Mozilla, presto l'antiExplorer

Attenzione, si parla ancora di una versione prealpha, qualcosa che sa più di prospettiva che di prodotto. Ma piace a molti sperare in un browser alternativo a quello Microsoft

Mozilla, presto l'antiExplorerMountain View (USA) - Mozilla.org ha presentato una versione preview del motore del nuovo browser, quello che con le dovute modifiche molti sperano sarà in grado contrastare l'avanzata di Internet Explorer, il programma di navigazione di Microsoft.

Ciò che Mozilla.org ha fatto vedere viene chiamato "M12 Build" ma, stando agli esperti di CNET, ci vorrà poco per trasformare questo codicillo nel cuore pulsante di una vera e propria versione alpha del nuovo browser Netscape "per conto" del quale Mozilla.org procede nello sviluppo. Come si ricorderà, il "consorzio" Mozilla è una unità di sviluppo messa in piedi nei binari più alternativi dell'open source e pensata per contribuire alla produzione e al debugging del browser Netscape.

Una versione alpha del nuovo prodotto potrebbe significare per Netscape la trasmissione ai "collaudatori" di una edizione completa del programma: un passo essenziale per pervenire entro qualche mese al lancio del software nella sua completezza sul mercato. Ma ancora non si è a questo punto, come ha ben spiegato a CNET Mitchell Baker di Mozilla.org: "non si tratta ancora di un'alpha. Alpha vuol dire molto per molti, ma il nostro obiettivo quando lanceremo un'alpha sarà quello di presentare qualcosa che può essere usato regolarmente per il browsing e per la posta elettronica".
Con tutti i limiti dell'annuncio, e con le novità che Netscape apporterà al progetto Mozilla.org per il lancio dell'ancora atteso Communicator 5.0, si tratta comunque si un segno di vitalità in un periodo segnato dai continui ritardi che "la mamma di Navigator" ha dovuto affrontare. Nessun analista, intanto, si azzarda a fare previsioni sul possibile impatto nel mondo dei browser di un nuovo Communicator: troppo si è atteso e troppo consolidato appare il ruolo del browser leader, quello di Microsoft.

Sono in molti a sperare che i "dragoni" di Mozilla ce la facciano. Come dicono loro: "la bestia emergerà circondata da una densa nuvola di vendetta. La casa di chi non crede sarà distrutta e tutti loro saranno bruciati sulla Terra. I loro tag continueranno ad accendersi ad intermittenza fino alla fine dei giorni" (da The book of Mozilla, 12:10).
TAG: mercato