Il robot che tiene in forma

Alcuni ricercatori del MIT hanno eseguito un'insolita modifica sul cane robot prodotto da Sony: Aibo adesso è un allenatore personale che si intende di educazione alimentare ed attività sportiva

Cambridge (USA) - Gli esperti di robotica li chiamano "robot emozionali" e secondo Cynthia Breazeal, ricercatrice del MIT Media Lab, potrebbero essere un'ottima scialuppa di salvataggio per gli umani travolti da vita frenetica e ritmi stressanti. E' il caso del robocane antisedentarietà, realizzato dalla Breazeal ed altri studenti di vari atenei statunitensi. Il suo obiettivo è uno solo: essere d'aiuto a chiunque voglia fare una dieta e desideri mantenere la linea.

Il progetto è partito da Aibo, il robot cinomorfo prodotto da Sony: con numerose aggiunte tecnologiche, tra cui dispositivi WiFi e BlueTooth, il cagnolino made in Japan è stato trasformato progressivamente in un compagno d'allenamento in silicio e plastica. Il suo funzionamento, giurano i creatori, è semplicissimo: il "padrone" che intende tenersi in forma deve soltanto riempire un'agenda elettronica con le proprie abitudini alimentari e sportive - e naturalmente tenere in tasca un podometro, dotato di collegamento senza fili, abbinato ad una bilancia altrettanto high-tech.

Attraverso le radiofrequenze, rivela il New Scientist, il cagnolino saprà esattamente la condizione dell'amico in carne ed ossa: in qualsiasi momento della giornata potrà ricordargli di fare una camminata, mangiare più leggero e magari più sano. Lo scopo del robottino sarà di fornire un nuovo strumento motivazionale per combattere sedentarietà ed obesità, due problemi che affliggono specialmente i paesi avanzati e ricchi come gli USA.
Avrà successo? Finora il cagnolino nemico della sedentarietà è solo in fase di sperimentazione, ma il parere di alcuni osservatori, statistiche alla mano, è unanime e sicuro: il numero degli americani in sovrappeso è abbastanza alto per creare un grande mercato di strumenti tecnologici antiobesità. Tuttavia, il panorama delle tecnologie contro la "sindrome da poltrona", condizione che affligge numerosi informatici, è ricco di alternative gratuite ed open source: è il caso di WorkRave, un ottimo programma per evitare danni posturali ed indebolimento muscolare, problemi tipici di chi passa molte ore al computer.
TAG: robotica
9 Commenti alla Notizia Il robot che tiene in forma
Ordina
  • cioé, uno è grasso e schifoso*, non trova partner neanche a pagarlo, e si fa convincere da un cane perdipiù finto? Scusate, ma se non si fa convincere dal feedback con l'esterno, perché mai dovrebbe farsi convincere da un pezzo di latta plastica e silicio?
    Farebbe molto meglio ad accettarsi e ad accettare che si preferisce grasso, nonostante tutto.




    *desidero sottolineare che non intendo in alcun modo svilire e/o offendere le persone grasse per scelta e orgogliose di esserlo, tra cui il simpaticissimo GrassoGrasso. Spesso infatti le persone che cercano pietosamente di diventare magre facendo finta di fare diete o di fare finta ginnastica, fanno più pietà di chi è convinto e intenzionato a non far nulla, e a restare come è!
  • - Scritto da: avvelenato
    > cioé, uno è grasso e schifoso*, non trova partner
    > neanche a pagarlo, e si fa convincere da un cane
    > perdipiù finto? Scusate, ma se non si fa
    > convincere dal feedback con l'esterno, perché mai
    > dovrebbe farsi convincere da un pezzo di latta
    > plastica e silicio?
    > Farebbe molto meglio ad accettarsi e ad accettare
    > che si preferisce grasso, nonostante tutto.
    >
    >
    >
    >
    > *desidero sottolineare che non intendo in alcun
    > modo svilire e/o offendere le persone grasse per
    > scelta e orgogliose di esserlo, tra cui il
    > simpaticissimo GrassoGrasso. Spesso infatti le
    > persone che cercano pietosamente di diventare
    > magre facendo finta di fare diete o di fare finta
    > ginnastica, fanno più pietà di chi è convinto e
    > intenzionato a non far nulla, e a restare come è!

    Ma non sono io che sono grasso: sono gli altri che son più grassi di me!
    Per curiosità: quanti anni hai? (liberissimo di non rispondere, per carità)

    In molti casi il peso non é una causa ma una conseguenza dovuta a fattori ben più complessi.

    Nel caso di mangiate isteriche dovute ad una insufficienza di rapporti affettivi quel "pezzo di latta, plasta e silicio" può essere un toccasana.

    E poi se cominci a frequentare una persona "grasse e schifose*" potrai anche riuscire a capire le persone grasse non sempre sono schifose*.

