Un NEC che si nasconde dietro un RAzR

Capita proprio questo: la corsa verso le microdimensioni e la leggerezza dei telefonini sta dando i suoi frutti

Tokyo - Sempre più sottili, di questo passo i nuovi cellulari troveranno posto nel portafoglio insieme alle carte di credito. E, viste le sempre maggiori possibilità di utilizzare i telefonini come "wallet elettronici", ne prenderanno forse presto il posto. A questo probabilmente sta pensando NEC, uno dei maggiori produttori del Mondo.

L'azienda ha infatti recentemente annunciato l'arrivo del modello e949, un telefonino cellulare indicato come il telefonino pieghevole più sottile del mondo, ma che lo spessore di 11,9 mm rende in realtà più voluminoso del VK2000 di VK Mobile. Che però non è pieghevole.

Il nuovo NECIn uno spazio comunque limitato, più o meno pari ad una batteria AA (la classica e diffusissima "stilo"), NEC assicura che il terminale (GSM/GPRS) può comunque vantare funzionalità di tutto rispetto come la fotocamera da 1,3 megapixel, un display a colori da quasi due pollici e un lettore musicale.
Alla presentazione sul mercato asiatico seguirà il lancio commerciale in Europa e Australia.

Il telefono ultrasottile di NEC è solo l'ultima eco di un "fenomeno" a cui Motorola ha dato l'abbrivio con il suo RAZR V3, imitato da un numero crescente di competitor.

DB