Panasonic allatta miniLinux

La filiale nordamericana del gigante giapponese Matsushita sta per scommettere importanti somme di denaro nel finanziamento di progetti basati su Linux e destinati al mercato embedded, sia consumer che industriale

San Jose (USA) - Coltivare giovani società specializzate nello sviluppo di tecnologie e soluzioni per il settore dei sistemi operativi Linux embedded. È quanto intende fare la filiale americana di Panasonic, un brand Matsushita, per incrementare i propri investimenti in un mercato considerato "molto promettente".

Attraverso la propria iniziativa, Panasonic intende incubare delle start-up e aiutarle a sviluppare tecnologie da rivendere a terzi o da utilizzare internamente al gruppo per lo sviluppo di nuovi dispositivi embedded basati su Linux.

Tra i colossi dell'industria elettronica giapponese, Matsushita è stata pioniera nell'adozione di Linux, che oggi utilizza in set-top box, telefoni cellulari 3G, computer di bordo e altri dispositivi. Il gigante è anche stato tra i fondatori del consorzio CE Linux, un'alleanza il cui obiettivo è quello di promuovere l'uso di Linux nel segmento dei dispositivi consumer.
Buona parte dei giganti dell'elettronica di consumo asiatici vedono in Linux un candidato ideale per entrare nelle home appliance dell'era post-PC, come le set-top box e gli altri dispositivi di consumo in grado di elaborare dati e connettersi ad Internet senza l'intermediazione di un personal computer.

Grazie alla possibilità di accedere al suo codice sorgente, e alla grande modularità del suo kernel, sono già diversi i produttori che hanno scelto Linux come sistema operativo embedded per le loro appliance. Tra i sistemi operativi embedded Linux-based più noti vi sono quelli sviluppati da MontaVista, TimeSys, FSMLabs e LynuxWorks: quasi tutte stanno attivamente lavorando per migliorare il tempo di risposta garantito del kernel di Linux, un fattore cruciale nelle applicazioni che richiedono il cosiddetto funzionamento real-time.
TAG: linux
50 Commenti alla Notizia Panasonic allatta miniLinux
Ordina
  • Premetto che questa è più una domanda che una affermazione provocatoria. desidero qualche risposta da qualcuno che ha vissuto più di me nel mondo dell'informatica e sa come girano le cose.


    Se linux continua ad infilarsi ovunque, acquistando la fiducia delle aziende e la benvolenza del pubblico, non c'è la possibilità che la diffusione nel mercato desktop venga, come dire, "forzata" dall'esigenza di interoperabilità fra palmare, cessofonino 3G, PC e Consolle (e anche tutto il resto)? Conosciamo tutti bene l'abitudine di Zio billy di blindare le proprie "finestre" (battutone) solo ai prodotti propri od al limite approvati... se aumenta questa diffusione di linux nelle piattaforme mobili soprattutto, la politica di MS non potrebbe rivelarsi deleteria e favorire la diffusione di linux anche su desktop? in fondo pensateci bene, il problema principale di linux sono i driver, il resto è aggirabile. beh, se la creative (per esempio) crea un lettore mp3 con linux dentro, per coerenza dovrebbe rilasciare anche i driver per gli altri prodotti....

    ==================================
    Modificato dall'autore il 17/09/2005 17.23.53

  • - Scritto da: Kudos

    > Se linux continua ad infilarsi ovunque,
    > acquistando la fiducia delle aziende e la
    > benvolenza del pubblico, non c'è la possibilità
    > che la diffusione nel mercato desktop venga, come
    > dire, "forzata" dall'esigenza di interoperabilità
    > fra palmare, cessofonino 3G, PC e Consolle (e
    > anche tutto il resto)?

    Non è detto.
    Un prodotto embedded è un prodotto dal funzionamento indipendente.
    Un telefonino, un lettore mp3 o un router sono scatole "chiuse" ossia dele appliance indipendenti.
    Ciò che devono fornire sono servizi standard di rete o di mass storage o al massimo un file di interscambio di rubrica telefonica e indirizzi.

