Corel aggiorna Paint Shop Pro

La mamma di CorelDraw ha rilasciato le nuove edizioni di Paint Shop Pro e Photo Album, primi aggiornamenti di questi due noti software per la grafica da quando l'azienda ha acquisito Jasc Software

Ottawa (Canada) - A quasi nove mesi di distanza dall'acquisto di Jasc Software, Corel ha lanciato sul mercato una nuova versione dei due celebri prodotti della neo acquisita: il programma di grafica e fotoritocco Paint Shop Pro e quello per la creazione di album fotografici digitali Photo Album.

Con il nuovo Paint Shop Pro X, che riprende il vecchio schema di denominazione del software (la release precedente era infatti la 9), Corel afferma di essersi focalizzata soprattutto sulla facilità d'uso: per far questo ha introdotto, oltre a diverse migliorie estetiche e funzionali, una nuova serie di esercitazioni in linea che guidano l'utente nella creazione di lavori dall'aspetto professionale.

In Paint Shop Pro X tutti gli strumenti per la correzione automatica delle foto, come esposizione, illuminazione e colore, sono stati raccolti in un unico tool chiamato Smart Photo Fix. Con un clic, Paint Shop Pro analizza la foto e apporta le correzioni suggerite: successivamente l'utente può intervenire manualmente sulle modifiche.
Al programma sono poi stati aggiunti nuovi strumenti: Trucco per il ritocco fotografico del viso, la possibilità di lavorare direttamente con i file raw, il salvataggio delle immagini con lo schema dei colori CMYK, più avanzate funzioni per gestire i colori e calibrare lo schermo, un tool semplificato (che si affianca a quello avanzato) per la rimozione degli occhi rossi, e oltre 500 nuovi effetti, ornamenti e altre chincaglierie.

"Abbiamo semplificato l'uso di Paint Shop Pro X, ma non ne abbiamo certo ridotto il numero delle opzioni di fotoritocco avanzate", recita il sito dedicato al prodotto. Ed in effetti Corel afferma di aver conservato, eventualmente migliorandole, tutte le precedenti funzionalità di Paint Shop Pro, anche quelle più complesse. Del resto non è difficile immaginare come Corel veda nel suo nuovo acquisto il prodotto con cui tentare di erodere quote di mercato a Photoshop e alla rivale di vecchia data, Adobe.

Corel sostiene che la sua nuova versione di Paint Shop Pro è fino al 50% più veloce della precedente, e questo soprattutto grazie ad un avvio più rapido e alla migliorata gestione delle immagini di grandi dimensioni.

Photo Album 6 aggiunge diversi strumenti per gestire e archiviare le foto, tra cui un sistema di backup automatico su CD, wizard per creare mosaici e presentazioni, funzionalità per la condivisione delle foto sul Web, e diversi extra che in precedenza venivano venduti separatamente.

Sul mercato nordamericano, dove i due prodotti saranno commercializzati nelle prossime settimane, Paint Shop Pro X verrà venduto a 129 dollari, comprensivo di una versione standard di Photo Album 6. L'edizione Deluxe di quest'ultimo costerà invece 49 dollari.
TAG: sw
39 Commenti alla Notizia Corel aggiorna Paint Shop Pro
Ordina
  • A me pare sensibilmente più veloce rispetto alle versioni 8 e 9 !
    non+autenticato
  • Lo so' di essere un po' OT ma mi sembra il posto giusto per postare questa domanda...
    Per la grafica c'è GIMP (non mi piace perché non lo trovo intuitivo, ma c'è e sembra essere anche ben attrezzato di funzionalità), ma per la grafica vettoriale cosa c'è? Carbon14 mi sembra a livelli del CorelDraw5 e forse anche un po' meno. Attualmente uso ancora il vecchio 7 ma va bene anche se vorrei una funzione di stampa unione più potente (non funziona quando il testo viene un po' "stropicciato"). Qualcuno ha qualche idea??? Grazie!!!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Per la grafica c'è GIMP (non mi piace perché non
    > lo trovo intuitivo, ma c'è e sembra essere anche
    > ben attrezzato di funzionalità), ma per la
    > grafica vettoriale cosa c'è?

    Ovviamente Inkscape
    non+autenticato
  • Argomenta un po' va'.
    Che e' Inkscape?