  • - Scritto da: numerone
    > - Scritto da: avvelenato
    > > cioé, uno è grasso e schifoso*, non trova
    > partner
    > > neanche a pagarlo, e si fa convincere da un cane
    > > perdipiù finto? Scusate, ma se non si fa
    > > convincere dal feedback con l'esterno, perché
    > mai
    > > dovrebbe farsi convincere da un pezzo di latta
    > > plastica e silicio?
    > > Farebbe molto meglio ad accettarsi e ad
    > accettare
    > > che si preferisce grasso, nonostante tutto.
    > >
    > >
    > >
    > >
    > > *desidero sottolineare che non intendo in alcun
    > > modo svilire e/o offendere le persone grasse per
    > > scelta e orgogliose di esserlo, tra cui il
    > > simpaticissimo GrassoGrasso. Spesso infatti le
    > > persone che cercano pietosamente di diventare
    > > magre facendo finta di fare diete o di fare
    > finta
    > > ginnastica, fanno più pietà di chi è convinto e
    > > intenzionato a non far nulla, e a restare come
    > è!
    >
    > Ma non sono io che sono grasso: sono gli altri
    > che son più grassi di me!
    > Per curiosità: quanti anni hai? (liberissimo di
    > non rispondere, per carità)
    >

    se mi spieghi cosa c'entra ti risponderò volentieri (comunque la risposta è in tanti miei vecchi post, cerca)

    > In molti casi il peso non é una causa ma una
    > conseguenza dovuta a fattori ben più complessi.
    >

    in tanti casi questo cagnolino non servirà a nulla

    > Nel caso di mangiate isteriche dovute ad una
    > insufficienza di rapporti affettivi quel "pezzo
    > di latta, plasta e silicio" può essere un
    > toccasana.
    >

    permettimi di dubitarne, bisognerebbe vedere, e comunque se fosse la cosa avrebbe i suoi limiti e le sue applicazioni circoscrittissime.


    Sai, mi sono lanciato così violentemente contro questa cosa perché sono contro alla cultura che c'è sotto: la cultura del capro espiatorio o dell'oggetto magico (o dei feticci, positivi o negativi in genere)

    Nel senso: fin da piccoli le fiabe che ci raccontano sono demoralizzanti, perché un eroe non è un eroe senza un mago che gli fornisce lo strumento magico, ad esempio un principe non è un principe senza la sua spada magica, e via dicendo.

    e così l'attuale: non puoi avere le addominali scolpite senza tesmerd, non puoi avere una linea perfetta senza slimfart, non puoi smettere di fumare senza i cerottini nicodrug, eccetera.

    quindi, se anche fosse una cura per una ristrettissima cerchia di persone, alimenterebbe comunque la convinzione che alla base di ogni insuccesso ci sia un oggetto che ci si è dimenticati di acquistare per televendita da american shop.

    mentre mi piacerébbe che una persona si dicèsse davanti allo specchio: "non mi piàccio, voglio cambiarmi, dipende solo da me." Assumersi responsabilità individuali.

    > E poi se cominci a frequentare una persona
    > "grasse e schifose*" potrai anche riuscire a
    > capire le persone grasse non sempre sono
    > schifose*.

    se magari leggi anche i ps, anziché rispondere di getto ai post, questa sgradevole illazione non ti sarebbe stata necessaria.
  • ACH oggi sono arrivato tardiSorride
    Ad ogni modo secondo me tutto quello che mi aiuta a tenermi in forma e' benvenuto, ma e' una questione di atteggiamento psicologico. Per dire: io vado in palestra, consumo un sacco di calorie e mangio come un bufalo, non credo che avrei benefici da questo Aibo, pero' ci sono amici cicci che non fanno un tubo, secondo me farebbe bene a loro!!Sorride
  • ps, io lo so che avve non ce l'ha con i cicci, e' solo convinto che chi e' ciccio sta male, e' un pregiudizio diffusoA bocca aperta:D

  • - Scritto da: avvelenato
    >
    > *desidero sottolineare che non intendo in alcun
    > modo svilire e/o offendere le persone grasse

    Sicuro?Occhiolino

    > per scelta e orgogliose di esserlo, tra cui il
    > simpaticissimo GrassoGrasso.
                                       ^           ^
    http://punto-informatico.it/community/profilo.asp?...

    non+autenticato

  • Che poi la Sony li cita per aver violato il durissimo DCMA!


  • - Scritto da: midori
    >
    > Che poi la Sony li cita per aver violato il
    > durissimo DCMA!
    >

    Prima cosa che ho pensatoSorride
    non+autenticato

  • > Che poi la Sony li cita per aver violato il
    > durissimo DCMA!

    Non è detto: ricordo che quando ero all'università, gli Aibo erano forniti dalla Sony a condizione che tutto il software sviluppato restasse di sua proprietà. Se qualcuno sviluppasse un software rivoluzionario o commercialmente sfruttabile, la Sony sarebbe l'unica a trarne vantaggio (se le condizioni sono ancora quelle).

    non+autenticato