AMD Sempron 3400+

Il nuovo processore destinato alla fascia economica promette prestazioni migliorate

AMD Sempron 3400+I processori AMD Sempron sono realizzati appositamente per il mercato low-end, ed entrano in competizione diretta con i processori Intel Celeron. Il nuovo Sempron 3400+ utilizza il socket 754 (i Sempron sono disponibili sul mercato retail esclusivamente per socket 462 e socket 754, ma esistono sul mercato OEM anche nel formato 939). AMD ha dichiarato che la piattaforma 754 continuerà ad esistere come piattaforma low-end, e con questa nuova CPU mantiene fede alla promessa.

Il Sempron 3400+ è simile per molti aspetti ai processori Athlon 64 di fascia medio-alta per piattaforma 754. Basato su core Palermo con revisione aggiornata (E6), supporta molte caratteristiche finora presenti solo sui fratelli maggiori. La novità principale nella famiglia Sempron è l'introduzione con questo modello delle istruzioni x86-64, infatti i Sempron, nonostante utilizzassero il medesimo packaging e piattaforma dei processori 754, mancavano del supporto alle istruzioni a 64 bit.

Questo core introduce inoltre il supporto alle SSE3, istruzioni che al momento mancano ancora nei processori Athlon di fascia più bassa come il 3000+, dato che sono state introdotte con il core Venice (per piattaforme 939) e Palermo (per piattaforme 754). Ciò che lo differenzia maggiormente dai modelli Athlon 64 a questo punto resta soltanto la cache dimezzata, 256 KB contro i 512 o 1 MB presenti nelle versioni superiori. Ovviamente manca anche il supporto alle memorie dual channel, ma questo è un punto in comune a tutti i processori destinati alla piattaforma 754.
AMD Sempron 3400+Test e conclusioni
Xbitlabs, sito russo specializzato in modifiche hardware o recensioni di piattaforme da overclock, ha testato a fondo il nuovo Sempron. Nei test è affiancato a processori di fascia media ed alta della stessa casa, e da un Intel Celeron D 351 (costo simile al Sempron 3400+, frequenz di 3,2 GHz) overcloccato sino ai 4 GHz.

Il Celeron D, disponendo di dual core, ha mantenuto il vantaggio nei test PCMark, ma nel 3DMark il Sempron si è dimostrato più efficiente. Medesima situazione nei test scientifici, nei test gaming e in quelli di encoding audio e video, salvo qualche particolare situazione.

Sono stati anche effettuati dei test di overclock, e alla frequenza di 2,6 GHz (260 MHz di bus per un moltiplicatore settato a 10x) il Sempron ha superato anche il più potente 3800+ 939, soprattutto nei test di compressione e di rendering dove più che la cache entra in gioco la potenza bruta della CPU. Tutto ciò per la gioia degli overclocker, che si ritrovano tra le mani un nuovo piccolo gioiello, capace di raggiungere frequenze elevate con un voltaggio di soli 1,5 v.

Non altrettanto bene è andata al sito Hardware Secret, infatti l'autore è riuscito a raggiungere soltanto 225 MHz di front side bus, per una frequenza totale di soli 2.250 MHz. La causa di ciò si può ricercare nell'adozione di una scheda madre poco propensa all'overclock (dotata infatti del chipset nForce3-150), mentre su XbitLabs è stata utilizzata la celeberrima DFI Lanparty nF3 250Gb, rimasta alla storia come la migliore scheda madre da overclock per piattaforma 754.

In conclusione, vediamo come AMD stia cercando di migliorare la fascia low-end, introducendo finalmente il supporto alle estensioni AMD64. Per un prezzo di 134 dollari il Sempron 3400+ si accosta quasi a quello del modello Athlon 64 3000+ per piattaforma 754, che in questo caso dispone di clock inferiore ma del doppio della cache di secondo livello.

Giovanni Fedele
3 Commenti alla Notizia AMD Sempron 3400+
Ordina