    Il GIMP l'ho trovato instabile e per niente intuitivo.
    La cosa piu' scomoda in assoluto sono tutte quelle palette di comandi a spasso per lo schermo.



    >GT<
  • - Scritto da: Guybrush
    >
    > Il GIMP l'ho trovato instabile e per niente
    > intuitivo.
    > La cosa piu' scomoda in assoluto sono tutte
    > quelle palette di comandi a spasso per lo
    > schermo.

    Beh, sicuramente GIMP non e' intuitivo e non e' il massimo come interfaccia utente (la colpa e' anche delle librerie utilizzate (le GTK) secondo me), tuttavia e' molto potente ed e' gratuito. L'interfaccia utente e' comunque migliorata dalla versione 2.0.
    Quando si giudica un programma, secondo me, bisogna anche tenere conto del prezzo.
    Gimp da' la possibilita' a tutti di avere gratuitamente un ottimo programma di fotoritocco discretamente potente.
    La stabilita' sotto windows non e' al top, ma e' comunque perfettamente usabile, mentre sotto linux non mi sembra ci siano grossi problemi di stabilita'.
    Io con Gimp ritocco senza problemi le mie foto digitali, inoltre lo uso per lavoro tranquillamente anche sotto windows per quel poco di grafica bitmap che devo fare. Ovvio che se fossi un grafico la spesa di una licenza di photoshop varrebbe sicuramente la comodita' della sua interfaccia utente, e se fossi un utente alle prime armi la facilita' d'uso varrebbe sicuramente la licenza di Paint Shop Pro, e se facessi siti web la maggiore velocita' con cui si fanno le cose con questi altri programmi varrebbe l'investimento, tuttavia esiste una grande categoria di persone a cui Gimp si adatta benissimo, ed e' comunque probabilmente il miglior programma di fotoritocco free.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Quando si giudica un programma, secondo me,
    > bisogna anche tenere conto del prezzo.

    Bella questa cazzata.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Quando si giudica un programma, secondo me,
    > > bisogna anche tenere conto del prezzo.
    >
    > Bella questa cazzata.
    >

    Hai ragione ! Tanto se è troppo caro basta piratarlo, vero ?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Beh, sicuramente GIMP non e' intuitivo e non e'
    > il massimo come interfaccia utente (la colpa e'
    > anche delle librerie utilizzate (le GTK) secondo

    dato che sono nate insieme a gimp...
    cioè la base è la stessa, ma all'inizio il messicano ha creato le gtk e su quelle ha creato gimp, ma lui voleva fare gimp...
    sole che prima s doveva creare delle librerie grafiche... dato che X puro e duro è un attimino ostico... potente, ma ostico...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    .....
    > sole che prima s doveva creare delle librerie
    > grafiche... dato che X puro e duro è un attimino
    > ostico... potente, ma ostico...

    appunto .. i primi gimp non erano scritti in Motif ?

  • - Scritto da: Guybrush
    > Il GIMP l'ho trovato instabile e per niente
    > intuitivo.
    > La cosa piu' scomoda in assoluto sono tutte
    > quelle palette di comandi a spasso per lo
    > schermo.

    Ma l'hai provato su windows immagino.

    Comunque non sono scomode, se usi kde (gnome non so) hai tanti modi per tenerle come vuoi e memorizzare le impostazione.
    Io lo uso con due monitor e avere i menu così è comodissimo.
    non+autenticato
  • Si, l'ho usato sotto windows o non avrei potuto fare confronti con PSP.

    Dovendo scegliere tra: leggere il manuale, impostare il programma come mi pare a me, eventualmente lavorare sui sorgenti per introdurre delle modifiche ecc...

    oppure pagare per un prodotto discreto e abbastanza valido, io scelgo di pagare.

    Pero', diamine, prima provare e solo dopo ecc... ecc....

    oltretutto ho molte immagini da parte che integrano grafica raster con vettoriale ed e' impossibile importarle in gimp.

    >GT<

  • - Scritto da: Guybrush
    > Dovendo scegliere tra: leggere il manuale,
    > impostare il programma come mi pare a me,
    > eventualmente lavorare sui sorgenti per
    > introdurre delle modifiche ecc...

