E-mail, arriva l'uovo di... Columba

Il nuovo client gratuito e open source si rivolge al vasto pubblico e tenta di farsi strada tra le alternative ad Outlook Express. Scritto in Java, il programma gira su tutte le principali piattaforme

Roma - Di programmi per la posta elettronica è pieno il mondo, tuttavia non sono poi molti quelli che riescono a coniugare nel giusto mix gli ingredienti necessari a soddisfare la maggior parte degli utenti. Se a questa selezione aggiungiamo poi il filtro "gratuiti" e "multipiattaforma", i nomi rimasti si possono contare sulle dita di una mano.

A tentare l'ingresso in questa cerchia di pochi eletti, nella quale molti comprendono il giovane Mozilla Thunderbird, è Columba, un'applicazione che dopo tre lunghi anni di sviluppo è appena giunta alla versione 1.0. Il software si distingue dai suoi colleghi più blasonati per essere stato scritto interamente in Java: se questo da un lato potrebbe penalizzarne l'agilità, dall'altro fa sì che il software giri fin dalla sua nascita su tutte le piattaforme che supportano Java 1.4, tra cui Windows, Linux e Mac OS X.

Per molti sviluppatori Java è spesso sinonimo di "lento e pesante", ma gli autori di Columba assicurano che la propria creatura dispone di un'interfaccia utente snella e particolarmente reattiva: questo anche grazie ad un uso massiccio del multi-threading e all'adozione di un'architettura modulare. Sulla falsariga di altre recenti applicazioni open source, quali Firefox e il già citato Thunderbird, Columba fornisce all'utente un insieme base di funzionalità che può essere espanso per mezzo di plug-in.
Il neonato client integra già un tool anti-spam, che gli sviluppatori hanno rilasciato anche come componente autonomo con il nome di Macchiato, supporta le funzionalità crittografiche di GnuPG e i protocolli di sicurezza SSL e TLS. Con Columba è possibile gestire un numero illimitato di account e identità, filtrare i messaggi in arrivo in base a svariati attributi e creare delle speciali cartelle, chiamate VFolder, dove salvare le proprie ricerche e riutilizzarle in seguito. È interessante notare come il programma indicizzi in backgroud l'intero testo dei messaggi: una caratteristica che, secondo gli sviluppatori, velocizza sensibilmente le ricerche e l'applicazione dei filtri.

Columba verrà recensito più approfonditamente in uno dei prossimi aggiornamenti di PI Download, la popolare rubrica di Punto Informatico dedicata al software che già ospita la scheda di altri noti client e-mail gratuiti come Thunderbird, FoxMail, Pegasus Mail e Opera (che pur essendo un browser integra un completo programma per la posta elettronica).

Va ricordato come anche il noto Evolution, "clone" open source di MS Outlook, in futuro dovrebbe sbarcare sulla piattaforma Windows.

Columba, che senza Java "pesa" all'incirca 7-8 MB, può essere scaricato da qui nella versione binaria e sorgente (con licenza Mozilla Public): purtroppo al momento non è ancora disponibile la localizzazione italiana.
49 Commenti alla Notizia E-mail, arriva l'uovo di... Columba
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)