IBM aggiorna Notes e Domino

Presentata al mercato la nuova versione di Lotus Notes e Domino 7, piattaforma per la messaggistica e la collaborazione che - afferma IBM - miglioreranno il modo di lavorare degli utenti

Milano - IBM ha presentato la nuova versione della sua nota piattaforma di collaborazione Lotus Notes e Domino 7. Questa nuova release incorpora nuove funzionalità per la condivisione di dati e risorse e nuovi tool progettati per incrementare la produttività degli amministratori IT e degli sviluppatori di applicazioni aziendali, a cui si affiancano nuovi e sostanziali miglioramenti a livello client.

Secondo IBM la nuova suite introduce oltre 120 nuove funzionalità che consentono di gestire il volume crescente di informazioni e di lavorare in maniera più efficiente. Nuovi indicatori visivi aiutano gli utenti ad organizzare e gestire le inbox evidenziando i messaggi ad alta priorità e distinguendo tra comunicazioni destinate a gruppi di persone e messaggi indirizzati a singoli utenti. Nuove funzioni di archiviazione permettono di salvare e recuperare automaticamente i singoli documenti e gli applicativi aperti in caso di spegnimento e riavvio dei computer: una caratteristica particolarmente utile per gli utenti mobili.

Le tecnologie per il rilevamento delle presenze in rete e per l'instant messaging, già integrate nella posta elettronica del client Lotus Notes, sono ora estese all'intera piattaforma applicativa: tra queste, sono comprese le funzioni di calendario e di pianificazione degli impegni di gruppo.
"IBM è pienamente consapevole del fatto che le aziende necessitano, oggi, molto più della semplice posta elettronica per fronteggiare le differenti esigenze di comunicazione e collaborazione. Di conseguenza abbiamo pianificato l'evoluzione di Lotus Notes e Domino fino a farla diventare una piattaforma concepita per consentire ad un'ampia comunità di utenti aziendali, amministratori IT, sviluppatori e utenti finali di raggiungere i propri obiettivi di business", ha dichiarato Ken Bisconti, vice president of Workplace, Portal and Collaboration Business di IBM. "Oggi decine di migliaia di clienti si affidano a Lotus Notes e Domino per svolgere le loro attività, ecco perché abbiamo realizzato Lotus Notes e Domino 7 inserendovi funzionalità in grado di incrementare la produttività interna dal livello dirigenziale fino a quello dei singoli knowledge worker".

IBM spera che la nuova versione della propria suite per la collaborazione attragga un maggior numero di utenti Microsoft, soprattutto quelli ancora legati a Exchange 5.5.

Big Blue afferma di aver pianificato lo sviluppo e l'aggiornamento di Lotus Notes e Domino, componenti chiave della strategia Workplace, in modo che i clienti non siano costretti all'acquisto di ulteriore software od a frequenti migrazioni a scopo di upgrade.

"IBM aiuta attivamente i propri clienti facilitando la pianificazione dei loro acquisti e l'implementazione del software attraverso il rilascio programmato, ogni 12-18 mesi, di nuove versioni rendendo, in tal modo, il più semplice possibile l'aggiornamento", ha spiegato l'azienda in un comunicato. "Questo approccio ha portato oltre il 90% dei clienti IBM ad utilizzare la versione più recente di Lotus Notes e Domino, con un tasso di adozione senza precedenti nel settore del software".

La famiglia di prodotti IBM Lotus Notes and Domino 7, comprendente Lotus Sametime 7, Lotus QuickPlace 7, Lotus Domino Designer 7, Lotus Domino Web Access, i prodotti Lotus Domino Express e altre proposte, è già disponibile in commercio. Lotus Domino 7 è attualmente disponibile per Windows 2000/2003; IBM iSeries, zSeries (z/OS e Linux), AIX 5.2 o 5.3; Solaris 9 e Suse Linux Enterprise Server (SLES) 8 o 9. È previsto il rilascio, a breve, del supporto a Red Hat Enterprise Linux (RHEL) 4 e Solaris 10. Lotus Notes 7 è invece disponibile per Windows 2000 e XP. Il supporto di Mac OS X è previsto per la prossima versione di Lotus Notes. Lotus Domino Web Access 7 è disponibile su Internet Explorer (Win32), Mozilla 1.7x (Linux) e Firefox 1.0.x (Win32 e Linux).
TAG: sw
28 Commenti alla Notizia IBM aggiorna Notes e Domino
Ordina
  • Chi gia' lo usa sa benissimo di cosa parlo.
    Chi usa ancora exchange non sa cosa si perde.
    Anche domino su windows e' buono, ma non stabile come su linux.
    Provare per credere: si raggiungono uptime incredibili, e per il servizio che deve erogare, direi che e' giusto cosi'Sorride

    Personalmente ritengo l'accoppiata sles9 - domino la scelta migliore in termini di stabilita', continuita' di servizio e performance.