    La modifica sui sorgenti è un'esagerazione.
    Per fare cose semplici semplici tipo quelle di psp con Gimp non è che uno si debba leggere per intero tomi da 500 pagine.
    E la configurazione dell'interfaccia richiede pochi minuti, è una cosa che uno configura secondo le proprie esigenze.
    I problemi di stabilità ci sono su windows dove c'è un porting realizzato da un piccolo gruppo di programmatori, Gimp è pensato per Linux che è la sua piattaforma ideale e lì funziona egregiamente.
    E' anche possibile utilizzarlo lato server per creare siti con cui ritoccare foto online.
    non+autenticato
  • Jasc ha sempre portato avanti bene il suo software, speriamo che corel non lo trasformi in un obeso inutilizzabile (come i sw della sua vecchia suite).
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Jasc ha sempre portato avanti bene il suo
    > software, speriamo che corel non lo trasformi in
    > un obeso inutilizzabile (come i sw della sua
    > vecchia suite).

    io sono un'utilizzatore di lunga data del mitico PSP, e sono contento di leggere che hanno migliorato l'usabilità ma soprattutto la gestione di grandi immagini. Fino alla versione 9 faceva davvero pena. Prova ad aprire un'immagine grande 15000x15000 pixel a 1 bit di colore.
    Spiegami perchè anzichè occupare 26 mega di ram ne occupa 130 in più. Poi prova a copiare un'immagine e nota come raggiunga un picco di 600 mega in più per attestarsi a 318 mega in più dall'avvio del programma. Per due immagini da 26 mega.
    Notare inoltre che per qualsiasi undo o copia/incolla PSP swappa esclusivamente su hard disk, anche se hai 8 GB di ram. Photoshop tutte queste limitazioni non le ha.....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Jasc ha sempre portato avanti bene il suo
    > > software, speriamo che corel non lo trasformi in
    > > un obeso inutilizzabile (come i sw della sua
    > > vecchia suite).
    >
    > io sono un'utilizzatore di lunga data del mitico
    > PSP, e sono contento di leggere che hanno
    > migliorato l'usabilità ma soprattutto la gestione
    > di grandi immagini. Fino alla versione 9 faceva
    > davvero pena. Prova ad aprire un'immagine grande
    > 15000x15000 pixel a 1 bit di colore.
    > Spiegami perchè anzichè occupare 26 mega di ram
    > ne occupa 130 in più. Poi prova a copiare
    > un'immagine e nota come raggiunga un picco di 600
    > mega in più per attestarsi a 318 mega in più
    > dall'avvio del programma. Per due immagini da 26
    > mega.
    > Notare inoltre che per qualsiasi undo o
    > copia/incolla PSP swappa esclusivamente su hard
    > disk, anche se hai 8 GB di ram. Photoshop tutte
    > queste limitazioni non le ha.....

    Sinceramente dopo aver letto il manuale di Gimp mi trovo benissimo con questo programma che per la grafica video va benissimo. Mi chiedo perché spendere dei soldi (anche se 49 dollari non sono tanti) quando c'è un'alternativa gratuita di qualità.
    non+autenticato

  • >
    > Sinceramente dopo aver letto il manuale di Gimp
    > mi trovo benissimo con questo programma che per
    > la grafica video va benissimo. Mi chiedo perché
    > spendere dei soldi (anche se 49 dollari non sono
    > tanti) quando c'è un'alternativa gratuita di
    > qualità.

    E' vero. Però tu hai già fatto un gesto di buona volontà: ti sei studiato il manuale!
    E' vero anche il detto: no pain no gain, e quindi chi come me (non lo nascondo) è molto pigro ed è abituato a PSP fin dalla mitica (e ancora leggera) versione 7 farà molta fatica a passare a Gimp che anche se di ottima qualità, mi sembra meno intuitivo di PSP (ma posso sbagliarmi perchè ho provato la versione per win solo per pochi giorni).
    E' bello comunque sapere, anche se non la si utilizza, di avere sempre un'alternativa open al programma che si utilizza.

    Ciao!

    Enrico


    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Sinceramente dopo aver letto il manuale di Gimp
    > mi trovo benissimo con questo programma che per
    > la grafica video va benissimo. Mi chiedo perché
    > spendere dei soldi (anche se 49 dollari non sono
    > tanti) quando c'è un'alternativa gratuita di
    > qualità.

