Skype divide la torta con i content provider

Nuovo passo avanti del VoIP più famoso che c'è, che ora è a caccia di partner intenzionati a sfruttare il vastissimo parco utenti

Roma - Con un annuncio pubblicato sul proprio sito, Skype ha presentato in questi giorni Voice Services Program, progetto studiato per realizzare un mercato globale di servizi voce.

Sviluppato in collaborazione con aziende come Tellme Networks, Voxpilot e Voxeo, partner tecnologici di Skype, consentirà ai content provider di offrire all'utenza servizi innovativi, di intrattenimento, di informazione (traffico, meteo, oroscopo) e formazione (corsi di lingue), attraverso il sistema Skype.

Gli utenti potranno usufruire dei servizi e il pagamento avverrà attraverso la decurtazione del credito legato all'account (una quota della tariffa del servizio sarà corrisposta al content provider).
Fra i primi provider a legare il proprio nome a Voice Services Program troviamo la monegasca MAP Telecom, azienda che si occupa di hosting per le comunicazioni vocali di Monaco Telecom, che offre un servizio di hosting per applicazioni IVR (in Europa e oltre), sulla rete telefonica pubblica tradizionale e su Skype.

DB
TAG: