ADSL senza voce alla resa dei conti

Il Garante contatta gli operatori e intima l'alt a Telecom: aveva iniziato a ritoccare le tariffe. Braccio di ferro tra incumbent ed operatori. I prossimi saranno i giorni della verità, per utenti e provider. Il quadro

ADSL senza voce alla resa dei contiRoma - Il limbo delle ADSL senza linea voce si sta sciogliendo come nebbia, rivelando i contorni di una novità: il Garante TLC è sceso in campo, ha bloccato la proposta di Telecom Italia e, la settimana scorsa, ha chiesto il punto di vista degli altri operatori. Poi convocherà le parti e deciderà se e in che misura accettare la proposta di Telecom, che, come sanno i lettori di Punto Informatico, quest'estate ha voluto introdurre un canone aggiuntivo all'ingrosso per le ADSL attivate a utenti sprovvisti di linea telefonica.

La novità affiora ora sotto forma di un fax inviato dal Garante per conoscere appunto i pareri dei provider, i quali attendevano da circa tre mesi che il Garante si pronunciasse e spezzasse il periodo di incertezza che attanaglia fornitori e utenti. Se la proposta di Telecom passasse così com'è, infatti, le ADSL senza voce perderebbero di colpo gran parte del loro fascino. Subirebbero un rincaro di una decina di euro al mese. Si noti che Telecom vorrebbe applicare la novità anche alle ADSL già attive.

La situazione stava precipitando. Alcuni provider, prevedendo il peggio, avevano già aumentato i prezzi delle proprie ADSL senza voce. "Telecom Italia - racconta a Punto Informatico Luca Spada, amministratore delegato di NGI - aveva infatti contattato noi e altri provider, nelle scorse settimane, dicendoci che ci avrebbe presto inviato una fattura che teneva conto dei nuovi prezzi delle ADSL senza linea voce. Noi abbiamo risposto protestando e facendo notare che il Garante non si era ancora espresso in merito...". Telecom Italia si sarebbe già messa in moto, insomma, per battere cassa.
"Ha disdettato tutti i contratti all'ingrosso che erano in scadenza, con i provider", spiega Paolo Nuti, vicepresidente operativo di AIIP, l'associazione dei principali provider italiani. "Ha presentato loro quindi nuovi contratti, dove mancava la clausola relativa alle ADSL senza linea voce, la quale era invece presente nei vecchi contratti. Alcuni hanno firmato, altri si sono rifiutati".

La contesa delle ADSL senza linea voce ha portato quindi a una situazione critica che mai si era vista in Italia: addirittura alcuni provider hanno scelto per protesta di restare, per un po', senza contratto con Telecom Italia. Non è dato conoscerne i nomi (gli interessati si guardano bene dal confessarlo); parrebbe però che per adesso questa mossa di protesta resti senza conseguenze, poiché le parti attendono che il Garante si pronunci. Non c'è stata infatti notizia, in questi giorni, di provider che hanno interrotto i servizi; e chi è senza contratto con Telecom non dovrebbe essere in grado di erogarli.
TAG: adsl
112 Commenti alla Notizia ADSL senza voce alla resa dei conti
Ordina
  • cari signori, tutto quello che riguarda telecom e i suoi canoni da strozzo è legato al sig. Tronchetti e ai suoi immensi debiti....il garante è una figura politica perchè è nominato dalla politica e il sig. Tronchetti, che è proprietario di telecom con appena l' 1% delle azioni che non ha nemmeno pagato perchè le ha prese a debito con le banche (io ho più azioni telecom di lui...), farà pagare i suoi debiti a noi con il benestare della politica (cioè del garante). E tutti vissero infelici e scontenti...
    Marco.
    non+autenticato
  • Complimenti Telecom! Arrabbiato    Arrabbiato
    Ciao , ciao Voip ! Lo sapevo che prima o poi Telecom ci avrebbe messo lo zampino!