    A questo punto è sufficiente che l'oggetto "chiuso" con Linux abbia bluetooth o ethernet o che sia un disco usb standard e potrà interoperare anche con windows ma senza forzare l'utenza ad avere Linux sul desktop.
    Anzi può succedere che l'oggetto con Linux dia solo la funzione usb mass storage a chi lo usa con Linux, e dia anche la sincronizzazione della rubrica e di alcuni dati in formato outlook per windows a chi lo usa con windows. Ciò per scelta commerciale del produttore che pensa a windows come desktop più diffuso e per il quale vale maggiormente la pena fornire queste funzioni.
    A questo punto Linux non rappresenta nulla più di un comune sistema operativo embedded a basso costo.

    --
    Mr. Mechano
  • Linux annientera' Win e Mac perche' e' l'unico che puo' sopravvivere..

    perche' e' libero

    perche' costa poco

    perche' non cisi specula sopra con mega-super profitti in stile M$

    perche' ne esistono migliaia di versioni adattabili a tutte le esigenze

    perche' e' free

    perche' e' open source

    ......

    ............

    .................

    .........................




    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Linux annientera' Win e Mac perche' e' l'unico
    > che puo' sopravvivere..
    >
    Giusto vogliamo il monopolio.
    > perche' e' libero
    >
    vero free=libero.
    > perche' costa poco
    >
    vero free^gratis.
    > perche' non cisi specula sopra con mega-super
    > profitti in stile M$
    >
    In questo riusciamo perfettamente gia adesso.
    > perche' ne esistono migliaia di versioni
    > adattabili a tutte le esigenze
    >
    Sranno milioni, ad ognuno il suo Linux.
    > perche' e' free
    >
    giusto free=free
    > perche' e' open source
    >
    e sarà sempre più aperto.
    non+autenticato
  • questo post piace, quello di Vista che annienta linux no eh
    in base a quali principio i post vengono bannati
    quello di prima dava link utili a capire Vista che qui vi guardate bene dal dare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > questo post piace, quello di Vista che annienta
    > linux no eh
    > in base a quali principio i post vengono bannati
    > quello di prima dava link utili a capire Vista
    > che qui vi guardate bene dal dare.

    Perche' il moderatore e' andato a dormire ???

    Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • a confronto il sito della microsoft è meno di parte
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Linux annientera' Win e Mac
    Quando gli asini voleranno.
    non+autenticato
  • ...non fa parte di questo gruppo di sfigati....

    https://www.trustedcomputinggroup.org/about/member.../

    A questo punto come gestirà lo scambio di file multimediali con i sistemi dei suddetti sfigati ?.....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ...non fa parte di questo gruppo di sfigati....
    >
    > https://www.trustedcomputinggroup.org/about/member
    >
    > A questo punto come gestirà lo scambio di file
    > multimediali con i sistemi dei suddetti sfigati
    > ?.....

    Secondo me del TCPA group bisogna farne parte a prescindere dalla dimensione dell'azienda (a maggior ragione se si è grandi) ed a prescindere dalla simpatia per l'opensource e l'antipatia per M$ e Palladium...
    Sembra che ci sia il pericolo di forti ripercussioni da parte di M$ se il proprio hardware non è TCPA-compliant.
    M$ potrebbe renderlo incompatibile col proprio sistema operativo, o basta anche ignorarlo e non dare supporto per i driver e non inserirli nella distribuzione di Winzozz sVista.

    __
    Mr. Mechano

  • - Scritto da: Mechano
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > ...non fa parte di questo gruppo di sfigati....
    > >
    > >
    > https://www.trustedcomputinggroup.org/about/member
    > >
    > > A questo punto come gestirà lo scambio di file
    > > multimediali con i sistemi dei suddetti sfigati
    > > ?.....
    >
    > Secondo me del TCPA group bisogna farne parte a
    > prescindere dalla dimensione dell'azienda (a
    > maggior ragione se si è grandi) ed a prescindere
    > dalla simpatia per l'opensource e l'antipatia per
    > M$ e Palladium...

    Non sono completamente d'accordo.......

    > Sembra che ci sia il pericolo di forti
    > ripercussioni da parte di M$ se il proprio
    > hardware non è TCPA-compliant.

