Quell'ADSL economico in Germania

Ne parla un esperto di tecnologie alle prese con i già noti problemi di copertura ADSL in Italia e con le tariffe ribassate che Telecom Italia propone in altri paesi

Roma - Buon giorno, sono l'amministratore di sistema di un Laboratorio di ricerca che opera presso il Sincrotrone Elettra di Trieste. Come molti cittadini italiani vivo anch'io in un dei comuni non coperti da ADSL (Comune di Monrupino TS).

L'altro giorno ho scoperto in un sito tedesco (heise.de) di notizie informatico tecnologiche, una interessante offerta di un provider tedesco che offre connettività a 18 Mbit/s. Ho seguito il link proposto che punta su http://www.alice-dsl.de/. Immaginate la mia sorpresa quando ho visto un logo conosciuto ed oserei dire oramai odiato da chi come me si trova nelle zone buie del gap informatico.

Ancora più interessante è l'offerta base, che consiste in una 2 MBit/s flat a 6,90? al mese con l'aggiunta di 19,90? al mese di "canone di connessione" ADSL, per un totale di 26,8? mensili IVA inclusa. In Italia l'offerta base flat di Alice parte da 19,95? per una 640 kbit/s dove non è chiaro se si parli di IVA esclusa o inclusa, ma conoscendo le pratiche commerciali di Telecom Italia probabilmente si tratta di IVA esclusa. Dunque nel worst case scenario ci ritroviamo a pagare 23,94? al mese per una connettività oramai obsoleta. Una differenza di ben 2,86?!
Ora io mi chiedo una cosa; chi stà pagando la competitività di Telecom in Germania? Se la Telecom offrisse le stesse offerte che ha a listino in Italia in Germania verrebbe derisa e colerebbe a picco in breve tempo.
Capisco perfettamente che il mercato tedesco sia molto differente da quello italiano, la quantità di connessioni ADSL e molto maggiore ecc. ecc. Ma la cosa che non mi va giù e che con in soldi che la Telecom incassa in Italia si stia creando un mercato in Germania piuttosto che ampliare la propria rete di copertura.

Pur non versando denaro dalla Telecom in quanto non coperto dal servizio, mi sembra importante che queste operazioni vengano segnalate se non altro per dare un segnale a Telecom che le sue galline (o polli) dalle uova d'oro sono coscienti di quello che sta accadendo.

Scusate la lunghezza della email e lo sfogo.

Saluti
Vanja Cvelbar
System Manager
CNR - Istituto Nazionale per la Fisica della Materia

Gentile Vanja
la questione è ben nota ma questo non ha fin qui portato a novità sostanziali. Continuarne a parlare, soprattutto a fronte dell'irrisolto problema della copertura, non può che giovare. Segnalo che alla questione delle particolarità del nostro mercato Punto Informatico ha dedicato alcune inchieste:
ADSL, ecco perché in Italia costa di più
Toh! Anche in Italia l'ADSL francese
Gli scheletri dell'ADSL
A presto, Alberigo Massucci
TAG: adsl
51 Commenti alla Notizia Quell'ADSL economico in Germania
Ordina
  • 1. In Germania non c´é un unico oligopolista a fornire servizi DSL. In Italia i possessori di connettivitá in fibra si sono spartiti il mercato (come gli operatori mobili) et voilà, la "concorrenza all´italiana" è servita. O hai Fastweb, o hai l´ADSL, se non è Alice, è qualcuno che usa comunque la loro connettivitá.

    2. In Germania erano molto diffuse le connessioni digitali ISDN. In Italia no. I Tedeschi hanno avuto (ed hanno sfruttato) l´oppoprtunitá di utilizzare le connessioni DSL su connessione digitale, che risulta molto più veloce di quella su "banale" doppino come abbiamo noi. In Italia questa opportunità è stata scartata a priori perché avrebbe comportato dei costi superiori per Telecom - non avendo una concorrenza reale... perché spendere di piú? Io che avevo un´ISDN ho dovuto installare un ulteriore, inutile doppino... e limitarmi ad 1 Mb/sec. Questo perché in realtá, come dicevo, nelle centrali OLO ci sta solo la Telecom, visto che i "concorrenti" non hanno fatto alcun investimento e si limitano a fare i rivenditori della stessa connettività - nessuno si è sobbarcato i costi di investimenti necessari per offrire un reale servizio diverso e concorrente. A meno che, come dicevo, tu non stia su Fastweb che comunque si guarda bene dal mettersi sullo stesso piano (in concorrenza) con Telecom, offrendo un servizio diversificato e "privilegiato", non economico e "diffuso".

