Google si allunga sulla NASA

Insieme lavoreranno ad una serie di tecnologie di nuova concezione: al centro le informazioni e la ricerca aerospaziale, le nanotecnologie e le biotecnologie, il calcolo distribuito e l'ambizione di una generazione di visionari

Mountain View (USA) - Internet, il cosmo e l'infinito: l'instancabile avanzata di Google nel mondo dell'alta tecnologica coinvolge la NASA. Il gigante di Mountain View ha avviato una partnership strategica con l'agenzia spaziale degli Stati Uniti, nella speranza di dare vita ad un polo scientifico d'eccellenza nel cuore della Silicon Valley.

Google costruirà un proprio centro di ricerca nella base aeronautica di Moffett Field: il complesso si estenderà su una superficie di 90mila metri quadri ed al suo interno gli scienziati dello spazio lavoreranno fianco a fianco con gli ingegneri informatici del celebre motore di ricerca. "Questo accordo schiude enormi benefici per la ricerca aerospaziale", dichiara Scott Hubbard, direttore del centro NASA di Ames. "I veri vincitori, in tutto questo, sono proprio i cittadini americani".

I due pesi massimi si impegneranno nella ricerca congiunta di nuove bio-info-nanotecnologie, sostiene Hubbard. Il primissimo progetto congiunto riguarderà il calcolo distribuito, al centro delle attenzioni di entrambe le due organizzazioni. L'obiettivo è di costruire un'infrastruttura per il calcolo elettronico basata su milioni di terminali domestici, unendo la capillarità di Google con le risorse della NASA.
Anche Eric Schmidt, CEO di Google, è convinto che i due giganti condividano "lo stesso desiderio: fornire alla gente un universo di informazioni". E' la nascita di una incredibile superpotenza informatica? Le strutture e gli strumenti a disposizione degli scienziati verranno utilizzati per analizzare l'immensa mole di dati in mano alla NASA: uno sterminato flusso continuo di immagini e rilevamenti provenienti dallo spazio esterno, forniti da radioscopi e telescopi sparsi su tutto il territorio nordamericano.

L'azienda californiana, al momento, collabora già con la NASA nel progetto Google Moon, spinoff del ben più noto Google Earth. Hubbard è convinto che l'unione tra Google e NASA sia un importantissimo segnale lanciato all'industria tecnologica dal governo americano. Il direttore della base di Ames crede che i risultati di questa sinergia spingeranno sempre più imprenditori "a scommettere ed investire nel programma spaziale".

Secondo l'amministrazione statunitense, l'uomo rimetterà piede sulla Luna: di questo passo ci sono buone possibilità che i moduli per l'allunaggio esporranno, accanto alla bandiera stelle e strisce, i marchi delle più importanti multinazionali dell'informatica, forse sovrastati da una grande G.

Tommaso Lombardi
TAG: google
28 Commenti alla Notizia Google si allunga sulla NASA
Ordina
  • Ovviamente le foto fornite dalla NASA a Google saranno quelle "ritoccate", ovvero quello dove luci strane, nuvole di polvere e altre anomalie non ci saranno.....   :(
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ovviamente le foto fornite dalla NASA a Google
    > saranno quelle "ritoccate", ovvero quello dove
    > luci strane, nuvole di polvere e altre anomalie
    > non ci saranno..... Triste

    Non ci saranno neanche omini verdi con le antenne.

    Ma va..va..
  • Anomalie come... un cartello stradale con scritto "Welcome to Area 51?"

    Si' ho ben presente


    :D
    CoD
    131
  • Una volta mi capitò l' occhio su quella famosa foto dello sbarco lunare dove c'era Armstrong vicino alla bandiera americana e al modulo dell' allunaggio. Se la ripescate guardatela con attenzione : dov'è l' ombra dell' asta della bandiera ? Ci sono tutte le ombre tranne quella ...
    A bocca storta

  • lo ha ammesso la NASA stessa che quella foto era un tarocco.... si sono dimenticati di fare una foto con la bandiera americana....
    non+autenticato

  • - Scritto da: pacionet
    > Una volta mi capitò l' occhio su quella famosa
    > foto dello sbarco lunare dove c'era Armstrong
    > vicino alla bandiera americana e al modulo dell'
    > allunaggio. Se la ripescate guardatela con
    > attenzione : dov'è l' ombra dell' asta della
    > bandiera ? Ci sono tutte le ombre tranne quella
    > ...
    > A bocca storta

    ancora con sta storia...

    l'ombra c'è... ma per capire dov'è bisogna ragionare in 3d Occhiolino
    non+autenticato