    E chi se ne frega !!!

    > M$ potrebbe renderlo incompatibile col proprio
    > sistema operativo, o basta anche ignorarlo e non
    > dare supporto per i driver e non inserirli nella
    > distribuzione di Winzozz sVista.
    >
    > __
    > Mr. Mechano

    idem come sopra........

    Quello che voglio dire è che al mondo ci potrebbero essere produttori di hardware che potrebbero rivolgersi solo al mondo open....anche Asus se non sbaglio per il momento non si è ancora schierata......
    Penso che sta a noi utenti incoraggiarli.....se i loro dirigenti commerciali si accorgono che si possono fare cifre anche senza scodinzolare dietro a M$ & C....forse avremmo un vera alternativa.....ma le cifre si fanno solo se hai molti clienti che t ' invocano HW.
    Un produttore potrebbe anche vendere due linee....una open e una no......
    Finchè continueremo a pensare ..." ahh..ma poi con windows non gira..." saremo sempre al palo....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Quello che voglio dire è che al mondo ci
    > potrebbero essere produttori di hardware che
    > potrebbero rivolgersi solo al mondo open....anche
    > Asus se non sbaglio per il momento non si è
    > ancora schierata......
    > Penso che sta a noi utenti incoraggiarli.....se i
    > loro dirigenti commerciali si accorgono che si
    > possono fare cifre anche senza scodinzolare
    > dietro a M$ & C....forse avremmo un vera
    > alternativa.....ma le cifre si fanno solo se hai
    > molti clienti che t ' invocano HW.
    > Un produttore potrebbe anche vendere due
    > linee....una open e una no......
    > Finchè continueremo a pensare ..." ahh..ma poi
    > con windows non gira..." saremo sempre al
    > palo....

    Questo non lo devi dire a me.
    Le economie di scala sono una cosa molto importante, e già si preferisce avere un solo prodotto completo di feature e poi agire di riduzione via software per i mercati più economici, che avere più linee di prodotto realmente differenti a livello hardware.
    Le CPU Celeron sono sempre stati dei Pentium con disabilitata mezza cache e un paio di feature (frequency scaling e istruzioni aggiuntive).
    I masterizzatori 48-24-48 in realtà sono dei 52-24-52 con un firmware ed un'etichetta diversi.
    Gli hard disk spesso sono identici sia meccanicamente che elettronicamente e la capacità è definita da firmware o una traccia nascosta all'interno dei uno dei piatti.

    Il mercato winzozz assorbe il 92-94% dei desktop e una tecnologia come TCPA che può potenzialmente tagliare fuori tutti i produttori di hardware che non vi si schierano a favore è molto pericolosa per chi produce per un mercato così vasto.

    E' pur vero che si può progettare un hardware unico e poi un firmware variabile che usa o non usa il chip crittografico a seconda del mercato a cui si rivolge.
    E se accade, io comincio a vedere un sommerso di firmware e informazioni per sbloccare questi prodotti ed un caos pazzesco.

    Se a chi diceva che la Micro$oft è "IL MALE" gli davano del complottista visionario, ora c'è davvero di che ricredersi.

    Io ho seri dubbi che i bug e l'insicurezza complessiva di Winzozz non siano studiati a tavolino da M$ stessa per poter dire al mondo che per essere sicuri e lavorare bene l'unica soluzione è TCPA.

    __
    Mr. Mechano
  • - Scritto da: Mechano
    [cut]
    > Le CPU Celeron sono sempre stati dei Pentium con
    > disabilitata mezza cache e un paio di feature
    > (frequency scaling e istruzioni aggiuntive).
    > I masterizzatori 48-24-48 in realtà sono dei
    > 52-24-52 con un firmware ed un'etichetta diversi.
    > Gli hard disk spesso sono identici sia
    > meccanicamente che elettronicamente e la capacità
    > è definita da firmware o una traccia nascosta
    > all'interno dei uno dei piatti.
    > Mr. Mechano

    Ecco, ecco, mi ero sempre chiesto se in realta' utilizzavano tecniche del genere per massimizzare le produzioni, soprattutto dopo l'uscita di Firmware per aggiornare dei masterizzatori DVD "normali" al formato Duble Layer.
    Pensavo pero' che le diverse specifiche derivavano piu' che altro dal livello di qualita' nelle catene di produzione ( es: questo lotto e' OK lo metto a 200Mb, questo e' cosi' cosi' lo metto a 160MB ) , sbaglio?