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Complimenti Telecom! Arrabbiato    Arrabbiato
    > Ciao , ciao Voip ! Lo sapevo che prima o poi
    > Telecom ci avrebbe messo lo zampino!
    >
    E che credevi che si lasciava scappare la mangiatoia? A bocca aperta
  • salve a tutti...
    vorrei farvi notare una cosa...

    la telecoz dichiara che il nostro Paese (l'Italia) è coperta dall'adsl al xx% (dannazione! non trovo più il dato...cmq sparavano cifre molto alte...)

    MA

    in realtà conteggiano anche quei poveri sfigati a cui hanno propino (l'inutile) adsl via satellite!

    un mio amico l'ha attivata, poichè da noi non arrivano le linee...fino a prima se si inseriva il suo num di telefono
    (su 'verifica copertura di aliceadsl.it) compariva la famigerata pagina con:

    "Siamo spiacenti, ma il numero telefonico inserito non è in una zona in cui il servizio ADSL è disponibile[...]" In lacrime

    mentre ora risulta coperto (il che è falso, visto che abito a 50m e da me da ancora la pagina di cui sopra) !

    :@:@:@

    in sostanza credo proprio che tutte le loro statistiche siano fasulle come una banconota da 6?...Triste

    shdx
    non+autenticato
  • scusa ma hai scoperto l'acqua calda...Imbarazzato
    non+autenticato
  • Ragazzi avete anche voi problemi diffusi in navigazione su certi siti e su altri no??? Sembra ci siano dei problemi su vari network, boh non capisco!!!Perplesso
    non+autenticato

  • Questo è un chiaro esempio di come corruzione politica di sinistra prima e di destra ora, sono la vera causa dei mali dell'Italia.

    La prima colpa è di chi ha permesso ad un'imprenditore senza scrupoli di divenire proprietario di qualcosa appartenente a tutti gli italiani (il rame delle linee telefoniche fino ad allora posato) e fargli gettare il debito di questo acquisto sulla società stessa.

    La seconda colpa è di chi continua a consolidare la condizione di monopolio in cui versa questa azienda con politiche protettive nei suoi confronti e castranti di tutte quelle tecnologie che potrebbero limitarne l'ingerenza (vedi WiFi, VoIP e ADSL con o senza linea voce).

    A questo aggiungiamoci un TAR, quello del Lazio che se non è corrotto, certamente è asservito a poteri forti che gli dicono come deve agire in materia di sanzioni e/o di indulgenza.

    Il caso Telecom dimostra come in Italia sia in pericolo la democrazia e di come non ci si possa fidare di nessuna coalizione di governo sia di destra che di sinistra, e neppure degli organi di giustizia, in una corruzione dilagante, o che non è mai stata debellata... Anzi si rafforza e riesce a creare (attraverso certi poteri mediatici controllati) una condizione in cui far percepire al cittadino questo andazzo come la "normalità".

    __
    Mr. Mechano
  • hai detto cose vere, sei una persona coraggiosa in questo paese che sta diventanto come e peggio dell'Argentina.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > hai detto cose vere, sei una persona coraggiosa
    > in questo paese che sta diventanto come e peggio
    > dell'Argentina.

    Dove vedi il "coraggio"?
    Sai che ci vuole a lanciare un sasso e nascondere la mano! Le persone coraggiose sono quelle che hanno nome e cognome e non hanno paura di parlare a viso scoperto.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Dove vedi il "coraggio"?
    > Sai che ci vuole a lanciare un sasso e nascondere
    > la mano! Le persone coraggiose sono quelle che
    > hanno nome e cognome e non hanno paura di parlare
    > a viso scoperto.

    Intanto sono un utente registrato, i miei IP vengono loggati e quindi i diretti interessati potrebbero richiedere a P.I. dati atti ad identificarmi.

    Io mi prodigo ogni volta che incontro persone che ne parlano bene o bestemmiano contro Telecom di spiegare quali trucchi e intrallazzi questa usi sia a livello politico che commerciale per mantenere una condizione di monopolio.

    Voi cosa fate per farlo capire alla gente che è meglio evitare i suoi prodotti per quanto possibile?

