Il telefonino che riconosce i funghi

Per gli appassionati (o gli ignoranti) di micologia, ecco un tool per trasformare il cellulare in un esperto di funghi

Ancona - Durante una passeggiata nel bosco può capitare di imbattersi in un fungo invitante. La tentazione di coglierlo è forte ma, per un non-esperto, forti sono anche i dubbi: sarà commestibile? Velenoso? Avrà effetti indesiderati? In queste situazioni può essere d'aiuto il telefono cellulare. Non per spedire una foto via MMS ad un amico micologo, ma per utilizzare il software "Micology".

Si tratta di un'applicazione J2me che permette la classificazione dei funghi. L'idea è nata perché, come spiegato nel sito dei due autori del programma, "quasi tutti i prodotti oggi sul mercato, riportano una mera elencazione dei generi e delle specie, a volte riccamente illustrata, ma senza collegamenti logici utili a ricostruire il quadro tassonomico, specialmente per i meno esperti".

Il pacchetto, che contiene applicazioni da installare sul cellulare, appare quindi uno strumento utile a classificare almeno i funghi più comuni, che presentano l'imenio con lamelle (Lamelly) o con tubuli e pori (Bolety).
Il catturafunghiCome farebbe un provetto micologo, il software classifica il fungo dopo una disamina, effettuata attraverso una sorta di questionario, che presenta una serie di domande a risposta obbligata. Le scelte effettuate di volta in volta, in base ai caratteri macroscopici e organolettici presentati dal fungo, permetteranno di restringere il campo di ricerca per conoscerne il genere e la specie.

Il programma, shareware, è disponibile per il download qui in versione demo, che potrà essere registrata sul sito degli autori. In ogni caso... fate attenzione...

DB
TAG: