DTT, basta con gli incentivi

Lo chiede Adiconsum, secondo cui il cittadino non è contrario alle nuove tecnologie ma rigetta le imposizioni dall'alto. Con gli incentivi ogni famiglia spende per un decoder... senza averlo

Roma - Il digitale terrestre o, meglio, gli incentivi per la televisione digitale terrestre sono al centro delle attenzioni del governo e di quegli istituti che continuano a ritenere centrale la promozione della DTT per lo sviluppo del paese. Ma sono anche al centro delle polemiche dei consumatori che proprio in questi giorni hanno avuto modo di esprimere tutte le proprie perplessità alla 3a Conferenza sul Digitale Terrestre organizzata da Fondazione Ugo Bordoni e Ministero delle Comunicazioni.

Di interesse il fatto che il Ministero sia ormai orientato a compiere dal dicembre 2006 lo switch-off, ovvero il passaggio dall'attuale sistema televisivo al DTT, soltanto nelle regioni che saranno pronte a questa trasformazione, un orientamento che ridimensiona ampiamente le aspettative originali e che sembra destinato ad impattare di conseguenza anche su investimenti e programmi di sviluppo degli operatori in questo ambito.

Di tutto ciò parla in un post sul proprio blog il responsabile tecnologie dell'Associazione, Mauro Vergari, che nella propria relazione ha evidenziato come i consumatori italiani non sono contrari allo sviluppo tecnologico, essendo anzi consumatori di strumenti e servizi digitali, ma tendono a rifiutare quella che viene vissuta come una imposizione dall'alto su un fronte non necessario, destinato peraltro ad appesantire il bilancio familiare.
"Per ogni anno di incentivi - scrive Vergari - il costo per singolo contribuente è di 8 euro, per 3 anni e due dichiarazioni a famiglia fanno 48 euro. La maggioranza degli italiani ha quindi pagato un decoder senza averlo in casa". Come noto, il Governo ha stanziato 220 milioni di euro negli ultimi due anni e pianifica nuovi stanziamenti in Finanziaria per l'acquisto dei decoder.

Su questa spesa sono molte le perplessità dei consumatori, dai costi (l'interattività via telefono presuppone nuovi oneri) alla "fretta", come la definisce Vergari, nel chiudere la Tv analogica, dalla preferenza del DTT rispetto alla banda larga (incentivi doppi per il DTT rispetto all'ADSL) alla necessità di finanziare questo passaggio con soldi pubblici a fronte delle molte risorse della televisione e via dicendo.

Secondo Adiconsum, inoltre, "il digitale terrestre salvaguarda solo gli interessi delle emittenti dominanti", non si integra con le altre, innovative, modalità di comunicazione, e i costi della migrazione al DTT "sono solo a carico delle famiglie".

A fronte di tutto questo Adiconsum chiede la sospensione degli incentivi e, contestualmente, detrazioni fiscali per le famiglie con medio reddito che acquistano tecnologia innovativa (TV digitale, banda larga, PC) e per l'adeguamento degli impianti di ricezione. Si chiede anche la costituzione di un Osservatorio permanente che comprenda i consumatori e che possa gestire il passaggio al DTT nonché l'impegno per promuovere decoder unici, capaci di interagire con i diversi mezzi di trasmissione.

Articoli, approfondimenti e news sul DTT sono disponibili qui
TAG: dtt
82 Commenti alla Notizia DTT, basta con gli incentivi
Ordina
  • buon giorno, la detrazione per l'anno 2008 per l'acquisto
    di un TV con digitale terrestre incorparato è ancora
    valido ???
    grazie e saluti
    gianni castelli
    non+autenticato
  • A fronte di tutto questo Adiconsum chiede la sospensione degli incentivi e, contestualmente, detrazioni fiscali per le famiglie con medio reddito che acquistano tecnologia innovativa (TV digitale, banda larga, PC) e per l'adeguamento degli impianti di ricezione. Si chiede anche la costituzione di un Osservatorio permanente che comprenda i consumatori e che possa gestire il passaggio al DTT nonché l'impegno per promuovere decoder unici, capaci di interagire con i diversi mezzi di trasmissione.