    --
    Mr. Mechano

  • - Scritto da: Mechano
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Dove vedi il "coraggio"?
    > > Sai che ci vuole a lanciare un sasso e
    > nascondere
    > > la mano! Le persone coraggiose sono quelle che
    > > hanno nome e cognome e non hanno paura di
    > parlare
    > > a viso scoperto.
    >
    > Intanto sono un utente registrato, i miei IP
    > vengono loggati e quindi i diretti interessati
    > potrebbero richiedere a P.I. dati atti ad
    > identificarmi.
    >
    > Io mi prodigo ogni volta che incontro persone che
    > ne parlano bene o bestemmiano contro Telecom di
    > spiegare quali trucchi e intrallazzi questa usi
    > sia a livello politico che commerciale per
    > mantenere una condizione di monopolio.
    >
    > Voi cosa fate per farlo capire alla gente che è
    > meglio evitare i suoi prodotti per quanto
    > possibile?
    >
    > --
    > Mr. Mechano

    Parti all'attacco senza aver capito, complimenti.

    Non è una critica al tuo post, col cui contenuto sono tra l'altro daccordo, ma una critica a chi ti giudica coraggioso.

    Ed è inutile che ogni volta che vi si fa quest'accusa dite "ci sono i tabulati, gli ip...", i "coraggiosi" sono quelli che invece di nascondersi dietro un nickname e ad un ip fanno conoscere le proprie OPINIONI con nome e cognome. Quello è coraggio, mettersi in gioco per le proprie idee.
    Che me ne frega dell'ip e dei tabulati, mica sono la Polizia!
    ps: non è una critica all'anonimato, ma anonimato e coraggio non vanno daccordo.

    Dalla tua risposta però denoto che ti senti un leone, quindi perchè non associare le tue idee alla tua reale identità? Paura,eh? (cit.)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Dove vedi il "coraggio"?
    > Sai che ci vuole a lanciare un sasso e nascondere
    > la mano! Le persone coraggiose sono quelle che
    > hanno nome e cognome e non hanno paura di parlare
    > a viso scoperto.

    A parte la coerenza non mutua ( tu scrivi medesimo da anonimo ) che quindi delegittima quello che hai risposto nella sostanza, il coraggio è quello di dire cose scomode indipendentemente da chi le dice e da quando e come vengano dette.
    non+autenticato
  • Il qualunquismo non è mai coraggio...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Il qualunquismo non è mai coraggio...

    Anche se hai scritto una sola frase peraltro molto semplice, ti quoto in pieno.
    Il solo fatto di sparare a zero verso tutto e tutti quelli che ci sono e ci sono stati non è un atto di coraggio.
    Anche Beppe Grillo, noto comico/critico non asservito ad alcun potere si sognerebbe mai di dire che fa tutto schifo, che tutti sono sporchi egualmente.

    Il qualunquismo è quel male ocsuro che permette il proliferarsi del menefreghismo che ti fa dire "Ma si, votiamolo, tanto SONO TUTTI UGUALI!".
    Nulla è più sbagliato: colui che ha iniziato il thread dovrebbe rivolgere la sua critica in modo più conscio e, appunto, CRITICO, senza farsi prendere dalla disillusione tipica degli ignoranti.

    Grazie

  • - Scritto da: Birzio

    > Il qualunquismo è quel male ocsuro che permette
    > il proliferarsi del menefreghismo che ti fa dire
    > "Ma si, votiamolo, tanto SONO TUTTI UGUALI!".
    > Nulla è più sbagliato: colui che ha iniziato il
    > thread dovrebbe rivolgere la sua critica in modo
    > più conscio e, appunto, CRITICO, senza farsi
    > prendere dalla disillusione tipica degli
    > ignoranti.


