Il Calcio Digitale Terrestre

Lottomatica annuncia l'attivazione di una capillare rete di rivendita delle tessere che consentono agli utenti del DTT di comprare accessi alle partite di calcio. Come contribuenti già finanziano il DTT

Roma - Mentre il Governo si appresta ad inserire nuovi stanziamenti nella prossima Finanziaria dedicati alla televisione digitale terrestre e in particolare all'acquisto dei decoder per la sua ricezione nelle case, il DTT torna al centro delle strategie di una grossa società: Lottomatica Italia Servizi (LIS).

L'azienda ha infatti diramato ieri un comunicato stampa in cui racconta come "l'intera offerta relativa al digitale terrestre" sia arrivata nei "PUNTOLIS" e, in particolare, "in collaborazione con la Federazione Italiana Tabaccai (FIT)" gli utenti possano ora ricaricare le tessere "Mediaset Premium" e "La7 Cartapiù" in 30mila punti vendita, dalle tabaccherie, appunto, a ricevitorie, cartolerie, bar e via dicendo.

"Questo network nel suo insieme - spiega il comunicato - rappresenta la più capillare rete italiana per i servizi al cittadino, effettuando, su base annua, oltre 200 milioni di operazioni per un controvalore di oltre 2,4 miliardi di Euro". E tra i servizi al cittadino, dunque, proprio le tessere che in modalità diverse danno accesso alle partite di calcio di numerose squadre del campionato italiano.
Come noto, molti di coloro che compreranno le tessere, in qualità di contribuenti hanno già dato una importante spinta al DTT, perché sono ben 220 milioni gli euro che il Governo italiano ha speso negli ultimi due anni (ma quest'anno si replica) per diffondere il DTT, considerato ufficialmente un elemento chiave per lo sviluppo dei "servizi della Società dell'informazione", come il Calcio Digitale Terrestre, appunto, quello da 30 euro la card.
TAG: dtt
75 Commenti alla Notizia Il Calcio Digitale Terrestre
Ordina
  • 1° per avere il contributo statale bisogna essere in regola con il pagamento del canone Rai, mossa astuta per recuperare una diffusa evasione.
    2° se non ho capito male entro il 2006 le trasmissioni analogiche dovrebbero cessare
    3° il digitale terrestre pur con tutte le sue limitazioni (audio solo stereo, mancato supporto alla HDTV) è comunque un passo in avanti, migliore qualità con aumento del numero di canali teoricamente disponibili (e spero presto praticamente)
    4° Il calcio a pagamento lo trasmette già Sky (in mani straniere), non ci vedo nulla di male ad utilizzarlo (come già lo ha fatto Sky per anni) per spingere la piattaforma digitale terrestre
    5° Visto che la tecnologia ora lo consente, si potrebbe magari eliminare il canone Rai, e sostituirlo con un abbonamento (anche con carta prepagata) per vedere i canali Rai altrimenti criptati, in modo da consentire a chi non desidera vedere la Rai di risparmiare i soldi del canone, magari da reinvestire sul calcio a pagamento!
    6° Il costo attuale dei decoder è fuori linea rispetto al reale valore, sono convinto che nel prossimo futuro verranno commercializzati a prezzi inferiori ai 30? e/o integrati direttamente in TV e DVD recorder a costi solo marginalmente superiore agli attuali (una volta esaurito l'effetto novità)
    7° Fate come me, aspettate a comprare i decoder, le TV al plasma e i DVD recorder, rischiate di pagare a caro prezzo oggetti fra pochi mesi inutili o quasi. (ve lo immaginate un DVD recorder senza sintonizatore?)
    non+autenticato
  • non vedo l'ora che arrivino le elezioni, che vinca il centrosinistra, per poi vedere che succede qui, per vedere tutti quelli che ce l'hanno col nano cosa diranno.
    Comunque anche il vostro ADSL l'ho pagato in parte con le mie tasse.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > http://italy.indymedia.org/news/2005/01/717775_com
    > www.sky4all.tk
    > vedete un po voi...
    E' una ca##ata ed una bufala, il DTT LA7 e MP NON e' stato crackato, ok?
    non+autenticato
  • Ogni volta che leggo di queste iniziative finanziate con i soldi pubblici mi sento derubato!

    Il calcio ormai non e' piu' in grado di autosostenersi economicamente e i governanti (che ben sanno che si tratta del nuovo oppio del popolo) spendono senza ritegno i pochi soldi pubblici rimasti nelle casse dello stato per salvare le societa' sportive dal fallimento, per pagare enormi servizi d'ordine negli stadi e per agevolare la diffusione del digitale terrestre al solo scopo di fornire nuovo oppio al popolo.

    Basta!! Il calcio o si mantiene da solo e si paga da solo tutti i saltati conti che comportano i tifosi violenti, i calciatori strapagati e l'adozione di tecnologie gia' obsolete per distribuire a pagamento le partite in tv.

    Da ragazzo giocavo a pallone, ma ora non mi riconosco piu' in questo calcio, e' un mondo schifoso e chi lo segue a lungo andare si inzozza la mente.

    Per cambiare le cose bisognerebbe fare un'unica cosa: vietare il calcio professionistico!
    Quindi permettere solo lo svolgimento di tornei in cui sono i calciatori a dover pagare l'iscrizione per giocare. Rendere obbligatorio il no-profit per tutte le nuove societa' e sciogliere d'autorita' quelle esistenti.
    non+autenticato
  • completamente d'accordo con te il calcio ormai è una buffonata
    falsi bilanci
    false transazioni
    false partite
    MALATI DI MENTE CHE FANNO A BOTTE PER PERSONE CHE PRENDONO A CALCI UN PALLONE
    UNO SCHIFO TOTALE
    passaggio di conduttori da una rete ad un'altra casualmente proprio quando i diritti passano sempre da una rete all'altra ..

    ripeto CHE SCHIFO
    non+autenticato
  • PERCHE' ---> MIEI <--- SOLDI DEVONOF INIRE A FINANZIARE QUESTA TRUFFA ????

    uffaTriste
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 19 discussioni)