    Sulla parte relativa all'Adiconsum: ma 'sti consumatori quanto sono idioti? Vogliono farci credere che sospendendo gli incentivi al dtt si potranno migliorare le condizioni delle famiglie? Con 220milioni di euri? Dividiamo per le famiglie italiane e rimangono bruscolini...e che ce ne facciamo? Molto meglio incentivare il dtt. Dare la possibilità a tutti quelli in regola con il pagamento del canone rai di accedere ad uno sconto per l'acquisto del decoder.
    Poi l'Adiconsum dimentica che ci sono già fior fiore di incentivi per l'acquisto di pc e per la banda larga (addirittura fastweb, ingegnosamente, riesce ad utilizzare sia gli incentivi per la tv interattiva, sia quelli per la banda larga, a riprova del fatto che l'incentivo non è diretto esclusivamente al dtt, ma alla tv interattiva in generale).
    Ricordiamo infine che oltre la metà degli italiani non riuscirà mai ad utilizzare un pc, figuriamoci se potrà collegarsi ad Internet, perché è troppo complicato (mai provato a far mettere davanti ad una tastiera i nonni d'Italia...ma anche molti giovani hanno grossi problemi). Mentre l'interattività che passa dalla tv è molto più semplice ed intuitiva. Quindi è giusto che venga incentivata. E questo indipendentemente dal fatto che esista una Emittente nazionale del calibro di Mediaset che cerca (giustamente) di guadagnare con la ppv (e ricordiamoci che grazie a Mediaset i costi per il calcio sono diminuiti da 600 euri di Sky a meno di 100 euri di Mediaset...). Facciamo due conti prima di sparare a zero: Adincosum SVEGLIA!
    non+autenticato
  • La mia ragazza è inglese.
    Ho notato che lì un decoder per la tv digitale, in posti come argos costa meno che qui in Italia una volta deturpato dello sconto governativo...
    Gli economisti la spiegherebbero brevemente che l'elasticità della domanda e dell'offerta è tale che il vantaggio dell'incentivo viene interamente inglomerato a monte del consumatore...
    Possibile che al ministero non abbiano nessun econimasta????Imbarazzato

  • > una volta deturpato dello sconto governativo...

    Sì, infatti la truffa non sta nel finanziamento dell'oggetto.
    Ma nella cifra ASSURDA per quel coso
    che vale 5 euro.
    non+autenticato
  • Trascuriamo il fatto che il DTT ha una qualità PENOSA (i tassi di compressione sono così elevati che sembra di giocare a scacchi...).
    Lasciamo perdere il fatto che l'HD non sia prevista.
    Che l'interattività(?) si limiti (per ora ma io dico per sempre) a comprare le partite di calcio e ai televoti.

    La cosa buffa è che lo stato (e quindi la Rai) incentiva l'acquisto SOLO di decoder interattivi.

    Perchè mai?
    Non dovremmo diffondere il DTT?
    Perchè solo quello interattivo?

    Forse perchè mediaset...
    Ma no dai...
    Malignità.

    Però è davvero magnanimo da parte della Rai finanziare i servizi interattivi della concorrenza.
    Con i nostri soldi.

    E vabbè.

    Viva l'Italia.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > E vabbè.
    >
    > Viva l'Italia.

    Le uniche cose sensate che hai detto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo>

    > > E vabbè.
    > >
    > > Viva l'Italia.
    >
    > Le uniche cose sensate che hai detto.

    Vorrei poter dire lo stesso di te...Sorride

    Però mi piacciono le tue argomentazioni, così dettagliate ed esplicative.

    Augh.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Trascuriamo il fatto che il DTT ha una qualità
    > PENOSA (i tassi di compressione sono così elevati
    > che sembra di giocare a scacchi...).
    Scusa ma questa fesseria dove l'hai pensata?
    Sai che la qualità digitale dipende dal livello di compressione, giusto? Col dtt (che è digitale per definizione) si può trasmettere con qualità alta o bassa. Chi ti dice a priori che la qualità è bassa? Tant'è che ci sono canali come C5 che si vedono alla perfezione e canali come 24ore e MusicBox che fanno pena. La qualità non c'entra nulla con il dtt, ma dipende da quanto i dati vengono compressi con perdita di informazioni... Informati un po' prima di parlare a caso.