    Chi ha tempo e voglia di provare con mano, si scarichi la trial

    Anonymous
  • Lo amo domino..

    se devo migrare su nuovo 'hardware

    >>>prendo la cartella Lotus, la copio sul server nuovo, gli do lo stesso indirizzo IP e avvio il server!

    Se devo migrare su HW nuovo e OS diverso (da MS a linux, o da MS a AIX, o viceversa)
    >>Faccio un'installazione di default sul server nuovo, do l'indirizzo ip del vecchio e sovrascrivo la cartella "data" nuova con quella presa del vecchio server, avvio e funziona tutto...


    vi sfido a farlo con un'altro sistema di posta...
    non+autenticato
  • Non server più dall'invenzione di internet, lento e pietoso, fondamentalmente un mattone inutile nel mondo dell'informatica.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Non server più dall'invenzione di internet, lento
    > e pietoso, fondamentalmente un mattone inutile
    > nel mondo dell'informatica.
    Non diversamente da exchange ! altra mattonata di ancor peggiore fattura!
    non+autenticato
  • lascia perdere, non vale la pena di postare qua.


    Dalla mole di infomazioni aggiuntive per sostenere la sua tesi che contro Domino suppongo sia un sistemista / programmatore di tutto rispetto.

    Trent
  • 10 mesi fa ho cambiato lavoro e mi sono ritrovato davanti Notes ... Schifezza assurda ! Mai avrei pensato di rimpiangere Outlook+Exchange In lacrime ...
    Ci fosse un "connector" per thunderbird ...

    ==================================
    Modificato dall'autore il 09/09/2005 11.30.57
    11237
  • mi pare che sei un po impedito
    ps: 10 mesi fa un grupo di utonti nella PA
    ha visto notes/domino per prima volta e poi produtivita e comprenssione di quello che si fa e aumentata
    non+autenticato

  • - Scritto da: Giambo
    > 10 mesi fa ho cambiato lavoro e mi sono ritrovato
    > davanti Notes ... Schifezza assurda ! Mai avrei
    > pensato di rimpiangere Outlook+Exchange In lacrime ...
    > Ci fosse un "connector" per thunderbird ...

    cioe', per dire una cosa stupida, tu preferisci il .pst di outlook al posto di un db come db2 per memorizzare la posta e quant'altro?
    Se dici che l'interfaccia del client non e' bella ok, e' sicuramente meno curata di quella di outlook, ma rimpiangere exange...
    sognifica solo che che gestiva l'infrastruttura domino non era competente.

    Anonymous

  • - Scritto da: Anonymous

    > Se dici che l'interfaccia del client non e' bella
    > ok, e' sicuramente meno curata di quella di
    > outlook, ma rimpiangere exange...

    Si, parlo proprio dell'interfaccia. La trovo totalmente non-intuitiva (Per esempio la gestione dei folders di messaggi)
    E rimpiango Exchange perche' potevo interfacciarmi via POP/SMTP e usare Thunderbird, cosa che con Notes non posso fareTriste
    11237

  • > interfacciarmi via POP/SMTP e usare Thunderbird,
    > cosa che con Notes non posso fareTriste

    perchè il tuo amministratore ha deciso di non attivare i servizi.
    per la posta puoi usare domino anche con outlook o con qualunque client pop/smtp, compreso thunderbird Sorride
    non+autenticato

  • - Scritto da: Giambo
    >
    > E rimpiango Exchange perche' potevo
    > interfacciarmi via POP/SMTP e usare Thunderbird,
    > cosa che con Notes non posso fareTriste

    Si vede che l'amministratore non vuole concedervi questa possibilita'Sorride

    Anonymous
  • Giambo....

    evita commenti su software che non conosci

    Domino oltre a POP, SMTP, IMAP, LDAP, NNTP funge anche da WEB server.

