Kurzweil: evviva! Saremo Borg

L'ultimo libro dell'inventore e miliardario americano non lascia adito a dubbi. Entro 40 anni la razza umana cambierà, si vivrà molto più a lungo e si salperà alla conquista dell'Universo. Lui dice che non è una sceneggiatura

Roma - Si intitola The Singularity Is Near: When Humans Transcend Biology l'ultima fatica di Ray Kurzweil, inventore di fama, scienziato e guru dell'hi-tech, un'opera nella quale Kurzweil si addentra nel futuro di una umanità che nei prossimi decenni cambierà radicalmente, a suo parere, innestando nelle proprie carni un contenuto sempre maggiore di tecnologia.

Riprendendo concetti che aveva espresso lo scorso anno e sviluppandone le conseguenze, Kurzweil si sente pronto a immaginare una sorta di futuro borg, per dirla con Star Trek, un futuro nel quale l'umanità vivrà assai più a lungo di oggi, in cui avrà abbattuto gran parte delle malattie che oggi l'affliggono e si sarà dotata di nanosonde che, innestate nell'organismo, saranno in grado di riparare i tessuti e aumentare considerevolmente l'efficienza del cervello. Un futuro nel quale non si dovranno più uccidere animali per mangiarne la carne perché si potrà clonare in apposite "fabbriche".

Tutto questo non accadrà nel prossimo secolo: Kurzweil è il teorizzatore dell'accelerazione progressiva della tecnologia ed è dunque convinto che basteranno 40 anni perché queste novità inizino a delineare una nuova umanità.
"Si tratta di un periodo nel futuro - si legge nel libro - durante il quale il ritmo dei cambiamenti tecnologici sarà talmente rapido, e avrà un impatto così profondo, che la vita umana ne uscirà trasformata in modo irreversibile". E, dietro l'angolo, ci sarà la spinta verso l'Universo, nuova "terra di conquista".

E' interessante notare come, secondo Kurzweil, a rendere tutto questo possibile siano e saranno tre settori della ricerca, ovvero nanotecnologia, robotica e genetica, che sono proprio quei tre ambiti sui quali qualche anno fa un altro grande della tecnologia, Bill Joy, si è sentito in dovere di attirare l'attenzione dell'umanità. Non è dunque un caso che proprio Kurzweil già allora abbia voluto rispondere a Joy sostenendo la "bontà" della razza umana. Questioni che sanno molto di fantascienza e persino di misticismo ma che secondo Kurzweil, come si può leggere sul suo sito dedicato all'intelligenza artificiale, di "fantastico" hanno ben poco.

Come nel suo stile, il nuovo libro appena presentato è già dotato di un sito web, dedicato a chi vuole immergersi nel mondo delle possibilità.
TAG: ricerca
80 Commenti alla Notizia Kurzweil: evviva! Saremo Borg
Ordina
  • Iniziamo a dar da mangiare a chi non ne ha, questi sono sogni ancora da folli, la gente vorrebbe cose normali, magari la speranza di una pensione decente, per non fare la fame dopo una vita di lavoro.
    Francesco
    non+autenticato

  • Anche oggi ci sono tecnologie meravigliose che cambiano la vita.... solo che spesso la cambiano solo ai ricchi.

    Come diceva H.Ford:
    C'è vero progresso quando i benefici derivanti da una tecnologia sono accessibili a tutti

    Hai un tumore? Se paghi guarisci.
    Hai perso un braccio? Se hai soldi te ne mettiamo uno nuovo fiammante.
    Hai un male misterioso? Paga, così vedrai che scopriamo cosa hai.

    Io aggiungerei che ci sarà vero progresso quando anche noi ci evolveremo fisicamente e moralmente.
    non+autenticato

  • >
    > Come diceva H.Ford:
    > C'è vero progresso quando i benefici
    > derivanti da una tecnologia sono accessibili a
    > tutti

    60 anni fa un auto era un lusso, ora un auto l'hanno in pochi (in genere in casa si hanno almeno 2 auto e più).

    > Hai un tumore? Se paghi guarisci.
    > Hai perso un braccio? Se hai soldi te ne mettiamo
    > uno nuovo fiammante.
    > Hai un male misterioso? Paga, così vedrai che
    > scopriamo cosa hai.

    anche adesso e' cosi in molti casi, prova a fare un esame (possono passare mesi..... oppure clinica privata)

    non+autenticato
  • - Scritto da: Prozac2000
    >
    > Anche oggi ci sono tecnologie meravigliose che
    > cambiano la vita.... solo che spesso la cambiano
    > solo ai ricchi.
    >
    > Come diceva H.Ford:
    > C'è vero progresso quando i benefici
    > derivanti da una tecnologia sono accessibili a
    > tutti

    >
    > Hai un tumore? Se paghi guarisci.
    > Hai perso un braccio? Se hai soldi te ne mettiamo
    > uno nuovo fiammante.
    > Hai un male misterioso? Paga, così vedrai che
    > scopriamo cosa hai.
    >
    > Io aggiungerei che ci sarà vero progresso quando
    > anche noi ci evolveremo fisicamente e moralmente.


