ha soddisfatto il precedente.
    Sei così libero che puoi anche rieleggere il presidente più demente dal 1776 a oggi, così, per il gusto di vedere come va a finire.
    In Cina rischi di finire sotto inchiesta anche solo nominando il Tibet.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > > > ... mmmh... guarda che erano i Giapponesi
    > gli
    > > > > invasori ...
    > >
    > > > Ma nelle guerre cinesi non conta chi è
    > > l'invasore
    > > > o l'invaso, la ragione è sempre loro
    > >
    > > Pero' non mi pare che questa sia una
    > > caratteristica solamente cinese. Forse che in
    > > altre guerre altri paesi hanno detto
    > "combattiamo
    > > si, ma abbiamo torto marcio e le nostre pretese
    > > sono solo squallidi pretesti" ?
    > >
    >
    > Be', non servirà a molto, ma in occidente puoi
    > protestare contro la guerra

    Ah ecco come pensavo, non si tratta di una caratteristica cinese, perche' cinesi contrari alle belligeranze ce ne sono eccome, stai dicendo che non si deve parlare male dellle scelte di governo in un paese dittatoriale.
    non+autenticato
  • di andare a......


    xyz
    non+autenticato
  • Bertinotti vuole introdurre anche lui un gioco simile in cui parla dello sterminio degli indiani d'America da parte del grande uomo bianco
  • bertinotti servirebbe come sindacalista in cina ....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > bertinotti servirebbe come sindacalista in cina
    > ....
    A patto che abbia la nuca di kevlar, lì anche un comunista, se non rispetta l'ortodossia del comitato centrale, può essere dichiarato nemico della nazione e il pianeta depurato dalla sua presenza, rigorosamente a spese dei familiari.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > bertinotti servirebbe come sindacalista in cina
    > > ....
    > A patto che abbia la nuca di kevlar

    No no a patto che NON la abbiaSorride
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)