  • - Scritto da: pacionet
    > Una volta mi capitò l' occhio su quella famosa
    > foto dello sbarco lunare dove c'era Armstrong
    > vicino alla bandiera americana e al modulo dell'
    > allunaggio. Se la ripescate guardatela con
    > attenzione : dov'è l' ombra dell' asta della
    > bandiera ? Ci sono tutte le ombre tranne quella
    > ...
    > A bocca storta

    ...c'e'...c'e'...
    http://attivissimo.net/antibufala/luna_foto_bandie...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: pacionet
    > > Una volta mi capitò l' occhio su quella famosa
    > > foto dello sbarco lunare dove c'era Armstrong
    > > vicino alla bandiera americana e al modulo dell'
    > > allunaggio. Se la ripescate guardatela con
    > > attenzione : dov'è l' ombra dell' asta della
    > > bandiera ? Ci sono tutte le ombre tranne quella
    > > ...
    > > A bocca storta
    >
    > ...c'e'...c'e'...
    > http://attivissimo.net/antibufala/luna_foto_bandie

    ...la soluzione qui...
    http://attivissimo.net/antibufala/luna_foto_bandie...
    non+autenticato
  • Sarà ...

  • - Scritto da: pacionet
    > Sarà ...

    E ne sono pure convinti....
    non+autenticato
  • di certo cè che quando gli astronauti sono passati sopra la parte oscura della luna hano visto strani flash inidentificati provenire dalla superficie lunare, e i sensori posti sulla luna non hanno rilevato la caduta di asteroidi in quel mentre.
  • bha -.-
    non+autenticato
  • Ma che cavolo è????
    non+autenticato
  • Mentre google, la piu grande società linux-based del
    mondo, sta avendo uno sviluppo sensazionale, è di oggi la notizia della crescita del fatturato trimestrale di Redhat del 22%, molto al di sopra a quanto preventivato dagli analisti. Si ricorda poi che questa società è rigidamente open-source in quanto sugli ftp di RedHat si possono trovare i sorgenti dei suoi prodotti enterprise e sono in circolazione svariati cloni degli stessi compilati dai suddetti e compatibili con tali prodotti (centos, per es).

    Naturalmente, si tratta di due modelli di business molto diversi: naturalmente qualunque modello di business basato su Linux è, come si sa, fallimentare, vero ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    >è di
    > oggi la notizia della crescita del fatturato
    > trimestrale di Redhat del 22%, molto al di sopra
    > a quanto preventivato dagli analisti.

    la RedHat macina i soldi grazie ai servers e alle partnership con IBM Dell Oracle ecc,buon per lei
    la Novell invece deve ricomprarsi le azioni a causa del suo scarsissimo trimestre che ha visto le vendite abbassarsi del 15%.
    Questo perchè la Novell sta puntando sul mercato Desktop dove oramai è palese qui Linux non entrerà mai.....


    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Mentre google, la piu grande società linux-based
    > del
    > mondo

    Davvero?
    Cosa intendi per società linux-based? che fa funzionare i suoi sistemi con linux o che vende servizi\software per linux?
    Perchè, ad esempio, mi risulta che la versione scaricabile di google earth sia solo per win.
    Considerare google una società linux-based al pari di red hat mi sembra una forzatura.
  • Ormai è chiarissimo che Linux e l'open sorcio stanno conquistando il mondo. E' notizia recente che Xbox è stata un fallimento che ha causato perdite di 4 miliardi di dollari. La stessa cosa sarà con Vista, che però ne causerà almeno il triplo di perdite, dato che è il settore di punta.

    A quel punto la TRIPPA x gatti sarà finita per il DRAGASACCOCCE di REDMOND!!!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ormai è chiarissimo che Linux e l'open sorcio
    > stanno conquistando il mondo.

    sta attento a quello che fumiA bocca aperta


    > E' notizia recente
    > che Xbox è stata un fallimento

    certo certo come no

    > che ha causato
    > perdite di 4 miliardi di dollari.

    la notizia veramente diceva che la sezione xbox della ms era in rosso di 4 miliardi il che è leggermente diverso:
    già da diversi mesi il settore legato alla xbox produce entrate il punto è che a quelle entrate si è dovuto sottrarre i costi della produzione/commercializzazione/pubblicità/sviluppo/etc dell'xbox360.
    fare statistiche appena dopo grandi investimenti e prima che il prodotto ragiunga il mercato è molto furviante...pubblicarle è tipo di servizietti squallidi come pi
    inventarsi poi delle previsioni sulle vendite è invece roba da wanna marchi