    > Lasciamo perdere il fatto che l'HD non sia
    > prevista.
    Perché ti sebra che qualcuno trasmetta in HD?
    A che ci servono costosi decoder HD se poi nessuno ha tv HD e nessuno trasmette in HD? L'HD è ancora di nicchia (molto di nicchia).

    > Che l'interattività(?) si limiti (per ora ma io
    > dico per sempre) a comprare le partite di calcio
    > e ai televoti.
    L'acquisto di partite non c'entra nulla con l'interattività.
    Interattività è ad esempio la possibilità di consultare il proprio conto corrente San Paolo direttamente dalla tv. O leggere le ultime notizie (interagendo con chi le scrive) dall'interattività.

    > La cosa buffa è che lo stato (e quindi la Rai)
    > incentiva l'acquisto SOLO di decoder interattivi.
    Non è una cosa buffa. L'interattività permetterà alla rai di fornire servizi di pubblica utilità (certificati anagrafici...). Se il decoder non fosse mhp non si avrebbero questi servizi e cadrebbe la motivazione cadine dell'esistenza dell'incentivo.

    > Perchè mai?
    > Non dovremmo diffondere il DTT?
    > Perchè solo quello interattivo?
    Ti ho risposto.

    > Però è davvero magnanimo da parte della Rai
    > finanziare i servizi interattivi della
    > concorrenza.
    > Con i nostri soldi.
    Pensa quando con i nostri soldi si tenevano in vita aziende decotte...o quando coi nostri soldi si finanziavano le guerre, o la banda larga. Tutto viene finanziato coi soldi dei cittadini. E questo è giusto, perché lo stato deve garantire che i nostri soldi vengano equamente utilizzati per fornire servizi a tutti, anche a chi non può permettersi di pagare da sè.
    non+autenticato
  • > > Trascuriamo il fatto che il DTT ha una qualità
    > > PENOSA (i tassi di compressione sono così
    > elevati
    > > che sembra di giocare a scacchi...).
    > Scusa ma questa fesseria dove l'hai pensata?
    > Sai che la qualità digitale dipende dal livello
    > di compressione, giusto? Col dtt (che è digitale
    > per definizione) si può trasmettere con qualità
    > alta o bassa. Chi ti dice a priori che la qualità
    > è bassa? Tant'è che ci sono canali come C5 che si
    > vedono alla perfezione e canali come 24ore e
    > MusicBox che fanno pena.

    Canale 5 si vede alla perfezione?
    Si vede che abbiamo concetti diversi di perfezione.
    i macroblocks di compressione sono evidentissimi pure lì.
    Il DTT (non lo standard che si chiama DVB-T, bada bene) è attualmente penoso.
    Mi importa molto che lo standard permetta di utilizzare una qualità superiore. Che però nessuno utilizza.

    > La qualità non c'entra
    > nulla con il dtt, ma dipende da quanto i dati
    > vengono compressi con perdita di informazioni...
    > Informati un po' prima di parlare a caso.

    La qualità non c'entra nulla?
    Si è scelto l'mpeg2, uno standard di compressione vecchio, inefficiente e superato.
    Si è lasciato fuori il futuro, che si chiama HD e altri protocolli di compressione ben più efficienti.

    > > Lasciamo perdere il fatto che l'HD non sia
    > > prevista.
    > Perché ti sebra che qualcuno trasmetta in HD?
    > A che ci servono costosi decoder HD se poi
    > nessuno ha tv HD e nessuno trasmette in HD? L'HD
    > è ancora di nicchia (molto di nicchia).

    Quindi il DTT lo faccio nascere con uno standard già vecchio (l'mpeg2) e tralascio l'HD, cosa magari potrò farti cambiare tutto un'altra volta poi, con calma.

