ZENworks 7 gestisce Windows da Linux

Novell ha reso disponibile la nuova versione della propria suite di management in grado di girare su Linux e gestire reti di computer eterogenee, anche con Windows

Roma - Novell ha aggiornato la propria applicazione per la gestione centralizzata dei computer aziendali, ZENworks, con il rilascio di una nuova versione 7 che si allinea ai più recenti standard legislativi e promette una migliore sicurezza.

ZENworks permette alle aziende di gestire le loro postazioni di lavoro Windows da una piattaforma Linux e fornisce un insieme di strumenti integrati che automatizzano i processi di gestione di computer desktop, portatili, server e palmari. Al cuore della suite c'è la Policy-Driven Automation, che permette di gestire le policy di amministrazione dei sistemi e le risorse basate sulle identità degli utenti e delle periferiche.

"La possibilità di gestire le postazioni di lavoro Windows da un server Linux consente ai clienti di aumentare la flessibilità, la potenza, la sicurezza e la scalabilità di Linux e fornisce alle aziende un'efficace ed efficiente alternativa per gestire i sistemi da un server Windows", ha affermato Novell. "Le funzionalità di gestione del ciclo di vita per Linux permettono alle aziende di implementare e gestire velocemente Linux nei loro ambienti IT, riducendo il TCO legato alle attività IT".
La nuova versione del software di gestione di Novell aggiunge funzionalità per la creazione di immagini di sistema, la protezione delle configurazioni dall'intervento di utenti non autorizzati, e nuovi strumenti per la gestione dei sistemi remoti (via Internet), del magazzino e del software.

Oltre a ZENworks 7 Linux Management e alla gestione dei desktop Windows da un server Linux, ZENworks 7 include anche il supporto a Novell Open Enterprise Server e migliorie per i prodotti desktop, server e palmari.
TAG: linux
11 Commenti alla Notizia ZENworks 7 gestisce Windows da Linux
Ordina
  • Se il nuovo ZENWorks assomiglia al vecchio, per sfruttarne le funzionalità occorre che i client si aggancino a una rete Netware, con tutto ciò che si porta dietro.

    Significa, nella maggior parte dei casi, installarsi una infrastruttura NDS/Netware dove è già quasi certamente presente una infrastruttura Active Directory. In realtà molti clienti stanno facendo il percorso inverso consolidandosi sulla infrastruttura Active Directory e abbandonando Netware.

    Anche se fosse vero che si riduce il TCO gestendo la rete Windows da Linux (cosa in realtà falsa secondo gli analisti ma anche il buon senso dice che se ho una intera rete Windows il TCO della macchina di gestione è ininfluente nel computo totale) la soluzione proposta da Novell si porta inevitabilmente dietro tutti i costi di una implementazione di una doppia infrastruttura.

    Questo significa che sempre di più i nuovi prodotti Novell sono indirizzati alla fidelizzazione dei già pochi nostalgici rimasti. IDC nel 2003 contava in 2.000.000 i server Novell rimasti al mondo e prevedeva che sarebbero scesi a 1.600.000 entro il 2005. Non ho i dati aggiornati, ma una previsione di calo del 20% in due anni è comunque indicativa.
    non+autenticato
  • Non penso sia + così, anche perchè lentamente anche novell sta abbandonando netware, o meglio sta integrando alcune delle sue tecnologie su Linux, dunque sarebbe veramente assurdo dover tirar su una infrastruttura parallela ad AD per poter gestire anche le macchine windows
  • Zenworks, gia dalla versione precedente poteva funzionare senza Netware.

    non+autenticato
  • E anche senza NDS?
    non+autenticato
  • Ma invece di sparare a vanvera come troll, perchè non vi informate prima di dire emerite minchiate??
  • io, col mio modestissimo desktop del 1999 e mandrake 10.0 usando rdesktop, vnc, telnet e ssh faccio lo stesso A bocca aperta
    non+autenticato
  • E gestisci anche il patching e la sw distribution per una rete miglialia di client windows e/o linux come può fare Zenworks?
    .....
  • a quanto sembra novell imbocca strade interessanti, ma quel che crea rimarra' open o sara' un altro programma che rimarra' confinato in una sola versione linux?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > a quanto sembra novell imbocca strade
    > interessanti, ma quel che crea rimarra' open o
    > sara' un altro programma che rimarra' confinato
    > in una sola versione linux?

    Novell è una azienda che storicamente è sempre stata poco collaborativa e poco aperta.

    ZENworks è un ambiente che probabilmente interesserà solamente quelle aziende (poche oramai) che sono ancora clienti Novell.

    Penso che tutto ciò non sia interessante ne per Windows nè per Linux.

    non+autenticato

  • > ZENworks è un ambiente che probabilmente
    > interesserà solamente quelle aziende (poche
    > oramai) che sono ancora clienti Novell.
    >
    > Penso che tutto ciò non sia interessante ne per
    > Windows nè per Linux.

    e' interesante per windows, per cominciare xke' chiunque abbia win98, non lo deve buttare per mettere winxp a priori visti i casini di M$, ma si attacca ad un server Netware e tanti saluti

    e'interessante xke' supporta ogni applicaizone e non solo quelle m$,

    e' interessante xke' su linux poi invece del casino attuale c'e' una GESTIONE, che da niente a GESTIRE ne passa molto

    quello che e' stupido che almeno 6 anni di prodotto non ha avuto marketing.....



    .....Ma quando mai e' stato open.....

    non+autenticato
  • Chiunque abbia Windows 98 in un ambiente aziendale è un pazzo o un demente, senza offesa.
    Quanto alla gestione centralizzata in ambiente Windows da 2000 server in poi è capillare e permette di gestire veramente qualunque cosa, se poi tu non l'hai mai usata, questo è un altro paio di maniche....
    non+autenticato