    > La stessa cosa
    > sarà con Vista,

    come dicevo prima: hai raggione wanna adesso torna a fare i processi

    > che però ne causerà almeno il
    > triplo di perdite, dato che è il settore di
    > punta.

    si wanna

    >
    > A quel punto la TRIPPA x gatti sarà finita per il
    > DRAGASACCOCCE di REDMOND!!!

    si wanna intanto pensa ai tuoi processiA bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Mentre google, la piu grande società linux-based
    > del
    > mondo, sta avendo uno sviluppo sensazionale, è di
    > oggi la notizia della crescita del fatturato
    > trimestrale di Redhat del 22%, molto al di sopra
    > a quanto preventivato dagli analisti. Si ricorda
    > poi che questa società è rigidamente open-source
    > in quanto sugli ftp di RedHat si possono trovare
    > i sorgenti dei suoi prodotti enterprise e sono in
    > circolazione svariati cloni degli stessi
    > compilati dai suddetti e compatibili con tali
    > prodotti (centos, per es).
    >
    > Naturalmente, si tratta di due modelli di
    > business molto diversi: naturalmente qualunque
    > modello di business basato su Linux è, come si
    > sa, fallimentare, vero ?

    Red Hat è un'azienda che ancora deve agli investitori un'enormità di soldi.

    Ho fatto un giro sul loro sito e mi sono letto i bilanci degli ultimi 10 anni. Se vuoi lo puoi fare anche tu.

    La sua storia in termini di chiusure in attivo/passivo è la seguente (in migliaia di dollari):
    FY96: $453
    FY97: - $1.511
    FY98: -$2.966
    FY99: -$5.988
    FY00: -$39.842 (caspita! 39 milioni di passivo a fronte di 42 milioni di incassi. Nessuna azienda italiana avrebbe retto.)
    FY01: -$86.773 (su 80 milioni di incassi)
    FY02: -$139.949 (a fronte di soli 79 milioni di incasso. Qui anche una normale azienda americana avrebbe cominciato a insospettire. Che ci sia dietro qualche interesse a che l'azienda sopravviva?)
    FY03: -$6.734 (finalmente, direi)
    FY04: $13.732
    FY05: $45.426

    Questo significa che, globalmente, Red Hat nella sua storia ha letteralemente mandato in fumo ben 224.152.000 dollari degli investitori. Cioè quasi un quarto di miliardo di dollari e il 13% in più di quanto ha incassato nel Fiscal Year 2005

    Mi spieghi, di grazia, dove sarebbe questo miracolo Red Hat? Anzi, te lo dico io. Il miracolo è che Red Hat esista ancora. Mi chiedo questo: di quali fideiussioni e da parte di chi avrà goduto Red Hat per potersi permettersi un bilancio così disastrato?


    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Red Hat è un'azienda che ancora deve agli
    > investitori un'enormità di soldi.
    >
    > Ho fatto un giro sul loro sito e mi sono letto i
    > bilanci degli ultimi 10 anni. Se vuoi lo puoi
    > fare anche tu.
    >
    > La sua storia in termini di chiusure in
    > attivo/passivo è la seguente (in migliaia di
    > dollari):
    > FY96: $453
    > FY97: - $1.511
    > FY98: -$2.966
    > FY99: -$5.988
    > FY00: -$39.842 (caspita! 39 milioni di passivo a
    > fronte di 42 milioni di incassi. Nessuna azienda
    > italiana avrebbe retto.)
    > FY01: -$86.773 (su 80 milioni di incassi)
    > FY02: -$139.949 (a fronte di soli 79 milioni di
    > incasso. Qui anche una normale azienda americana
    > avrebbe cominciato a insospettire. Che ci sia
    > dietro qualche interesse a che l'azienda
    > sopravviva?)
    > FY03: -$6.734 (finalmente, direi)
    > FY04: $13.732
    > FY05: $45.426
    >
    > Questo significa che, globalmente, Red Hat nella
    > sua storia ha letteralemente mandato in fumo ben
    > 224.152.000 dollari degli investitori. Cioè quasi
    > un quarto di miliardo di dollari e il 13% in più
    > di quanto ha incassato nel Fiscal Year 2005
    >
    > Mi spieghi, di grazia, dove sarebbe questo
    > miracolo Red Hat? Anzi, te lo dico io. Il
    > miracolo è che Red Hat esista ancora. Mi chiedo
    > questo: di quali fideiussioni e da parte di chi
    > avrà goduto Red Hat per potersi permettersi un
    > bilancio così disastrato?