  • - Scritto da: carbonio

    > Ecco, ecco, mi ero sempre chiesto se in realta'
    > utilizzavano tecniche del genere per massimizzare
    > le produzioni, soprattutto dopo l'uscita di
    > Firmware per aggiornare dei masterizzatori DVD
    > "normali" al formato Duble Layer.
    > Pensavo pero' che le diverse specifiche
    > derivavano piu' che altro dal livello di qualita'
    > nelle catene di produzione ( es: questo lotto e'
    > OK lo metto a 200Mb, questo e' cosi' cosi' lo
    > metto a 160MB ) , sbaglio?

    No non sbagli. Io ho un masterizzatore CD combo lettore DVD che legge DVD a 8x, masterizza CD/CDRW e legge CD a 48-24-48.
    Dopo un upgrade del firmware e diventato un masterizzatore cd/cdrw lettore cd a 52-24-52 e sempre dvd letti a 8x, e funziona benissimo, anzi ci ho pure sbloccato la zona e la possibilità di copie di CD protetti e grab di DVD.

    Quindi di solito si fa un progetto unico per un prodotto di punta e si agisce di downgrade in base alla qualità dei pezzi finiti dopo dei test, o anche semplicemente in base alla richiesta di una determinata capacità da pare di un mercato. Quindi è proprio un prodotto di punta ma castrato solo a livello di firmware, perchè in un certo paese c'era maggiore richiesta di quel taglio più che quello costoso.

    __
    Mr. Mechano

  • - Scritto da: Mechano

    > Dopo un upgrade del firmware e diventato un
    > masterizzatore cd/cdrw lettore cd a 52-24-52 e
    > sempre dvd letti a 8x, e funziona benissimo, anzi
    > ci ho pure sbloccato la zona e la possibilità di
    > copie di CD protetti e grab di DVD.

    Ma come hai fatto? Sei un hacherzzzz?

    Ci hai messo una toppa?

    PERO' FUNZIONA!

    Quando si brucera' mi telefoni? Avro' molto daridere!


    > Quindi di solito si fa un progetto unico per un
    > prodotto di punta e si agisce di downgrade in

    Accipicchia, tu lo fai ogni giorno, sei proprio un esperto.

    > Quindi è proprio un prodotto di punta ma castrato

    Tu invece cosa sei?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Mechano
    > M$ potrebbe renderlo incompatibile col proprio
    > sistema operativo, o basta anche ignorarlo e non
    > dare supporto per i driver e non inserirli nella
    > distribuzione di Winzozz sVista.

    L'ipotesi 1 è illegale, specie per microsoft che è in posizione dominante, non si possono fare modifiche solo per danneggiare terzi.
    L'ipotesi 2 è inattuabile perché windows mica ha tutti i driver di questo mondo, infatti tutte le aziende forniscono il loro CD e fanno scaricare i driver aggiornati dal loro sito.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > L'ipotesi 1 è illegale, specie per microsoft che
    > è in posizione dominante, non si possono fare
    > modifiche solo per danneggiare terzi.

    Lo ha già fatto spesso contro word perfect, e i prodotti di molte aziende concorrenti in un determinato settore. Questo giochino l'ha cominciato ai tempi del DR.DOS

    > L'ipotesi 2 è inattuabile perché windows mica ha
    > tutti i driver di questo mondo, infatti tutte le
    > aziende forniscono il loro CD e fanno scaricare i
    > driver aggiornati dal loro sito.

    Un hardware prodotto oggi o nei prossimi mesi, si suppone possa venire incluso nell'installazione di Vista.
    In W2000 e XP ci sono una quantità enorme di driver di ogni genere per molte periferiche.
    XP per esempio ha integrati i driver dei modem Rockwell HCF PCI e di molte schede grafiche ATI.