    Quando si parla di politica io sono il primo ad affermare che non bisogna votare il partito, il colore, il simbolo.
    Ma bisogna dedicare un pò di tempo alla ricerca del candidato valido e giudicarlo dal suo impegno e dalle sue opere.
    Pure Fantozzi era della stessa idea, quando diceva a Pina di non disturbarlo mentre sceglieva il candidato i deale, prima delle allucinazioni audio-visive... Sorride

    Io ho selezionato i miei candidati in base alle loro conoscenze delle cose della rete, delle tecnologie, della modernità e della vita odierna. Uno di questi è il Sen. Fiorello Cortiana.
    Poi ce ne sono altri ai quali ho dato il mio voto perchè oltre che competenza mi hanno dimostrato di non essere dei "cambia bandiera". Ma individui che hanno lottato fino in fondo per ciò in cui credevano, giusto o sbagliato che fosse.

    Tu che preferenze hai?

    Puoi rispondermi che a me non me ne dovrebbe importare. Una cosa strana dato che in molti altri paesi (specie quelli anglosassoni) la gente non si vergogna affatto di manifestare le sue preferenze politiche.

    __
    Mr. Mechano
  • Ciao Mechano,

    innanzitutto una affermazione: ti leggo spesso in questo forum e non senza elogi spesso e volentieri. Però non ti definirei coraggioso, per il fatto che non ci vuole coraggio ad esprimere una opinione su un forum su Internet, in un paese "quasi" libero come l'Italia.

    Leggo che dichiari di scegliere le persone e non i partiti od i colori: be', mi permetto di non essere assolutamente d'accordo su questo. E' da qui infatti che nasce il qualunquismo.
    Nel nostro mondo, come in tutti i paesi democratici, il popolo sceglie i propri rappresentanti, i quali si coalizzano in gruppi (partiti), i quali governano il Paese, cercando di far corrispondere le loro idee con i bisogni di TUTTI i cittadini.

    Ovviamente ciò non è possibile se non idealmente, ma un buon politico (e ce ne sono finanche in Italia) si ispira a questa teoria per cercare di essere il più equo possibile: si chiama Democrazia.

    Una sola persona, per quanto giusta e corretta, non può portare avanti le idee di tutti se non facendosi affiancare da decine di suoi colleghi/compagni della stessa coalizione.

    Taglio corto: i singoli sono importantissimi in quanto facenti parte della coalizione che andràa governare.
    Votare non tenendo in alcun conto gli scheramenti politici porta a situazioni pericolosi (leggi: volti vuoti piazzati lì solo per raccogliere voti...ricorda qualcosa? Occhiolino ).

    Questo non vuole essere un attacco al "tuo candidato". Guardando il suo curriculum sul sito web, sembra valido anche a me...tanto più che non sono distante nemmeno dalla sua parte politica.

    Alle prossime

  • - Scritto da: Birzio

    > volentieri. Però non ti definirei coraggioso, per
    > il fatto che non ci vuole coraggio ad esprimere
    > una opinione su un forum su Internet, in un paese
    > "quasi" libero come l'Italia.

    Neppure io mi reputo coraggioso.
    Ma da qualche parte si dovrà pur cominciare.
    Affittare una pagina di giornale è impossibile, oltre che anti-economico.
    Nella mia piccola comunità di amici e conoscenti faccio già del mio meglio.
    In un forum raggiungi tanta più gente. E farcisi un nome e difendere delle idee con convinzione infondono fiducia.
    A questo punto il lavoro di propaganda pro cose buone e contro cose cattive viene spontaneo.

    > essere assolutamente d'accordo su questo. E' da
    > qui infatti che nasce il qualunquismo.
    > Nel nostro mondo, come in tutti i paesi
    > democratici, il popolo sceglie i propri
    > rappresentanti, i quali si coalizzano in gruppi
    > (partiti), i quali governano il Paese, cercando
    > di far corrispondere le loro idee con i bisogni
    > di TUTTI i cittadini.

    Io vivo nella speranza della creazione di una Timocrazia in cui alla fine restino e vadano avanti solo gli individui validi e meritevoli.

    Come si fa ad eliminare la fuffa che c'è in un partito mischiata agli uomini di valore? C'è un modo a parte quello di non votarli? Eè mai possibile che individui come De Michelis, Pomicino, Martelli, Gasparri, ecc. Siano ancora li e non ci sia verso di schiodarli?

    __
    Mr. Mechano
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 16 discussioni)