    Urka. E poi hanno il coraggio di dire che Xbox è stata un flop.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > Red Hat è un'azienda che ancora deve agli
    > > investitori un'enormità di soldi.
    > >
    > > Ho fatto un giro sul loro sito e mi sono letto i
    > > bilanci degli ultimi 10 anni. Se vuoi lo puoi
    > > fare anche tu.
    > >
    > > La sua storia in termini di chiusure in
    > > attivo/passivo è la seguente (in migliaia di
    > > dollari):
    > > FY96: $453
    > > FY97: - $1.511
    > > FY98: -$2.966
    > > FY99: -$5.988
    > > FY00: -$39.842 (caspita! 39 milioni di passivo a
    > > fronte di 42 milioni di incassi. Nessuna azienda
    > > italiana avrebbe retto.)
    > > FY01: -$86.773 (su 80 milioni di incassi)
    > > FY02: -$139.949 (a fronte di soli 79 milioni di
    > > incasso. Qui anche una normale azienda americana
    > > avrebbe cominciato a insospettire. Che ci sia
    > > dietro qualche interesse a che l'azienda
    > > sopravviva?)
    > > FY03: -$6.734 (finalmente, direi)
    > > FY04: $13.732
    > > FY05: $45.426
    > >
    > > Questo significa che, globalmente, Red Hat nella
    > > sua storia ha letteralemente mandato in fumo ben
    > > 224.152.000 dollari degli investitori. Cioè
    > quasi
    > > un quarto di miliardo di dollari e il 13% in più
    > > di quanto ha incassato nel Fiscal Year 2005
    > >
    > > Mi spieghi, di grazia, dove sarebbe questo
    > > miracolo Red Hat? Anzi, te lo dico io. Il
    > > miracolo è che Red Hat esista ancora. Mi chiedo
    > > questo: di quali fideiussioni e da parte di chi
    > > avrà goduto Red Hat per potersi permettersi un
    > > bilancio così disastrato?
    >
    > Urka. E poi hanno il coraggio di dire che Xbox è
    > stata un flop.

    quella è tutta genta che con la realtà ha un pessimo rapporto
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Mentre google, la piu grande società linux-based
    > del
    > mondo, sta avendo uno sviluppo sensazionale, è di
    > oggi la notizia della crescita del fatturato
    > trimestrale di Redhat del 22%, molto al di sopra
    > a quanto preventivato dagli analisti. Si ricorda
    > poi che questa società è rigidamente open-source
    > in quanto sugli ftp di RedHat si possono trovare
    > i sorgenti dei suoi prodotti enterprise e sono in
    > circolazione svariati cloni degli stessi
    > compilati dai suddetti e compatibili con tali
    > prodotti (centos, per es).

    Persino Forbes, in un articolo molto critico con Microsoft, ha riconosciuto che è ancora l'azienda più profittevole del comparto IT. Più di Google.


    Vai a vedere la tabella nell'articolo all'indirizzo http://www.forbes.com/business/forbes/2005/1003/08...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Mentre google, la piu grande società linux-based
    > del
    > mondo, sta avendo uno sviluppo sensazionale, è di
    > oggi la notizia della crescita del fatturato
    > trimestrale di Redhat del 22%, molto al di sopra
    > a quanto preventivato dagli analisti. Si ricorda
    > poi che questa società è rigidamente open-source
    > in quanto sugli ftp di RedHat si possono trovare
    > i sorgenti dei suoi prodotti enterprise e sono in
    > circolazione svariati cloni degli stessi
    > compilati dai suddetti e compatibili con tali
    > prodotti (centos, per es).
    >
    > Naturalmente, si tratta di due modelli di
    > business molto diversi: naturalmente qualunque
    > modello di business basato su Linux è, come si
    > sa, fallimentare, vero ?

    il modello di red hat è basato sull'assistenza a grosse multinazionali... se scomparisse linux, venderebbe freebsd oppure si costruirebbe un OS da sola...

    linux di per se non è un prodotto che regge in piedi... e difficilmente lo sarà mai, poichè non è di nessuno, non ha valore, quindi non esiste
    non+autenticato

  • > linux di per se non è un prodotto che regge in
    > piedi... e difficilmente lo sarà mai, poichè non
    > è di nessuno

    E' di tutti.

    > non ha valore

    Non è che non ha valore, non ha prezzo.

    > quindi non esiste

    Oh mio Dio! Sto scrivendo da un sistema che non esiste!!! Ogni giorno lavoro con un sistema che non esiste!?!?! Deluso Deluso Deluso Deluso Deluso A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta A bocca aperta

    TAD