    Può non metterli per il produttore non gradito... Può rifiutarsi di fornirgli specifiche in maniera diretta, di vendergli tool di sviluppo e l'accesso a specifiche di API e dll e il tal produttore deve andarci per vie traverse attraverso sviluppatori apparentemente non legati a quell'azienda.
    Ne ha tanti di modi per ricattare e creare problemi, è un monopolista.

    __
    Mr. Mechano
    non+autenticato

  • - Scritto da: Mechano

    > Sembra che ci sia il pericolo di forti
    > ripercussioni da parte di M$ se il proprio
    > hardware non è TCPA-compliant.
    > M$ potrebbe renderlo incompatibile col proprio
    > sistema operativo, o basta anche ignorarlo e non
    > dare supporto per i driver e non inserirli nella
    > distribuzione di Winzozz sVista.
    >
    > __
    > Mr. Mechano

    $embra.

    Forze.

    Potrebbe.

    Diabolik direbbe "PAURA BRIVIDO RACCAPRICCIO", in realta' si tratta di:

    Paura ( Fear ) Incertezza ( Uncertainty ) Dubbio ( Doubt ) o con un'acronimo FUD.

    Questa e' la tipica strategia che i sostenitori di Linux usano per dissuadere il popolo ad usare qualsiasi cosa all'infuori di Linux.

    Non mi credi?

    Riporto da Wikipedia http://snipurl.com/hrxx

    -------
    FUD is an abbreviation for Fear, Uncertainty, and Doubt, a sales or marketing strategy of disseminating negative but vague or inaccurate information on a competitor's product. The term originated to describe misinformation tactics in the computer software industry and has since been used more broadly.
    -------

    Vedo che tu non molli mai, la cosa che mi preoccupa e' che la gente non se ne accorge.

    E la gente pare non si accorga che Linux e' tutta propaganda, si dico propaganda perche' Marketing in questo caso sarebbe una parola troppo buona.
    non+autenticato
  • "Matsushita sta per scommettere importanti somme di denaro nel finanziamento di progetti basati su Linux e destinati al mercato embedded"


    Quindi grandi quantità di denaro a sviluppatori Linux...
    Compensi, stipendi, provvigioni, ecc.
    Chiamateli come volete ma alla fine l'opensource è anche remunerativo...

    Alla faccia degli sparageglionaliVB.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > "Matsushita sta per scommettere importanti somme
    > di denaro nel finanziamento di progetti basati su
    > Linux e destinati al mercato embedded"
    >
    >
    > Quindi grandi quantità di denaro a sviluppatori
    > Linux...
    > Compensi, stipendi, provvigioni, ecc.
    > Chiamateli come volete ma alla fine l'opensource
    > è anche remunerativo...

    chiedi a un mendicante quanto guadagna ogni giorno, pur avendo perso la dignità

    >
    > Alla faccia degli sparageglionaliVB.
    >

    sei ancora in tempo per imparare il VB e uscire dal misero circolo vizioso dell'open sorcio
    non+autenticato
  • Un mercenario che parla di dignita' ai filantropi?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Un mercenario che parla di dignita' ai
    > filantropi?

    Parodistico del porco e della colomba...

    non+autenticato
  • hahahaha adesso lavorare nell'informatica vuol dire essere mercenari...hahaha avevo dimenticato che l'informatica e' la religione dei ragazzini stupidi del 2000
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Un mercenario che parla di dignita' ai
    > filantropi?
    >
    Beato te che puoi lavorare rifiutando il vil denaro.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Un mercenario che parla di dignita' ai
    > > filantropi?
    > >
    > Beato te che puoi lavorare rifiutando il vil
    > denaro.

    Io per esempio non rifiuto il vil denaro. Semplicemente per me si è spostata la fonte del guadagno.