    hai colto il segno. Il cuore del ragionamento transumanista è il seguente:

    un giorno riusciremo a scoprire una tecnologia che ci permetterà di potenziare la nostra mente. Potenziandola potremo scoprire altra tecnologia, e altra tecnologia potrà accelerare ulteriormente la nostra capacità di ricerca. Il tutto quindi farebbe subire un'accelerazione esponenziale, e quindi viene chiamata singolarità in quanto nulla si può dire sul "dopo" quest'evento (si possono solo fare un sacco di seghe mentali, che poi sono anche molto suggestive).

    il problema di questo ragionamento è: quando scopriranno a scoprire ciò, lo diranno in giro o lo sfrutteranno di nascosto? sempre che già non lo stiano facendo (brrr, sto per diventare un sostenitore delle teorie paraoidi-complottistiche...! Fantasma ). Se io posso diventare ultraintelligente (al di là del fatto che prima dovrei pensare a diventare intelligente e basta), perché mai dovrei dirvi a voi del forum di PI come si fa? Chemmefrega? Non è più divertente sfruttarvi in quanto stupidi?

    Che poi in fondo non è nient'altro che la proiezione nel futuro di ciò che accade adesso con le tecnologie attuali: ingegneria genetica avanzatissima sfruttata non per estinguere la fame rendendo i raccolti più proficui, ma per instaurare un regime di copyright sulle semenze; medicina avanzatissima ma incapacità di debellare la malaria nelle zone arretrate dell'africa.

    Ci sono dei posti dove si ammazzano a colpi di machete perché non hanno soldi per le armi da fuoco, e mi vengono a parlare dello splendido futuro dove saremo (saranno, v'o dico io....) borg? Ma andassero a caccare!

    ==================================
    Modificato dall'autore il 28/09/2005 6.08.29
  • Tutto ciò suppone una relazione diretta tra il potenziale tecnologico e il suo reale sfruttamento finalizzato a migliorare la qualità della vita umana.

    Avete sotto mano qualche esempio a conferma di questa supposizione? Abbiamo tecnologie incredibili e milioni di persone che crepano di fame e di sete.
    Città intere che sopravvivono nelle baraccopoli.
    Persone così disumane che se qualcuno di noi occidentali li vedesse vivere non potrebbe riconoscerli nella nostra stessa specie. E' gente che è abituata a sopravvivere in ambienti così ostili da sopportare le sostanze più venefiche con tranquillità, tanto per dirne una.

    Non è certo tecnologica la rivoluzione di cui abbiamo prioritariamente bisogno.

  • - Scritto da: avvelenato
    >
    > Non è certo tecnologica la rivoluzione di cui
    > abbiamo prioritariamente bisogno.

    Che dire, da incorniciare assolutamente.
  • > > Non è certo tecnologica la rivoluzione di cui
    > > abbiamo prioritariamente bisogno.
    >
    > Che dire, da incorniciare assolutamente.

    E invece, ANCHE di molta tecnologia abbiamo bisogno.
    Tutte le mutazioni sociali della storia dell'uomo sono state iniziate e spinte dalle scoperte e dalle innovazioni.

    Le chiacchiere e le guerre non hanno mai dato impulso nuovo alla società.

    La tecnologia non è solo creazione di nuovi oggetti, ma più che altro di una nuova società.
    non+autenticato
  • > Tutte le mutazioni sociali della storia dell'uomo
    > sono state iniziate e spinte dalle scoperte e
    > dalle innovazioni.
    >
    > Le chiacchiere e le guerre non hanno mai dato
    > impulso nuovo alla società.

    Tu non hai mai aperto un libro di storia vero?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > > Non è certo tecnologica la rivoluzione di cui
    > > > abbiamo prioritariamente bisogno.
    > >
    > > Che dire, da incorniciare assolutamente.
    >
    > E invece, ANCHE di molta tecnologia abbiamo
    > bisogno.
    > Tutte le mutazioni sociali della storia dell'uomo
    > sono state iniziate e spinte dalle scoperte e
    > dalle innovazioni.
    >
    > Le chiacchiere e le guerre non hanno mai dato
    > impulso nuovo alla società.
    >
    > La tecnologia non è solo creazione di nuovi
    > oggetti, ma più che altro di una nuova società.


    confondi causa con effetti. Le tecnologie sono state la Risposta, non la causa, e solo in un caso questa risposta ha innescato un circolo virtuoso (parlo ovviamente della rivoluzione industriale)
  • ecco di cosa sta parlando il sig. Kurz.
    Se potessi gli consiglierei di costruire delle nanosonde che ricostruiscano il funzionamento di cervelli danneggiati come il suo - allora forse la sua idea avrebbe senso e forse finiremmo di sentire tcno-idiozie come queste.
    non+autenticato
  • ... fino ad un certo punto.

    Ho presente i suoi prodotti.

    Per esempio il K2000R suonava in modo fantastico, e se vogliamo ancora unico, per certi versi.
    Per cambiare le pile della memoria tampone pero' bisognava smontarlo dal rack e scuoterlo vigorosamente (imprecando)Occhiolino
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 15 discussioni)