    Possedeva già un ambiente di sviluppo grafico quando in exchange 5.5 si programmava con il notepad....

    e il tutto farcito da crittografia nativa, chissà perchè i primi remote-banking (quando ancora non c'era la xDSL) venivano fatti con Lotus Notes.....

    che ne dici poi di cluster nativi su macchine totalemente diverse, per esempio un duetto con W2k e e AS400..

    non sono tutte rose per carità: per esempio il client (notes) stand-alone ha molte lacune. però per la gestione di messaggistica avanzata in ambito aziendale non a rivali.

    Ho visto sistemisti lavorare 3 giorni per ripristinare Exchange su una macchina muletto, facendo una bella frittatina delle mail.

    Ho visto sistemisti lavorare per 3 ore per ripristinare Domino su una macchina muletto: basta un copia-incolla e l'indirizzo ip.

    e poi non ho mai visto alcun Virus che sfrutta pecche di Domino per far danni.......



    ex-amministratore Exchange A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta
    Trent

  • - Scritto da: trinitro
    > Giambo....
    >
    > evita commenti su software che non conosci
    >
    > Domino oltre a POP, SMTP, IMAP, LDAP, NNTP funge
    > anche da WEB server.

    Si vede che l'amministratore da noi l'ha disattivato, puo' essere che e' possibile usare solo Notes ?

    > non sono tutte rose per carità: per esempio il
    > client (notes) stand-alone ha molte lacune.

    E' appunto sopratutto questo che critico. IMHO inutilizzabile.
    11237

  • Purtroppo Notes e Domino sono poco conosciuti nel mercato consumer grazie alla presenza capillare di Outlook in Office.

    Però per favore smettiamola di parlare male di Notes e Domino senza averci lavorato su almeno un annetto, chi vuole SERIAMENTE valutarlo si scarichi le trial di server e client dal sito IBM e inizi ad utilizzarlo in gruppi di lavoro tra più persone.

    Domino integra servizi che Exchange si sogna ed é LO standard nelle GRANDI aziende con decine di migliaia di utenti, vorrà pur dire qualcosa..

    Tutte le volte che si parla di Notes c'é sempre qualche sapientone che ha da dirne una.

    Sperando che questa sia l'utlima di una lunga serie

    un sistemista domino da 5 anni
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Purtroppo Notes e Domino sono poco conosciuti nel
    > mercato consumer grazie alla presenza capillare
    > di Outlook in Office.
    >
    > Però per favore smettiamola di parlare male di
    > Notes e Domino senza averci lavorato su almeno un
    > annetto, chi vuole SERIAMENTE valutarlo si
    > scarichi le trial di server e client dal sito IBM
    > e inizi ad utilizzarlo in gruppi di lavoro tra
    > più persone.
    >
    > Domino integra servizi che Exchange si sogna ed é
    > LO standard nelle GRANDI aziende con decine di
    > migliaia di utenti, vorrà pur dire qualcosa..
    >
    > Tutte le volte che si parla di Notes c'é sempre
    > qualche sapientone che ha da dirne una.
    >
    > Sperando che questa sia l'utlima di una lunga
    > serie
    >
    > un sistemista domino da 5 anni

    Scusa... io non ce l' ho particolarmente con domino (non piu' di quanto non ce l'abbia con exchange) anche se .. anzi trovo che rispetto a exchange sia un pelino piu' flessibile (il che e' tutto dire)....

    Quello che mi incuriosisce nel tuo post e' la frasetta
    "un sistemista domino da 5 anni".... sapresti dirmi cosa e' un "sistemista domino" ??
    Scusa l'ignoranza... ma nel mio "lessico professionale" esistono sia la parola "domino" sia la parola "sistemista" ma non riesco a dare senso compiuto alla unione delle due!
    Grazie.
    non+autenticato

  • > Scusa l'ignoranza... ma nel mio "lessico
    > professionale" esistono sia la parola "domino"
    > sia la parola "sistemista" ma non riesco a dare
    > senso compiuto alla unione delle due!
    > Grazie.

    non sono quello di prima, sono un'altra persona, e per me "sistemista domino" ha senso, nella mia azienda ce ne sono 3 che gestiscono una 60 di server sparsi nelle vare filiali nel mondo.
    non+autenticato
  • il tallone d'achille era la mancanza di un databse relazionale.
    Adesso con la 7 ci hanno messo dentro DB2...
    e chi la ferma più.