    Io il mio software di gestione ISO9002 lo regalo in formato opensource.
    Poi sono poche le aziende che sanno installarselo da se e quindi mi chiedono consulenze che faccio pagare.
    Poi l'attività sistemistica Linux per me è più remunerativa perchè me la faccio pagare tale e quale a quella windows, con la differenza che Linux ha bisogno di un intervento inferiore il che mi lascia più tempo per altri lavori, prendendo la stessa cifra annua di contratto d'assitenza.

    non+autenticato
  • > Io il mio software di gestione ISO9002 lo regalo
    > in formato opensource.
    > Poi sono poche le aziende che sanno installarselo
    > da se e quindi mi chiedono consulenze che faccio
    > pagare.
    > Poi l'attività sistemistica Linux per me è più
    > remunerativa perchè me la faccio pagare tale e
    > quale a quella windows, con la differenza che
    > Linux ha bisogno di un intervento inferiore il
    > che mi lascia più tempo per altri lavori,
    > prendendo la stessa cifra annua di contratto
    > d'assitenza.
    ti sbagli, te lo fai e lo studente che deve fare il tirocinio lo installa. Poi anche se servisse un professionista ci potrebbero essere altre persone che con il tuo programma fa il tuo stesso servizio di assistenza
    non+autenticato
  • appunto...paga del denaro e poi tutti a casa!!!

    guarda che Linux lo stanno adottando per il settore embedded solo perche' e' gratuito e risparmiano sugli stipendi della gente
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > appunto...paga del denaro e poi tutti a casa!!!
    >
    > guarda che Linux lo stanno adottando per il
    > settore embedded solo perche' e' gratuito e
    > risparmiano sugli stipendi della gente

    Err, risparmiano forse sulle licenze microsoft*, stipendi per sviluppare su Lino verranno pagati comunque...


    *P.S. su questo non sarei del tutto sicuro, mi sembrava di aver letto tempo fa' che microsoft regalava pure i sorgenti di windos-c'e'
    non+autenticato
  • > Err, risparmiano forse sulle licenze microsoft*,
    > stipendi per sviluppare su Lino verranno pagati
    > comunque...
    > *P.S. su questo non sarei del tutto sicuro, mi
    > sembrava di aver letto tempo fa' che microsoft
    > regalava pure i sorgenti di windos-c'e'
    >
    Le licenze Microsoft sono gratuite.*
    P.S. su questo non sarei del tutto sicuro, mi
    sembrava di aver letto tempo fa' che microsoft
    regalava pure le licenze.
    non+autenticato
  • Come da oggetto: perchè linux si e bsd no?

    Eppure bsd è un bel sistema, è open e tra l'altro lo puoi utilizzare anche in sistemi proprietari.

    Come mai nessuno ci investe qualche "doblone"?

    Linux è bellino, ma sarà vero che è diventata anche un pò una moda?
    non+autenticato
  • ho rpovato openbsd ma ho avuto rogne di riconoscimento hw (per carità è la filosofia di bsd)..il kernel di LINUX ATTUALMENTE è quello con IL PIÙ VASTO supporto kardware.
    credo sia tutto li.
    (non voglio sminuire bsd..assolutamente)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > ho rpovato openbsd ma ho avuto rogne di
    > riconoscimento hw (per carità è la filosofia di
    > bsd)..il kernel di LINUX ATTUALMENTE è quello con
    > IL PIÙ VASTO supporto kardware.
    > credo sia tutto li.
    > (non voglio sminuire bsd..assolutamente)

    Eh, ma stiamo parlando di Panasonic che investe su linux. Lo so che hai ragione, e infatti bsd non è proprio adatta per il desktop: però qui si parlava di mercato embedded se ho capito bene, e soprattutto, di una azienda hw che ci investe su.

    Voglio dire, se panasonic investe su PippoOS, si presume che lo faccia girare per l'hw Panasonic, perchè è suo interesse che PippoOS funzioni bene sulla loro ferragliaSorride

    Tanti qui investono su linux, perchè su bsd nisba?

