AMD Athlon 64 3800+ Dual Core

Dal lancio dei dual-core, Intel ha mantenuto una politica di prezzi più aggressiva rispetto a quella adottata da AMD. Che questo processore sia finalmente ciò che aspettavano i fan di AMD?

AMD Athlon 64 3800+ Dual CoreA livello prestazionale, i processori AMD si sono dimostrati più competitivi rispetto ai dual-core Intel. Inoltre, chi possiede una scheda madre dotata di Socket 939 dovrà semplicemente effettuare un update del BIOS, mentre per utilizzare i processori Intel bisognerà per forza impiegare una motherboard con i nuovi chipset i945/i955.

Le critiche verso AMD sono state mosse in una sola direzione: il prezzo. Mentre i processori Intel Pentium D coprono una fascia di mercato che parte dai 241 dollari (2,80 GHz) ai 530 dollari (3,20 GHz), ben più alta era la cifra richiesta da AMD: si andava dai 482 dollari dell'Athlon 64 4200+ X2 ai 902 dollari per il modello 4800+. In questo modo venivano tagliati fuori tutti gli utenti medi, che guardavano già con gioia la propria motherboard 939 in attesa di montare un nuovo processore con doppio core.

Fortunatamente poche settimane fa AMD ha cominciato a correre ai ripari, introducendo un modello di fascia più bassa, per un prezzo dichiarato di "soli" 354 dollari: il 3800+
Athlon 64 3800+Questo processore, basato sul nuovo core "Manchester", è costruito con tecnologia a 90 nanometri. Tagliando metà della cache di secondo livello, passando cioè da 1 MB presente nei dual-core di fascia più alta ai 512 KB di questo modello, AMD è riuscita a diminuire drasticamente il numero dei transistor presenti. In questo modo, ha ottenuto un processore dal consumo ottimale (si parla di 89 w, inferiore a tutti i processori Intel single-core), con una resa per wafer maggiore ed un costo di produzione ovviamente inferiore.

Test e conclusioni
Hardware Upgrade è stato il primo sito italiano a recensire la suddetta CPU, con risultati che confermano quelli ottenuti da un'altra fonte autorevole, AnandTech.
Entrambi i siti infatti concordano sulla migliore efficienza delle piattaforme AMD rispetto a quelle Intel, specialmente con applicazioni facenti largo uso di entrambi i core.

Uno degli aspetti che può interessare particolarmente lo smanettone, acquirente ideale di questo processore, è l'overclock. Punto coperto in modo ottimale da HwUpgrade che, con dissipatore di calore simile a quello di default e voltaggio originale, ha raggiunto i 2.450 MHz. Una breve nota è presente anche nella conclusione di AnandTech, dove sono stati raggiunti i 2.460 MHz nelle medesime condizioni.

Tirando le somme, AMD sembra che abbia effettuato una mossa vincente. Un 3800+ X2 è mediamente più performante di un Pentium D 830, così mentre i processori Intel Pentium D ancora non convincono, un sostenitore AMD avrà sicuramente meno problemi nello spendere la cifra destinata all'acquisto di un 3800+ X2 piuttosto di un modello superiore. Il prezzo si aggira, per l'Italia, intorno ai 390 euro, ma è auspicabile che con i prossimi tagli possa scendere finalmente sotto i 350 euro.

Giovanni Fedele