    Questo è tutto.

    Saluti da Düsseldorf (Germania)


    Marco.

  • mi chiedo se non fosse il caso di fare un unica protesta con il garante delle telecomunicazioni.

    Il punto non e' 2Mega 4Mega o 18Mega...

    Il primo punto e' averla la connessione a larga banda!

    In questo scenario a mio aprere si prefigge la mancanza di Telecom di adempimento al proprio mandatato dato che l'accesso a Internet riveste una funzione sociale.

    Cio fa parte dei doveri dell'incumbent (come il servizio telefonico in aree disagiate) e l'autorita dovrebbe imporlo.

    Piuttosto che raccolgiere firme e protestare ognuno per il proprio campanile non sarebbe risolutorio una petizione per il garante delle telecomunicazioni in tal senso?
    non+autenticato
  • E per quelli che ,come me, abitano in una città di provincia completament coperta (o quasi), ma hanno la sfortuna di essere dietro una centrale telefonica di tipo MUX, cosa si può fare? Per c hi non lo sapesse una centrale di tipo MUX impedisce l' attivazione dell' ADSL, anche in presenza di copertura in centrale.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > E per quelli che ,come me, abitano in una città
    > di provincia completament coperta (o quasi), ma
    > hanno la sfortuna di essere dietro una centrale
    > telefonica di tipo MUX, cosa si può fare? Per c
    > hi non lo sapesse una centrale di tipo MUX
    > impedisce l' attivazione dell' ADSL, anche in
    > presenza di copertura in centrale
    ---------------------------------------------------------------
    Come mai accade questo? Spiega tecnicamente
    non+autenticato
  • abbiamo visto in questi giorni come si comportano gli arbitri/garanti italiani...
    Akiro
    1907
  • Forse l'autore del testo non lo sa ma in italiano esiste il corrispettivo di "worst case scenario". Io avrei usato "nella peggiore delle ipotesi".
    Certo, fa meno marketing ma credo sia meno provinciale.

    Gianfilippo.
    non+autenticato
  • Il confronto è tutto sbagliato.

    - in primo luogo il prezzo italiano è comprensivo di IVA
    - in secondo luogo i prezzo tedesco è per il solo servizio ADSL, la "linea" la devi pagare a parte.

    Ad esempio questa è l'offerta alice: http://www.alice-dsl.de/opencms/export/de/alice_re.../
    qui è detto chiaramente che oltre al canone ADSL devi pagare a parte un canone fonia e un canone per il noleggio del cavo.
    non+autenticato
  • Di nuovo sbagliato,

    Con 37,90 si ottiene una DSL flat a 2Mbit senza bisogno di un contratto con Deutsche Telekom, con le telefonate gratuite tra utenti alice e con la possibilita' di andare a 6Mbit spendendo solo 1,5 cent/Min.

    Nessun costo di installazione e modem in comodato
  • Per quel prezzo ti offrono una 2mbit e non una 18mbit!!!
    In + la zona di copertura è davvero scarsa...quindi prima di aprire bocca pensateci 24821093volte la prox volta!!


    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Per quel prezzo ti offrono una 2mbit e non una
    > 18mbit!!!
    > In + la zona di copertura è davvero
    > scarsa...quindi prima di aprire bocca pensateci
    > 24821093volte la prox volta!!

    ecco appunto, pensaci bene prima di parlare
    Se leggevi bene quello che ha scritto ti saresti accorto che i 18mbit sono quelli della pubblicità che l'hano attirato sul sito tedesco dove poi ha notato l'offerta a 2mbit.

    Sempre li pronti come avvoltoi per beccare uno che sbaglia...

    Troll occhi di fuori
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 15 discussioni)