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > ho rpovato openbsd ma ho avuto rogne di
    > > riconoscimento hw (per carità è la filosofia di
    > > bsd)..il kernel di LINUX ATTUALMENTE è quello
    > con
    > > IL PIÙ VASTO supporto kardware.
    > > credo sia tutto li.
    > > (non voglio sminuire bsd..assolutamente)
    >
    > Eh, ma stiamo parlando di Panasonic che investe
    > su linux. Lo so che hai ragione, e infatti bsd
    > non è proprio adatta per il desktop: però qui si
    > parlava di mercato embedded se ho capito bene, e
    > soprattutto, di una azienda hw che ci investe su.
    >
    > Voglio dire, se panasonic investe su PippoOS, si
    > presume che lo faccia girare per l'hw Panasonic,
    > perchè è suo interesse che PippoOS funzioni bene
    > sulla loro ferragliaSorride
    >
    > Tanti qui investono su linux, perchè su bsd nisba?
    >

    il più vasto supporto hardware conta anche in ambito
    embedded, anche qui mica nessuno si fa ethernet,hw audio e video, usb ecc.. tutto in casa...
    cmq bsd è usato soprattutto per le network appliance solo che come hai detto tu puoi usarlo senza dire niente per cui c'è anche il fatto che gli investimenti su bsd non "emergono" molto
    E poi il mondo è bello perchè è vario, bsd resisterà sempre ma comunque come numero di installazioni vedrà quelle linux sempre col binocolo, e questo significa anche essere meno conosciuto e apprezzato...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > ho rpovato openbsd ma ho avuto rogne di
    > > riconoscimento hw (per carità è la filosofia di
    > > bsd)..il kernel di LINUX ATTUALMENTE è quello
    > con
    > > IL PIÙ VASTO supporto kardware.
    > > credo sia tutto li.
    > > (non voglio sminuire bsd..assolutamente)
    >
    > Eh, ma stiamo parlando di Panasonic che investe
    > su linux. Lo so che hai ragione, e infatti bsd
    > non è proprio adatta per il desktop: però qui si
    > parlava di mercato embedded se ho capito bene, e
    > soprattutto, di una azienda hw che ci investe su.
    >
    > Voglio dire, se panasonic investe su PippoOS, si
    > presume che lo faccia girare per l'hw Panasonic,
    > perchè è suo interesse che PippoOS funzioni bene
    > sulla loro ferragliaSorride
    >
    > Tanti qui investono su linux, perchè su bsd nisba?
    >


    Oltre al fatto che in ambito embedded oramai linux è uno standard affermato, sostanzialmente è un problema di licenze. Linux su sistemi embedded si è sviluppato perchè la GPL piace di più agli sviluppatori e di conseguenza le aziende la adottano. Se puoi avere 100 sviluppatori che lavorano gratis per te perchè accontentarsi di quei 10 che puoi pagare ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > - Scritto da: Anonimo

    > Se puoi avere 100 sviluppatori che lavorano
    > gratis per te perchè accontentarsi di quei 10
    > che puoi pagare ?

    Mmmm, forse perche i 100 non lavorano a quello che interessa alla tua ditta ??? Perplesso
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Se puoi avere 100 sviluppatori che lavorano
    > > gratis per te perchè accontentarsi di quei 10
    > > che puoi pagare ?
    >
    > Mmmm, forse perche i 100 non lavorano a quello
    > che interessa alla tua ditta ??? Perplesso

    E chi lo dice ? Se "chiudi" il prodotto in una licenza che non piace sono comunque 10 e basta.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Come da oggetto: perchè linux si e bsd no?
    >
    > Eppure bsd è un bel sistema, è open e tra l'altro
    > lo puoi utilizzare anche in sistemi proprietari.
    >
    > Come mai nessuno ci investe qualche "doblone"?
    >
    > Linux è bellino, ma sarà vero che è diventata
    > anche un pò una moda?

    la sparo ma penso che magari e' che come latenze e come struttura generale del kernel linux e' piu' efficiente.
    non+autenticato
  • > la sparo ma penso che magari e' che come latenze
    > e come struttura generale del kernel linux e'
    > piu' efficiente.

    L'hai sparata davvero grossaA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > L'hai sparata davvero grossaA bocca aperta

    Enorme!Deluso

  • - Scritto da: The_Stinger
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > L'hai sparata davvero grossaA bocca aperta
    >
    > Enorme!Deluso

    E invece è vero, il kernel di Linux ha patch per più applicazioni su più CPU.

    Quello BSD è stato toccato pochissimo ed il suo utilizzo è stato pensato ed è rimasto come server di servizi di rete.

    non+autenticato