    A bocca aperta

    Ossequi
    Trent
  • Peccato che IBM ne sconsigli l'uso (del DB2 come store Notes, intendo)
    non+autenticato
  • se fai solo posta elettronica concordo,

    ma allora non ti serve spendere così tanto per Domino, ci sono programmi come Mdaemon che il suo lavoro lo fanno egregiamente e a costi contenuti.

    Metti in gioco DB2 quando inizi a sviluppare applicazioni di data-flow spinto, magari che devono reperire dati da fonti esterne. AS400 ecc, ecc,

    "per andare al mercato ti basta la bicicletta, per fare 500 km al giorno ti serve una mercedes"

    Trent
  • > Metti in gioco DB2 quando inizi a sviluppare
    > applicazioni di data-flow spinto, magari che
    > devono reperire dati da fonti esterne. AS400 ecc,
    > ecc,
    Ma va, alla fine poi su Lotus sono riusciti a fare arrivare gli estratti conto aggiornati alla data odierna e non a quella dell'ultima operazione prendendo i dati dalle ACG su AS oppure continuano a prendere per il c*** i clienti come fanno da anni?
    Lotus, se lo usi per la posta è un costoso e complesso elefante succhiarisorse.
    Se lo usi per sviluppare è un costoso e complesso elefante succhiarisorse che si collega da schifo agli stessi altri prodotti IBM!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Lotus, se lo usi per la posta è un costoso e
    > complesso elefante succhiarisorse.
    > Se lo usi per sviluppare è un costoso e complesso
    > elefante succhiarisorse che si collega da schifo
    > agli stessi altri prodotti IBM!

    se lo dici tu..
    SSO? e' complicato farlo in una rete mista usando ldap?
    Domino in cluster?

    2 esempi a caso, cose che ho sperimentato, e che non mi pare siano l'accrocchio che dici tu.

    E poi, non mi pare usi tutte queste gran risorse: una sessantina di client collegati e sul server si arriva a 400Mb di ram (non accedono solo per la posta, ci sono dei programmi per gestire agenti/commesse sviluppato su domino 7 e db2). Ed era una beta.

    Parliamo di sicurezza?
    Paragonalo ad exange (non sto parlando di exploit, ma di gestione delle comunicazioni, di crittografia, di accesso al server, di certificati).

    Anonymous
  • > se lo dici tu..
    Prova a fare quello che ti ho esemplificato e su cui i clienti sono presi per il c*** dai tardi anni 90...
    Poi se di per se è un buon prodotto, ok, e un sacco di grosse realtà lo dimostrano, ma non si venga a contabbandare quanto è indolore intrfacciarlo con gli altri prodotti IBM... IBM l'ha assorbito il Lotus ma le sue inerzie elfantiache da primadonna dell'informatica professionale fanno si che il punto dolente di Lotus sia proprio con l'integrazione ai suoi stessi prodotti.
    non+autenticato
  • Mi dispiace per le tue esperienze negative,

    nella ditta dove lavoro io usiamo un applicativo su Domino che reperisce i dati di fatturazione da AS400 e invia nel periodo di punta (8 ore) circa 1000 mail, 800 sms e altrettanti fax.

    e questo da due anni senza blocchi o crash.

    e come corollario, posta, newsgroup, diario, ecc, ecc, ecc

    Trent

  • - Scritto da: trinitro
    > il tallone d'achille era la mancanza di un
    > databse relazionale.
    > Adesso con la 7 ci hanno messo dentro DB2...
    > e chi la ferma più.

    Esatto, con db2 integrato non oso immaginare quante cose si possono fare: non c'e' proprio confronto con i .nfs.

    Purtroppo manca ancora il client nativo per linux che inizialemente era stato programmato con l'uscita di domino 7 mentre adesso e' stato posticipato alla versione 8.

    In ufficio e' da un bel po' che stiamo testando la 7 (varie beta) e devo dire che e' veramente un ottimo prodotto

    Anonymous