    Forse perché la gente non è ben informata?

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    >
    > Sinceramente dopo aver letto il manuale di Gimp
    > mi trovo benissimo con questo programma che per
    > la grafica video va benissimo. Mi chiedo perché
    > spendere dei soldi (anche se 49 dollari non sono
    > tanti) quando c'è un'alternativa gratuita di
    > qualità.

    Leggi meglio: "Paint Shop Pro X verrà venduto a 129 dollari"
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > io sono un'utilizzatore di lunga data del mitico
    > PSP, e sono contento di leggere che hanno
    > migliorato l'usabilità ma soprattutto la gestione
    > di grandi immagini. Fino alla versione 9 faceva
    > davvero pena. Prova ad aprire un'immagine grande
    > 15000x15000 pixel a 1 bit di colore...

    Scusa, ma i target dei due programmi da te citati (PSP e Photoshop) sono chiaramenti differenti, come dimostrano anche i prezzi di listino.
    Per elaborare foto scattate con la mia macchina fotografica digitale preferisco di gran lunga PSP, molto più leggero. Anzi,di questo programma ho provato le versioni 8 e 9 ma poi sono rimasto con la fidata 7.04, più che sufficente per piccole e veloci elaborazioni.
    Ovvio che per lavori più complessi su immagini di grandi dimensioni o da cartellonistica Photoshop risulta una scelta più sensata.
    non+autenticato
  • E' una scelta sensata anche quando devi elaborare um grande numero di immagini.

    Metti che hai 100 foto prese a risoluzione e dimensioni variabili e per tutte dev:

    Aggiustare i livelli in automatico
    Applicare il filtro 1
    Applicare il filtro 2
    Applicare il filtro ...
    Applicare il filtro n-1
    Applicare il filtro n
    Ridimensionare a x*y pixel
    Salvare con nome e numero progressivo.

    Con Photoshop si possono registrare delle macro e applicarle a tutte le immagini di una cartella, per esempio, o a tutte le immagini aperte.

    Col GIMP e PSP (almeno fino alla ver. 9) no.

    Chissa' se nella 10 implementeranno questo utilissimo strumento.

    In realta' sarebbe possibile se nella "Undo list" venissero salvati anche i comandi impartiti: prendere quei comandi e applicarli ad una nuova immagine sarebbe uno scherzo, ma per fare questo occorre che il programma abbia una struttura adatta, altrimenti si rischia di finire in un ginepraio spaventoso.

    Ora mi sto scaricando la nuova versione (in prova) e vediamo che succede.

    >GT<
  • - Scritto da: Guybrush

    > Col GIMP e PSP (almeno fino alla ver. 9) no.

    non e' esatto... con gimp puoi scrivere i plugin (anche se credo operino su un solo file, ma non sono sicuro).
    Che poi non esista documentazione e sia una cosa complicatissima (una volta ho provato) e' un altro discorso, ma anche questa e' una delle differenze fra software free e a pagamento (talvolta!).
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > non e' esatto... con gimp puoi scrivere i plugin
    > (anche se credo operino su un solo file, ma non
    > sono sicuro).
    > Che poi non esista documentazione e sia una cosa
    > complicatissima (una volta ho provato) e' un
    > altro discorso, ma anche questa e' una delle
    > differenze fra software free e a pagamento
    > (talvolta!).

    Il problema è che la documentazione da scrivere porta via molto tempo e siccome in genere è realizzata dagli sviluppatori stessi questi preferiscono passare il loro tempo a modificare il programma anziché a "spiegarlo".
    E in genere è documentazione pensata con l'ottica dello sviluppatore, non tiene in considerazione il punto di vista dell'utente che deve utilizzare il programma.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Il problema è che la documentazione da scrivere
    > porta via molto tempo e siccome in genere è
    > realizzata dagli sviluppatori stessi questi
    > preferiscono passare il loro tempo a modificare
    > il programma anziché a "spiegarlo".
    > E in genere è documentazione pensata con l'ottica
    > dello sviluppatore, non tiene in considerazione
    > il punto di vista dell'utente che deve utilizzare
    > il programma.

    Infatti si diceva che questa è una differenza tra software gratis e a pagamento, eppure dipende solo dalla stupidità degli sviluppatori
    non+autenticato