Maxtor centralizza backup e condivisione di file

Il nuovo disco Maxtor Shared Storage Plus consente il backup automatizzato, semplifica la condivisione dei file e incorpora un media server per lo streaming di video, musica e fotografie in rete

Milano - Maxtor ha lanciato una nuova soluzione che promette di semplificare lo storage, la condivisione, la stampa e il backup di file, fotografie digitali, musica e video su reti domestiche o di piccoli uffici. Il nuovo prodotto comprende il disco fisso di rete Maxtor Shared Storage Plus, con capacità massima di 500 GB. Grazie al media server incorporato nell'unità, è possibile condividere ed effettuare lo streaming (su media adapter digitali compatibili con lo standard UPnP AV) di dati digitali su molteplici dispositivi di rete, senza doverli convogliare attraverso il PC.

Maxtor afferma che il nuovo disco è la soluzione ideale per le piccole imprese dotate di numerosi PC connessi in reti wired o wireless, dove sia necessario effettuare simultaneamente il backup, la condivisione e la stampa di file digitali attraverso un'unica unità centralizzata.

Il disco offre capacità di gestione dei dati e sicurezza a un numero massimo di 20 utenti. La suite software di Maxtor fornita in bundle con l'hard disk permette di eseguire copie di backup automatizzate di tutti i PC connessi all'unità.
Maxtor Shared Storage Plus è disponibile nelle versioni da 200 GB (309 euro), 300 GB (389 euro) e 500 GB (599 euro) ed è dotato di due porte USB per connettere e condividere due stampanti, altri due dischi esterni oppure una stampante e un disco.

Coloro che hanno acquistato il Maxtor Shared Storage potranno potenziare il software del disco originario attivando le funzionalità di Shared Storage Plus senza costi aggiuntivi a partire dal mese di ottobre. Per maggiori informazioni si veda qui.
TAG: storage