    > L'acquisto di partite non c'entra nulla con
    > l'interattività.
    > Interattività è ad esempio la possibilità di
    > consultare il proprio conto corrente San Paolo
    > direttamente dalla tv. O leggere le ultime
    > notizie (interagendo con chi le scrive)
    > dall'interattività.

    Quindi scegliamo una bella connessione a 56k.
    Via verso il futuro.
    Un bel modem analogico in ogni casa.
    Mi meraviglio che non si sia scelto il videotel...

    > > La cosa buffa è che lo stato (e quindi la Rai)
    > > incentiva l'acquisto SOLO di decoder
    > interattivi.
    > Non è una cosa buffa.

    E' vero.
    E' uno scandalo.

    > L'interattività permetterà
    > alla rai di fornire servizi di pubblica utilità
    > (certificati anagrafici...). Se il decoder non
    > fosse mhp non si avrebbero questi servizi e
    > cadrebbe la motivazione cadine dell'esistenza
    > dell'incentivo.

    Il certificato anagrafico via mhp?
    Sul televisore?
    Poi porto in giro tutto il televisore??
    O fotografo lo schermo??
    Ma dai...

    > > Però è davvero magnanimo da parte della Rai
    > > finanziare i servizi interattivi della
    > > concorrenza.
    > > Con i nostri soldi.
    > Pensa quando con i nostri soldi si tenevano in
    > vita aziende decotte...o quando coi nostri soldi
    > si finanziavano le guerre, o la banda larga.

    Dunque se si sono finanziate guerre ben venga il DTT.
    Non fa una grinza.

    > Tutto viene finanziato coi soldi dei cittadini. E
    > questo è giusto, perché lo stato deve garantire
    > che i nostri soldi vengano equamente utilizzati
    > per fornire servizi a tutti, anche a chi non può
    > permettersi di pagare da sè.

    L'hai detto.
    Equamente.
    Sorride
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Trascuriamo il fatto che il DTT ha una qualità
    > PENOSA (i tassi di compressione sono così elevati
    > che sembra di giocare a scacchi...).

    ...questa me la segno....
    non+autenticato
  • Il digitale terrestre soppianterà il satellite, e berlusconi batterà murdoch con i soldi dei cittadini. Il digitale terrestre avrà la stessa forma che ha oggi il satellitare, con la differenza che il primo è di proprietà del presidente del consiglio che con i nostri soldi sta finanziando una vasta campagna di migrazione al DTT.
    Solo berlusconi avrà le risorse per attivare i servizi a pagamento in grado di contrastare murdoch (sport, porno e film a pagamento) e già quel poco che cè costa meno che nel satellite e senza il pagamento di un'abbonamento, risultato? Berlusconi si sbarazza di murdoch (dopo avergli venduto tele+) con i soldi pubblici.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Il digitale terrestre soppianterà il satellite, e
    > berlusconi batterà murdoch con i soldi dei
    > cittadini. Il digitale terrestre avrà la stessa
    > forma che ha oggi il satellitare, con la
    > differenza che il primo è di proprietà del
    > presidente del consiglio che con i nostri soldi
    > sta finanziando una vasta campagna di migrazione
    > al DTT.
    > Solo berlusconi avrà le risorse per attivare i
    > servizi a pagamento in grado di contrastare
    > murdoch (sport, porno e film a pagamento) e già
    > quel poco che cè costa meno che nel satellite e
    > senza il pagamento di un'abbonamento, risultato?
    > Berlusconi si sbarazza di murdoch (dopo avergli
    > venduto tele+) con i soldi pubblici.

    quoto 100%
    che schifffffoooooooooo
    non+autenticato
  • Quello dopo di te, tra tante cazzate, almeno una cosa buona l'ha detta, tu neanche una.
    non+autenticato
  • Sentivamo il bisogno delle tue analisi, così dettagliate e profonde.

    Il contradditorio è l'anima della discussione democratica.

    Grazie.
    Ps: Cos'è successo ultimamente al grande fratello?
    O forse è l'isola dei famosi, non ricordo.
    Se tu ci potessi riassumere...

    Occhiolino
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)